Tornano al Museo Pasqualino le marionette di Orlando e della Sirena / Le immagini del restauro

COOP ALLEANZA 3.0 RESTAURA A PALERMO IL PUPO ORLANDO E LA SIRENA: riconsegnate alla città le marionette il cui recupero è stato finanziato da “Opera tua”, il progetto della Cooperativa che sostiene l’arte e i sapori del territorio

orlando-e-la-sirena
Pupo Orlando e la Sirena restaurati

Sono terminati i lavori di restauro delle marionette di Orlando e della Sirena custodite al Museo internazionale delle marionette Antonio Pasqualino di Palermo (Mimap). Le opere sono state riconsegnate questa mattina durante un incontro a cui hanno partecipato Rosario Perricone, direttore del Museo internazionale delle marionette Antonio Pasqualino, Darawsha Adham, assessore comunale alle Culture, Giovanni Pagano, coordinatore macroarea Sud Politiche Sociali Coop Alleanza 3.0, Enrico Bressan, presidente Fondaco Italia, e la restauratrice Belinda Giambra. Il puparo Salvatore Bumbello ha offerto una breve rappresentazione con il Pupo Orlando e la Sirena.

Il lavoro di recupero è stato finanziato grazie a Opera tua, il progetto di Coop Alleanza 3.0 che sposa due eccellenze del Belpaese (cibo e arte) in un viaggio alla scoperta del patrimonio artistico locale, composto da grandi e piccoli capolavori, a volte un pò dimenticati e segnati dal tempo, che possono così essere restituiti alla comunità in tutta la loro bellezza.  

“Ancora un’importante collaborazione fra soggetti diversi, fra pubblico e privato per la tutela e la cura del nostro patrimonio artistico e culturale” ha dichiarato l’assessore comunale Darawsha Adham. “Qui, la collaborazione fra due eccellenze, quella della sensibilità e responsabilità sociale dell’impresa da un lato e quella museale e culturale dall’altra. Sono grato a Coop Alleanza 3.0 per questo regalo fatto alla città, che arricchisce ancora di più il lavoro fatto dal Museo Pasqualino, uno dei tanti gioielli palermitani della cultura e del certosino lavoro di tutela e valorizzazione del nostro patrimonio in un’ottica di apertura e dialogo col resto del mondo.” A margine dell’incontro l’assessore ha anche proposto l’apertura serale del Mimap.

“Da oggi due preziose testimonianze dell’artigianato e del teatro popolare dell’Ottocento tornano a disposizione di tutti. Il restauro di Orlando e della sirena, due pupi palermitani di straordinaria bellezza – osserva Rosario Perricone, direttore del Mimap – testimonia l’importanza della collaborazione virtuosa tra custodi dei patrimoni, istituzioni ed enti privati per salvaguardare, sostenere e promuovere le eccellenze del territorio”.

“Un’azienda che decide di investire nella valorizzazione dei beni culturali, – sottolinea Enrico Bressan, presidente di Fondaco – un lungo elenco di istituzioni italiane che partecipano con grande entusiasmo, come oggi questo splendido Museo internazionale delle marionette Antonio Pasqualino. È questo il perfetto meccanismo che si è creato tra pubblico e privato grazie ad Opera Tua e grazie alla professionalità dei nostri restauratori che riescono a far “rivivere” queste sue splendide marionette, esempio di cultura e tradizione siciliana”.

Per Giovanni Pagano di Coop Alleanza 3.0 “l’iniziativa Opera Tua, nell’ambito del più ampio progetto 1 per tutti 4 per te, costituisce un esempio virtuoso di cittadinanza responsabile e partecipativa: attraverso scelte consapevoli di acquisto, i consumatori e i soci della nostra Cooperativa contribuiscono direttamente alla crescita culturale e al benessere della comunità in cui vivono”.

La marionetta di Orlando 

E’ un pupo palermitano costruito da F. Paolo Di Giovanni. Presenta un’armatura in alpacca con croce sull’elmo, sulla corazza e sullo scudo; la faroncina verde con passamaneria rossa e oro; il cimiero con aquila e pennacchio con piume di struzzo verdi. Reca sullo scudo l’insegna di famiglia, l’aquila e la croce, simbolo dei Chiaramonte. La testa è glabra e gli occhi presentano il caratteristico difetto del personaggio, lo strabismo. Ha un ferro di manovra alla mano destra; tre fili ausiliari all’elmo, alla mano e alla coscia sinistra. Il gonnellino e le piume sono di un acceso azzurro – verde. Il restauro ha previsto lo smontaggio della marionetta – testa, ossatura e armatura – in tutte le sue parti per verificare nel dettaglio il suo stato. Dopo una prima fase di pulitura con solventi specifici, le parti in legno sono state trattate con un prodotto antitarlo che, una volta applicato ha richiesto circa un mese di attesa: il pupo è stato fatto riposare all’interno di una busta sigillata per permettere al prodotto di agire efficacemente e profondamente. Una seconda fase ha previsto il recupero delle varie parti dell’armatura mediante pulitura con lubrificante, saldatura a stagno delle parti danneggiate e la sostituzione delle “trafitte”, ovvero i perni di filo di ferro che attraversano le cerniere delle varie parti dell’armatura per collegarle.

La Sirena 

La marionetta incarna bene l’aspetto fantastico, essenziale nella storia dei Paladini di Francia, è di ottima fattura, ed è realizzata con un busto femminile in legno e con due code in tela; alle pinne sono legati dei fili (inchiodate ai fianchi), oltre a quelli sulle mani, che permettono ai pupi di sollevare e utilizzarle come appoggio per far avanzare il pupo, come se camminasse. La sirena rappresentava infatti un nemico con cui ingaggiare battaglia, come dimostra la scimitarra brandita nella mano destra.

“Opera tua” 2019

L’edizione 2019 di Opera tua, che si è da poco conclusa, è collegata all’iniziativa più ampia di Coop Alleanza 3.0, “1 per tutti 4 per te”: l’1% del valore degli acquisti di soci e consumatori dei prodotti Fior Fiore – la linea legata alle iniziative in ambito culturale – è andato anche al sostegno di “Opera tua”. Con “Opera tua”: ogni mese in tutte le regioni in cui è presente la Cooperativa, sono stati proposti ai soci due gioielli artistici del territorio per essere votati e definire così l’opera cui destinare i fondi per il recupero. Le votazioni si sono svolte on line sul sito di Coop Alleanza 3.0 e nella sezione dedicata al progetto all.coop/operatua è stato possibile seguire gli esiti delle votazioni e vedere i restauri dei capolavori locali in corso di svolgimento.  “Opera tua” è un progetto coerente con l’impegno della Cooperativa per la cultura, individuata come veicolo di coesione sociale. Le opere da restaurare sono state scelte con Fondaco Italia, società attiva nella valorizzazione dei beni culturali, in collaborazione con l’Associazione Beni Italiani Patrimonio Mondiale Unesco e le istituzioni territoriali. Quest’anno, inoltre, il progetto può contare anche sul patrocinio del Touring Club Italiano.

“Opera tua” in Sicilia

Nel 2019 quella del Pupo Orlando è stata l’opera più votata nella tappa dedicata alla Sicilia: il 51% dei soci Coop votanti lo ha preferito all’altra opera in gara, la “Natività di Gesù e l’adorazione dei pastori”, un dipinto olio su tela del XVII secolo di Domenico Marolì, conservato nella Chiesa di Santa Maria della Grotta di Messina. L’anno precedente invece era stato finanziato il recupero del Ritratto di Gentiluomo, un olio su tavola datato 1570 circa e attribuito a “El Greco”, già riconsegnato al Castello Ursino di Catania, mentre nel 2017 era stato scelto il restauro della Fontana del Genio di piazza Rivoluzione (Palermo).

Sull’argomento leggi anche:

Print Friendly, PDF & Email