mercoledì, 17 Luglio 2024
spot_img
HomesportTorna a segnare Brunori e il Palermo espugna il Penzo

Torna a segnare Brunori e il Palermo espugna il Penzo

Risultato finale: Venezia 1 – Palermo 3.

Grande partita del nostro bomber Matteo Brunori, che torna a segnare e ne rifila ben tre ai lagunari. I rosanero si riscattano subito dopo la partita persa in casa con il Cosenza.

Formazione ostica quella del Venezia, che durante la partita ci ha dato molto filo da torcere, ma i nostri ragazzi non si sono fatti intimorire e tornano a casa a bottino pieno e in classifica si portano al secondo posto a un punto dalla capolista Parma.

Non è stata una partita facile per i nostri colori però in campo si è vista una squadra che ha giocato con grinta e, grazie all’estro ritrovato dal nostro bomber, conquista tre punti preziosi.

Primo tempo: la partita inizia con un Palermo che si proietta da subito con una certa foga in area del Venezia. AL 6° minuto viene atterrato in area Lund ad opera di un difensore veneto. L’arbitro signor Baroni di Firenze, consulta il Var e concede il calcio di rigore per i palermitani. Dal dischetto Matteo Brunori che calcia a destra e spiazza Joronen (portiere dei lagunari ndr.). Venezia 0 – Palermo 1.

Matteo Brunori

Al 14° Palermo vicino raddoppio con Di Francesco su passaggio di Insigne, Federico calcia con il destro, il suo tiro accarezza la linea di porta ma non entra in rete. Peccato, io avevo già gridato al goal.

Al 32° si fa pericoloso il Venezia con Gytkjaer che colpisce la palla di testa su passaggio di Zampano, palla a lato ma non di molto.

I veneti nei minuti che seguiranno si renderanno più volte pericolosi.

Al 45° è di nuovo il Venezia a provare ad andare in rete, cross di Tessmann elevazione di Busio, ma il suo tiro, per nostra fortuna, si spegne sul fondo.

Al 46° Ci prova Pohjanpalo con un gran destro ma il suo tiro termina alto sulla traversa. Meno male.

A forza di provarci all’ultimo secondo del recupero, cioè al 50° Pohjanpalo questa volta non sbaglia e va in rete. Venezia 1 – Palermo 1.

Secondo tempo: i lagunari cominciano la partita a testa bassa e cercano di agguantare il vantaggio, i nostri ragazzi sono messi in grosse difficoltà, non riescono ad uscire dalla propria area, meno male che la difesa fa bene il suo mestiere.

Al 50° Lella ha la palla del 2 a 1, per nostra fortuna il suo tentativo sfiora il palo.

Finalmente al 55° è il Palermo a tentarci con Lund, ma il suo tiro non inquadra lo specchio della porta. Ma almeno abbiamo posto le basi per far terminare l’assedio dei lagunari.

Al 58° e nuovamente il Palermo a tentarci, Gomes serve Insigne che carica il sinistro a giro, ma il suo tiro termina a lato di poco.

Al 59° sono i padroni di casa con Zampano a cercare di raddoppiare, ma Matteju sulla linea manda il pallone in calcio d’angolo. Pericolo scampato.

Al 61° il portiere del Venezia Joronnen in tuffo con la punta delle dita devia la palla sopra la traversa, il tiro era stato effettuato da Brunori, oggi un vero mattatore.

Comincia i cambi in entrambe le squadre.

Ma il secondo goal da parte dei palermitani e nell’aria infatti al 62° colpo di testa di Lucioni che viene deviato sotto porta da Brunori, pallone in rete. Doppietta del nostro bomber. Venezia 1 – Palermo 2.

Continuano i cambi in entrambe le formazioni.

L’arbitro signor Vanoli di Firenze concede 6 minuti di recupero, ed io mi dico “speriamo bene, con questi minuti di recupero può succedere di tutto”.

Infatti qualcosa succede, il terzo goal di Matteuccio nostro che al 92° su passaggio di Mancuso non si fa scappare l’occasione e a tu per tu con Joronen lo batte con il sinistro, Venezia 1 – Palermo 3.

Che dire di questa partita, grande prestazione di entrambe le squadre, il nostro Palermo è stato superlativo, questa volta ha saputo sfruttare al meglio le occasioni che gli sono presentate, grazie soprattutto al grande estro del ritrovato Brunori, il nostro Capitano.

Adesso ci aspetta, sabato prossimo 1 ottobre al Barbera alle 16:15, la sfida con il Sudtirol.

Forza Palermo sempre e comunque, io ci credo e continuerò a crederci.

Piccolo inciso: cari tifosi del “Corini out e/o aut” e del “Brunori meglio lasciarlo in panchina”, adesso cosa scriverete in rete? Lasciamo lavorare chi è stato demandato a questo compito e appoggiamo la nostra squadra sempre.

N.B. le foto sono tratte dalla pagina facebook del Palermo FC. In particolare ho scelto per la foto di copertina Brunori che esulta emettendo un grido liberatorio.

CORRELATI

Ultimi inseriti