venerdì, 30 Luglio 2021
spot_img
HomePalermoStrage di via D'Amelio: il 18 e 19 luglio le celebrazioni per...

Strage di via D’Amelio: il 18 e 19 luglio le celebrazioni per commemorare le vittime

Ecco il programma del 18 e 19 luglio che si terrà all'albero di via D'Amelio e da remoto

Il 18 e il 19 luglio, nell’ambito delle celebrazioni in ricordo del 29° anniversario della strage di via D’Amelio, si terrà a Palermo un ventaglio di manifestazioni per commemorare il giudice Paolo Borsellino e gli agenti Agostino Catalano, Emanuela Loi, Claudio Traina, Vincenzo Li Muli, Eddie Walter Cosina.

Letture, dibattiti, testimonianze del mondo dell’istruzione, della politica, dell’associazionismo, della società civile, nel segno della diffusione della cultura della legalità, organizzati dal Ministero dell’Istruzione, dal Comune di Palermo, dal Centro Studi “Paolo e Rita Borsellino”, dalla Libera Università degli studi di Enna e dall’Associazione “Agesci”.

In memoria della Strage di Via D’Amelio, domenica 18 e lunedì 19 luglio attorno l’albero di ulivo messo a dimora nella voragine lasciata dall’autobomba e in diretta streaming sulla pagina Facebook Centro Studi Borsellino, in onda le testimonianze di David Sassoli, Liliana Segre, Rosy Bindi, Gherardo Colombo, Roberto Lipari previste per il 18 luglio, e gli interventi di Massimiliano Fiorucci e Maurizio Carandini previsti per il 19 luglio che, si ricorda, avverranno da remoto.

IL PROGRAMMA

18 luglio 2021 | Ore 18.00
Via D’Amelio, attorno l’albero della Pace
IL TEMPO CHE VERRÀ TRA MEMORIA E FUTURO
Libertà, Solidarietà, Responsabilità, Partecipazione, Uguaglianza, Memoria, Utopia

Dedicato a Rita, Paolo, Agostino, Claudio, Emanuela, Vincenzo e Walter

Interventi di:
David Sassoli, Presidente del Parlamento europeo; Leoluca Orlando, Sindaco di Palermo; Liliana Segre, Senatrice a vita; Rosy Bindi, Ex presidente della Commissione parlamentare antimafia; Gherardo Colombo, Ex magistrato; Roberto Lipari, Attore; Laura Cannone – Giovanni Cucinella – Vincenzo Zangara
Agesci Clan “Nizer” Capaci 1; Giuseppe Lipari, Membro dell’Esecutivo del Global Student Forum; Vittorio Teresi, Presidente del Centro Studi Paolo e Rita Borsellino.

Legge
Cocò Gulotta | Coordina Marco Pomar
Musiche Alessandro Adamo e la Piccola Orchestra Malarazza

18 luglio 2021 |Ore 20.30
IL VALORE DI UNA “CARTA”
Veglia in stile rover a cura del gruppo Agesci Clan “Nizer” Capaci 1

Ore 22.00 | Celebrazione eucaristica

19 luglio 2021 | Ore 9.00
Via D’Amelio, attorno l’albero della Pace
COLORIAMO VIA D’AMELIO
Il 19 luglio per i cittadini di domani

Letture e animazione ludica per alunni e alunne
In collaborazione con Associazione Santa Chiara, Laboratorio Zen Insieme, Associazione San Giovanni Apostolo onlus, Associazione Il Quartiere di Monreale e con gli studenti del Corso di laurea in Scienze della Formazione Primaria dell’Università degli Studi di Enna “Kore”

Ore 11.00
Merenda

Ore 11.15
CONCORSO NAZIONALE QUEL FRESCO PROFUMO DI LIBERTÀ
Presentazione della sesta edizione
Interventi di:
Barbara Floridia, Sottosegretario di Stato per l’istruzione; Stefano Suraniti,
Direttore Ufficio Scolastico Regionale per la Sicilia; Massimiliano Fiorucci,
Presidente Siped – Società italiana di Pedagogia; Vittorio Teresi, Maria Tomarchio e Viviana La Rosa ->Centro Studi Paolo e Rita Borsellino

Ore 12.15
Salvo Piparo legge Palermo 64 righe di Annabella Di Vita

Ore 12.30
La scuola, il territorio, l’educazione alla legalità democratica.
La voce della scuola
Interventi di:
Lucia Sorce, Dirigente Istituto Comprensivo “Rita Borsellino” di Palermo; Maurizio Carandini, Dirigente Istituto Comprensivo Valenza “A” (AL); Giusi Aprile, Dirigente Istituto Comprensivo Archimede di Siracusa.

***

Il sindaco Leoluca Orlando il prossimo 19 luglio, nell’ambito delle celebrazioni del 29° anniversario della strage di via D’Amelio, conferirà alla Polizia di Stato la cittadinanza onoraria  che sarà consegnata al prefetto Lamberto Giannini, capo della polizia – direttore generale della pubblica sicurezza. Un riconoscimento a tutte le donne e a tutti gli uomini della Polizia di Stato che è simbolo di unione tra la città di Palermo e coloro che con professionalità difendono ed hanno difeso i valori della giustizia, della legalità e della libertà, anche con il sacrificio della vita.

La cerimonia si svolgerà all’aula Domenico Corona all’interno della caserma Lungaro alla presenza del questore di Palermo, Leopoldo Laricchia.

***

IL MURALE DI PAOLO BORSELLINO COMPLETA L’OPERA “LA PORTA DEI GIGANTI”

Con il murale che ritrae il giudice Paolo Borsellino si completa La porta di Giganti, un’opera della Fondazione Giovanni Falcone, realizzata dall’artista Andrea Buglisi con il contributo della Regione Lazio. E’ l’ultimo capitolo della narrazione Spazi Capaci-Comunità Capaci, un’iniziativa della Fondazione Falcone che, attraverso l’arte, si propone di rinnovare il rapporto tra le città e i cittadini. Si tratta di un progetto di design sociale curato da Alessandro de Lisi.

Il murale che riproduce il volto del giudice ucciso in via D’Amelio il 19 luglio del 1992  insieme agli agenti della scorta Eddie Walter Cosina, Emanuela Loi, Claudio Traina, Agostino Catalano e Vincenzo Li Muli, è stato realizzato su una superficie di oltre novecento metri quadrati, su un palazzo di sei piani in via Sampolo, in prossimità dell’aula bunker del tribunale di Palermo, teatro del maxiprocesso alla mafia, accanto al grande ritratto di Giovanni Falcone, completato per lo scorso 23 maggio. 

Spazi Capaci, completato il 18 maggio, nel giorno in cui il giudice Falcone avrebbe compiuto 82 anni, vuol farci tornare a vivere le città attraverso le opere in un percorso sperimentale di “memoria 4.0”, che, partendo da luoghi di Palermo simbolo della vitalità della lotta civile contro la mafia, compie un viaggio attraverso tutto il Paese. Un cammino lungo tre anni verso la riappropriazione di luoghi significativi di memoria, col traguardo nel 2023, anno in cui ricorre il 30ennale delle stragi di Firenze, Roma e Milano e del culmine della strategia stragista di Cosa nostra.  

Il progetto è stato inaugurato il 23 maggio, giorno della strage di Capaci, nell’AulaBunker dell’Ucciardone che ha ospitato una colossale installazione di Velasco Vitali dal titolo “Branco”. Nel progetto, a cui hanno aderito la Soprintendenza per i Beni Culturali di Palermo, il Teatro Massimo di Palermo, il Museo Archeologico Regionale Salinas, Il Colosseo a Roma e che ha ricevuto il plauso del Comando Generale dell’Arma dei Carabinieri, oltre al Branco e “La porta dei Giganti”, rientra anche la statua “L’attesa” realizzata dall’artista trentino Peter Demetz.

Sempre per Spazi Capaci a Brancaccio, infine, periferia per anni feudo dei clan, l’arte si è ripresa piazza Anita Garibaldi. Là dove sorge la casa museo dedicata a don Pino Puglisi, Igor Scalisi Palminteri ha realizzato un monumentale polittico urbano dal titolo “Roveto Ardente”.

***

ALLA SCOPERTA DELLE MILLE SFACCETTATURE DI PALERMO CON FUNIMA INTERNATIONAL ONLUS 

Oltre 250 persone provenienti da ogni parte d’Italia in tour per le strade e i vicoli del centro storico di Palermo, per scoprirne la bellezza e contrasti che la distinguono. Sono soci e sostenitori di FUNIMA International, un’associazione Onlus attiva nel campo della solidarietà in difesa dei diritti dell’uomo operante anche a Palermo.   L’organizzazione sostiene famiglie e comunità che vivono situazioni di disagio fisico, psichico e morale legate a difficoltà sociali e ambientali nel mondo. 

Il tour condotto da 11 guide abilitate della Regione Siciliana, si svolgerà lunedì 19 Luglio alle ore 9.30 con partenza da Piazza San Giovanni Decollato, Palermo. Si tratta dell’evento conclusivo di tre giorni che FUNIMA International ha organizzato, insieme ad altre realtà del territorio, in occasione del ventinovesimo anniversario della strage di Via d’ Amelio.  

Obiettivo: mostrare “live” ai propri sostenitori i progetti di solidarietà in atto a Palermo, e dell’impatto positivo che il volontariato e l’impresa sociale hanno anche sull’economia locale, creando una rete di imprese, tessuta con passione, giovane e sana. Oltre alla bellezza dei monumenti di Palermo, il tour proposto avrà come focus le realtà economiche e di volontariato attive nel quartiere dell’Albergheria, e metterà in luce tutte le contraddizioni e le sfaccettature, le realtà multietniche e multireligiose che rendono questo quartiere unico al mondo. 

L’ultimo progetto avviato è l’Ambulatorio Sociale di Psicoterapia, inaugurato il 12 giugno insieme all’Associazione locale Parco del Sole per le famiglie del quartiere Albergheria di Palermo. Un’iniziativa che si inserisce all’interno di un grande progetto di educazione e accompagnamento alle famiglie, nata dalla partnership fra FUNIMA International, Associazione Parco del Sole e che prevede il finanziamento della Fondazione Terzo Pilastro – Internazionale. 

CORRELATI

Ultimi inseriti