mercoledì, 1 Febbraio 2023
spot_img
HomesocialeTamponi a Punta Raisi, si potenzia lo screening. Prosegue la campagna vaccinale...

Tamponi a Punta Raisi, si potenzia lo screening. Prosegue la campagna vaccinale nei quartieri

Riunione operativa alla Fiera del Mediterraneo, tra il commissario all’emergenza Covid di Palermo Renato Costa e il direttore generale della Gesap Natale Chieppa. L’incontro è servito a concordare le strategie per intensificare ulteriormente l’attività di screening al Covid center dell’aeroporto Falcone e Borsellino di Palermo, in vista dell’incremento dei voli turistici nel mese di agosto.

Le recenti ordinanze del presidente della Regione Siciliana Nello Musumeci hanno infatti aumentato la quantità di Paesi di provenienza con obbligo di tampone all’arrivo per il passeggero; di conseguenza anche il numero dei viaggiatori da sottoporre a test anti-Covid. In particolare l’obbligo, inizialmente previsto solo per Spagna e Portogallo, è stato esteso anche a Malta, Grecia, Francia e Paesi Bassi, il che, anche in concomitanza dell’alta stagione estiva, comporta necessariamente maggiori sforzi per assicurare controlli anti-Covid accurati dei passeggeri con obbligo di tampone. A titolo esemplificativo, solo nel weekend compreso tra il 6 e l’8 agosto, è previsto a Palermo l’arrivo di 45 voli dai Paesi indicati nelle ordinanze regionali, per un totale di 6075 passeggeri in arrivo con obbligo di tampone.

“A luglio, nel Covid center dell’aeroporto, è stato sottoposto a test rapido per la rilevazione del Coronavirus oltre il 70% dei viaggiatori in transito. Ci riferiamo, ovviamente, non al totale dei passeggeri arrivati il mese scorso all’aeroporto di Palermo, ma a coloro per i quali vige l’obbligo di screening – dichiara il commissario Covid della Città metropolitana di Palermo, Renato Costa -. Una quantità più che soddisfacente per noi, che indica che stiamo lavorando bene e che il monitoraggio è serrato e funziona. Ma, come sempre, non ci accontentiamo e puntiamo a migliorarci”.

Tra gli obiettivi del commissario Covid di Palermo, Costa, e del direttore generale della Gesap, Chieppa, anche interventi per potenziare la climatizzazione del Covid center, rendere l’area più confortevole per i passeggeri in attesa del tampone e migliorare il percorso che porta dall’area arrivi al Covid center.

Pizza e vaccino a Vergine Maria, oggi in piazza Magione

Buona anche la seconda per #VaccinInQuartiere. Altra serata di immunizzazioni per i medici della struttura commissariale, “in trasferta” dall’hub della Fiera del Mediterraneo alla borgata marinara di Vergine Maria. Circa 200 i vaccinati in appena quattro ore, nei locali della pizzeria “Mistral”, che ha messo i suoi spazi a disposizione di medici e infermieri dell’ufficio del commissario Covid di Palermo, Renato Costa.

Anche stavolta, com’era stato per la prima tappa di #VaccinInQuartiere all’Arenella, tante le prime dosi effettuate, a dimostrazione del fatto che, specie d’estate, è più semplice convincere le persone a immunizzarsi a due passi da casa, magari abbinando il vaccino al fresco di un gelato o al piacere di una cena.

“Questa iniziativa, così come le altre che abbiamo organizzato nell’ambito della campagna di vaccinazioni di prossimità, serve per archiviare una volta per tutte l’idea del vaccino come qualcosa di faticoso, complicato o che richieda ore – spiega il commissario Covid della Città metropolitana di Palermo, Renato Costa -. Stiamo facendo in modo che immunizzarsi diventi sempre più semplice, rapido e gradevole, oltre che utile a proteggere tutti noi. Quando offriamo alle persone la possibilità di scendere sotto casa e vaccinarsi, vediamo che la loro risposta è immediata ed entusiasta. Se questo è il sistema per convincere anche i più reticenti, andremo quartiere per quartiere anche ogni giorno, se necessario”.

Intanto, si è conclusa la tre giorni di vaccinazioni negli uffici degli assessorati regionali.

Venerdì 6 agosto, dalle 18 alle 24, i medici della struttura commissariale saranno a immunizzare in piazza Magione, nei locali del ristorante “Ciccio passami l’olio”. L’iniziativa rientra nell’ambito della partnership tra struttura commissariale per la gestione dell’emergenza Covid a Palermo e Confcommercio, per vaccinare datori di lavoro, lavoratori, clientela e, in generale, quante più persone possibili.

Lavoratori e clienti dei ristoranti “Ciccio passami l’olio” e “Ciccio in pentola” potranno vaccinarsi in piazza Magione, nella postazione dei medici della struttura commissariale, che si troverà nei locali di “Ciccio passami l’olio” (via Castrofilippo 4, nel quartiere della Kalsa e a ridosso di piazza Magione).

COME ACCEDERE AL VACCINO

Sui tavoli dei due ristoranti, i clienti troveranno un qr code con cui prenotare il vaccino: basterà inquadrarlo e si verrà reindirizzati alla piattaforma online della Fiera del Mediterraneo. L’utente riceverà una prima email di conferma della prenotazione e una seconda che annuncerà che è arrivato il suo turno. A quel punto potrà avvicinarsi al camper dei medici per immunizzarsi.

L’iniziativa è aperta anche a turisti, passanti e a chiunque, pur non trascorrendo la serata in uno dei due ristoranti, voglia vaccinarsi contro il Coronavirus. Basta avere dai 12 anni (compiuti) in su e portare con se la tessera sanitaria e un documento di identità in corso di validità.

CORRELATI

Ultimi inseriti