martedì, 30 Novembre 2021
spot_img
HomePalermoUn libro non si rifiuta: anche RAP a Palermo aderisce alla Settimana...

Un libro non si rifiuta: anche RAP a Palermo aderisce alla Settimana Europea di Riduzione dei Rifiuti

I CCR aprono i cancelli alla raccolta di libri usati per dargli una seconda vita

In occasione della Settimana Europea di Riduzione dei Rifiuti in corso dal 20 al 28 novembre 2021 anche la Rap aderisce con una iniziativa denominata: “Un libro non si rifiuta. Dagli una seconda vita”.

Il progetto ha come filo conduttore la “comunità circolare”, tema portante dell’iniziativa europea delle 3 R: Riduci, Riusa e Ricicla.

Nella giornata di lunedì 22 novembre sarà allestito un punto informativo presso il Centro Comunale di Raccolta di viale dei Picciotti per sensibilizzare l’utenza sul valore della Raccolta differenziata, soprattutto sulla frazione della carta quale valore, appunto, del riciclo piuttosto che rifiuto.

“Un libro non si rifiuta” consiste nella raccolta di libri usati, spesso purtroppo destinati al cassonetto dei rifiuti indifferenziati.

I cittadini, per una intera settimana (da lunedì 22 a martedì 30 novembre 2021), avranno la possibilità di portare i propri libri non più consultati presso tutti i CCR (Pace, Nicoletti, Minutilla, Oreto, Picciotti) presenti in città. L’Azienda, a sua volta, dopo una preventiva selezione, li metterà a disposizione gratuita donandoli a richiesta ed a tal fine sarà creata una biblioteca virtuale per la visualizzazione dei testi visionabile nel sito aziendale della Rap (www.rapspa.it) in una cartella dedicata e per un tempo limitato di sessanta giorni.

Chi fosse interessato potrà scrivere a  Urp@rapspa.it . Il ritiro dei libri avverrà previo appuntamento presso il settore Comunicazione e URP  di Piazzetta Cairoli, altrimenti saranno avviati alla cartiera. 

“Promuovere comportamenti virtuosi a tutela dell’ambientespiega l’Amministratore Unico Girolamo Caruso – è una delle mission aziendali e la rete dei CCR, in continua crescita (entro dicembre ne apriranno altri due), ha anche l’obiettivo di riqualificare alcune aree urbane favorendo comportamenti virtuosi mirati ad avvicinare l’azienda al cittadino. I Centri Comunali di Raccolta diventano strumento a supporto del sistema di raccolta differenziata e del servizio di ritiro ingombranti e RAEE, luoghi educativi per le scuole e le famiglie”.

CORRELATI

Ultimi inseriti