Torna la rassegna musicale ”Balata Jazz”: si parte il 14 ottobre con Giacomo Tantillo & Friends

Le esibizioni avranno luogo al “Balata Sicilian Experience”

Giacomo Tantillo

Dopo il successo dello scorso anno, torna l’appuntamento con la rassegna musicale “Balata Jazz” al “Balata Sicilian Experience” (via Roma 218 – ore 21.30 – ingresso libero), curata dal Maestro Mimmo Cafiero: si parte lunedì 14 ottobre con l’esibizione di Giacomo Tantillo & Friends.

La formazione (Giacomo Tantillo, tromba; Roberto Gervasi, fisarmonica; Davide Inguaggiato, contrabbasso – Fabrizio Giambanco, batteria), attraverso una coesione musicale consolidata dalle precedenti comuni esperienze, propone un repertorio di “standards” del jazz e alcune “song” della musica popolare moderna, Italiana ed internazionale, con il filo rosso dell’armonizzazione jazzistica.

Per il secondo anno consecutivo la direzione artistica del Balata Sicilian Experience è affidata a Claudio Terzo e all’etichetta discografica palermitana Patridà Records (fondata dallo stesso Claudio Terzo insieme a Dario Ricolo): oltre a Balata Jazz, il cartellone prevede anche l’appuntamento tutti i giovedì con la musica di qualità di Balata Original Sound (il venerdì, inoltre, con un intrattenimento coi gruppi e cover band che della città). 

Anche quest’ano darò ampio spazio a progetti originali, a suoni nuovi, alla musica jazz e a chi ha tanto da dire qui in città e non solo – racconta Claudio Terzo -. Balata Sicilian Experience si è dimostrato uno dei pochi gli spazi a Palermo dove poter sviluppare proposte musicali ricercate e di qualità. Balata Sicilian Experience sta diventando il punto di riferimento per chi in città cerca con curiosità e interesse eventi di spessore. Le premesse sono ottime e ringrazio ancora una volta Francesco Carnevale imprenditore che ha scelto di aprire Balata Sicilian Experience con una vision “europea”, aperto 16 ore al giorno 7 giorni su 7, per farne uno spazio che coltiva innovazione e che punti alla qualità sotto ogni aspetto, come la cura e il recupero della tradizione dei prodotti e della cucina siciliana, in chiave moderna”.

Print Friendly, PDF & Email