domenica, 16 Maggio 2021
spot_img
HomeA Modo MioTrombetta, tromba e trombone

Trombetta, tromba e trombone

Tre tipologie di strumenti, la prima festosa, la seconda armoniosa e la terza un tantino rumorosa.

Chiaramente la mia trattazione non vuole riferirsi agli strumenti musicali, anche se la trombetta in effetti non si può definire uno strumento musicale, ma al parallelismo con gli esseri, chiamiamoli umani.

L’argomento mi porta indietro nel tempo, quando ho visto il film e successivamente ho letto il libro, del grande scrittore siciliano Leonardo Sciascia “Il giorno della civetta”, dove l’autore distingue gli uomini in cinque categorie: “gli uomini, i mezz’uomini, gli ominicchi, i (con rispetto parlando) pigliainculo e i quaquaraquà” e poi aggiunge “Pochissimi gli uomini; i mezz’uomini pochi, ché mi contenterei l’umanità si fermasse ai mezz’uomini… E invece no, scende ancor più giù, agli ominicchi: che sono come i bambini che si credono grandi, scimmie che fanno le stesse mosse dei grandi… E infine i quaquaraquà: che dovrebbero vivere come le anatre nelle pozzanghere, ché la loro vita non ha più senso e più espressione di quella delle anatre…”

Le trombette, ve le ricordate? Sono quelle di carta che si srotolano soffiando dentro la cornetta che, talvolta è di plastica e altre volte è pure lei di cartone, ed emette quel suono stridulo quando suona ma altre volte, nonostante che si soffia e si risoffia ma non emette alcun suono, è difettosa. Lo stesso sono le persone che tutto sembrano, ma è solo apparenza, esserini insignificanti, “tuttu fumu e nenti arrustu” dicono i neozelandesi, tradotto per i non siculi “tutto fumo ma niente sostanza”.

Le trombe, ne esistono di vari tipi, sono uno strumento musicale armonioso, bello pure a vedersi, ma difficile da suonare. Pensando alla tromba il mio pensiero mi riporta indietro nel tempo e mi fa sognare cose belle di tempi migliori. Tra i miei preferiti trombettisti, il grande Louis Armstrong. Vi starete chiedendo, ma cosa c’entra la tromba per fare un parallelismo con gli esseri umani? Centra, centra, a mio modo di vedere ed interpetrare, le trombe sono tutti coloro che vorrebbero comparire pavoneggiandosi, forti della convinzione che emettono un dolce suono, ma non tutti sono in grado di poter emettere suoni armoniosi, molti sono soli soffiatori.

I tromboni, anche questo un bello strumento a fiato, più impegnativo della tromba, che oltre al soffio implica un movimento ritmico del braccio, il suo suono è più cupo della tromba. Il parallelismo? Non c’è bisogno di descriverlo, gli esseri umani definiti tromboni nell’immaginario collettivo sono ben individuati. Sono quelli che si atteggiato tutti ma dentro sono vuoti, il loro cervello è così piccolo che battono persino quello di una gallina, almeno quest’ultima fa le uova, ma loro fanno solo danni forti nella loro convinzione di essere superiori agli altri.

Naturalmente poi esiste, per fortuna un’altra categoria, che non è paragonabile ad uno strumento musicale, ma è l’essere umano, che ragiona, che non dà fastidio agli altri ed è rispettoso delle regole, quello che i tromboni sono convinti che sia un fesso, ma si sbagliano di grosso i veri illusi e pavoni sono prevalentemente loro.

Adesso mi ascolto “What A Wonderful World” e “Hello Dolly” del grande Louis Armstrong e mi rilasso, ve li consiglio. Alla prossima.

CORRELATI

Ultimi inseriti