Tra jazz vocale, strumentale e musica originale, il nuovo quintetto ‘JasMind’ in concerto all’Auditorium Rai di Palermo

Jasmind
La band 'JasMind'

Domenica 21 ottobre, l’Auditorium Rai di Palermo (viale Strasburgo 19) ospita i JasMind in concerto. Quintetto jazz di recente formazione, i JasMind di cui fanno parte Sabrina Rizzo alla voce, Cataldo Barreca alla tromba, Riccardo Bertolino alla chitarra, Andrea Ferraguto alla batteria ed Emilio Maggiore al contrabbasso si esibiscono alle 18.00 in un evento ad ingresso libero fino ad esaurimento posti.

L’unione tra voce e tromba dà vita ad un gioco di armonizzazioni e spontaneità creativa. Un sound sofisticato e autentico si proietta verso il “nuovo” portando con sé elementi del jazz tradizionale.

I JasMind sono un quintetto jazz di recente formazione con musicisti provenienti da esperienze musicali diverse. La ricerca di una sonorità originale è l’idea comune del gruppo che, traendo spunto da stili tra loro anche distanti, trova un ponte nella musica jazz.

Il gruppo si esibisce all’Auditorium Rai con un repertorio che comprende standard del jazz vocale e strumentale, spesso rivisitati in chiave moderna, e brani originali come “Motivetto”, “Blexam”, “I don’t know who are you” e “Remembering you” composti dal trombettista e co-fondatore del gruppo, Cataldo Barreca.

Special guest della serata è la violinista Serena Cosentino, musicista dalla personalità musicale ecclettica e versatile, che arricchirà gli spazi sonori con il suono vibrante del suo violino.

Biografie

Sabrina Rizzo (cantante) si avvicina molto presto al mondo della musica. Inizia a studiare canto all’età di 8 anni frequentando i corsi della Fondazione The Brass Group di Palermo, appassionandosi così alla musica jazz. Continua, perfezionandosi sotto la guida dell’insegnante Alejandra Bertolino Garcia. Vocalmente, Sabrina è dotata di un’estensione fuori dal comune, che le consente di ottenere salti di registro di rara ampiezza e slanci da contralto a soprano lirico con estrema facilità. Tra sonorità jazz, swing e pop sofisticato, il suo canto trae ispirazione dai più grandi nomi del panorama musicale jazz e non solo, tra cui Ella Fitzgerald, Sarah Vaughan, Mina ed Elisa, solo per citarne alcune. Attualmente è la vocalist dei JasMind e collabora con diverse formazioni musicali anche di stampo jazzistico.

Cataldo Barreca (docente di Tromba, Armonia e Teoria musicale) completa i primi studi musicali di Tromba al Conservatorio di Palermo. Decide di perfezionarsi frequentando i corsi del Conservatorio “Frescobaldi” di Ferrara, dove conseguirà i diplomi accademici di II livello in Tromba e Didattica della Musica. Nel 2010 si avvicina al mondo del jazz conseguendo un diploma accademico al Conservatorio “Venezze” di Rovigo, sotto la guida del maestro oltre che amico, Marco Tamburini.

Ha maturato diverse esperienze musicali come componente di formazioni cameristiche, orchestre rinascimentali, barocche, sinfoniche, operistiche e anche come solista. Dal 2010 frequenta contesti jazzistici, suonando in varie formazioni: dai piccoli gruppi a big band. Negli anni ha maturato anche la passione per la composizione e l’arrangiamento e spesso propone brani di sua scrittura alle formazioni jazz di cui fa parte. Attualmente, oltre ad essere titolare della cattedra di Tromba al Liceo Musicale “Regina Margherita” di Palermo, suona in vari gruppi musicali, sia di stampo classico che jazzistico e dirige la “Queen Margareth’s Jazz Band”, orchestra di recentissima costituzione formata dagli alunni del Liceo Musicale di Palermo.

Riccardo Bertolino (chitarrista) intraprende lo studio del jazz frequentando la Scuola di Musica The Brass Group di Palermo, seguendo il corso di Armonia e Tecnica dell’Improvvisazione di Salvatore Bonafede. In seguito frequenta l’associazione “Musica Insieme” di Mimmo Cafiero, approfondendo il linguaggio jazz, seguendo corsi di armonia, chitarra, musica d’insieme e successivamente di percussioni di musica latina e brasiliana. Ha l’opportunità di suonare nel 1999 all’auditorium della Duke University di Durham (USA) con il sassofonista Paul Jeffrey e con jazzisti italiani di alto livello.  Nel settembre del 2000 incide un brano per l’album “Mimmo Cafiero Open Jazz Orchestra Plays Sicilian Songs”, pubblicato dalla prestigiosa etichetta SPLASC(H) RECORDS. Successivamente intraprende lo studio della musica brasiliana collaborando e accompagnando la cantante e percussionista Valentina Supino, con la quale ha preparato il progetto musicale “Brasicily. Nel 2016 costituisce con la cantante e attrice Rosa Ippolito, il duo “I Matinet”. Attualmente insegna chitarra jazz e moderna al Jazz Lab di Palermo.  

Andrea Ferraguto (docente di Percussioni) ha un diploma in strumenti a percussione. Ha da sempre praticato la musica classica e contemporanea partecipando ad innumerevoli formazioni cameristiche in qualità di percussionista. Ha collaborato con l’orchestra del teatro “Vittorio Emanuele” di Messina in qualità di timpanista e batterista avendo la possibilità di accompagnare artisti come Nicola Piovani, Antonella Ruggiero ed Enrico Montesano. Appassionato di jazz e world music, ha suonato per diversi anni nella HJO Jazz Orchestra, solcando i palchi dei principali teatri siciliani, e in tante formazioni, spaziando dal rock alla musica sperimentale, cercando di dividersi tra il mondo delle percussioni classiche e la batteria. Attualmente insegna Percussioni al Liceo Musicale di Palermo “Regina Margherita”.

Emilio Maggiore (contrabbassista) si avvicina al jazz da giovane seguendo i corsi di contrabbasso di Fulvio Buccafusco e di musica di insieme di Rita Collura. Dal 2014 frequenta i corsi di chitarra classica al Conservatorio Bellini di Palermo. Nel 2018 partecipa a “Umbria Jazz Clinics 2018”, seguendo le  lezioni di musica di insieme, teoria e pratica del contrabbasso jazz sotto la guida di Ferdinando Huergo e M. Nick Grondin. Durante quest’esperienza partecipa a diverse jam session con Piero Odorici, Filippo Bianchini e Roberto Gatto. Successivamente partecipa a dei workshop sull’improvvisazione tenuti da Massimo Greco e da Christianne Neves.

Attualmente suona con diversi gruppi tra i quali Po.Ma.Lo Trio, Blue Mood Trio e Jazz Lab Band.

Serena Cosentino (violinista) intraprende gli studi di musica classica sotto la guida del maestro Maurizio Rocca, conseguendo il diploma con il massimo dei voti al Conservatorio Bellini di Palermo nel 2010. Ha collaborato per anni con orchestre del panorama italiano ed internazionale con cui ha svolto una regolare attività concertistica: Orchestra Sinfonica del Mediterraneo, Orchestra Giovanile del Mediterraneo, Orchestra S. Cicero, l’Ente Luglio Musicale Trapanese, Orchestra da Camera del Conservatorio di Tilburg (NL). Musicista dai molteplici interessi, ben presto sviluppa una personalità musicale eclettica e versatile che sa confrontarsi con diversi stili e generi: dalla classica al folk, dal jazz al pop, dalla world music al rock. Vincitrice di una borsa di studio Erasmus  al Conservatorio di Tilburg in Olanda, arricchisce la propria formazione intraprendendo lo studio del jazz sotto la guida di uno dei più importanti violinisti del panorama jazzistico europeo, Tim Kliphuis. Nel corso degli anni consegue una laurea di I livello in Discipline della Musica all’Università di Palermo e un Diploma accademico di II livello in Violino, con il massimo dei voti. All’attività da musicista affianca l’attività di arrangiatore: nel 2017 ha curato gli arrangiamenti del cd flamenco-jazz “Viaje” del gruppo Matiz de Clavel; nel 2018 la realizzazione dei singoli “Escape” e “Resilienza” (brani per violino solo, pianoforte e orchestra) di Fabio Greco.

Attualmente è docente della cattedra di Violino al Liceo Musicale di Palermo “Regina Margherita”.