SSD Palermo promosso in serie C. Non ci hanno regalato nulla

Il calcio palermitano torna meritatamente tra i professionisti

Esultanza dei giocatori a fine partita

Finalmente arriva la tanto attesa comunicazione: la promozione in serie C della SSD Palermo è ufficiale. Si torna, anche se in una serie minore, tra i professionisti.

Al grido, sommesso, di “C siamo”, finalmente è terminato l’anno di purgatorio del Palermo. I tifosi, la società e tutti quelli che ci abbiamo creduto siamo stati premiati.

Nessuno, dopo il fallimento della squadra dello scorso anno, ci credeva più che il Palermo del calcio si sarebbe risollevato. Per fortuna con la lungimiranza del duo Mirri – Di Piazza possiamo finalmente alzare la testa e tornare dove ci spetta. Questa città merita ben altri palcoscenici che quelli di serie D, senza offesa e senza nulla togliere alle squadre che ci militano.

Ieri in Consiglio Federale della Figc ha accolto la proposta della Lega Nazionale Dilettanti di promuovere d’ufficio le prime in classifica di ogni girone di serie D, e quindi tra queste il nostro Palermo. Il campionato a causa del coronavirus era stato definitivamente bloccato e quindi la classifica congelata.

Personalmente è stata una bella avventura, vissuta con entusiasmo fanciullesco, una scommessa vinta grazie all’amico Ninni Ricotta che mi ha convinto, prima che iniziasse il campionato, a seguire le vicende della nuova società ed ha scrivere, a modo mio, sulla squadra di calcio del Palermo. Ho accettato, con riserva in quanto in vita mia non avevo mai scritto un rigo come giornalista sportivo. Sì, sono un tifoso sfegatato del Palermo, mia unica e sola squadra dai tempi adolescenziali. Il giornalista sportivo deve conoscere bene il mondo del calcio, le squadre, le società, etc. Io, per fare un esempio, solo alla fine degli incontri ufficiali ho cominciato a distinguere in campo i giocatori, infatti, i miei articoli, se tali si possono chiamare, sono stati, diciamolo un po’ sbarazzini, però mi ha fatto piacere che sono stati apprezzati, ho ricevuto tanti complimenti, che alla mia età fanno piacere.

Alcuni commenti a caldo:

  • Dario Mirri: “Obiettivo raggiunto, più forti e sicuri che mai. Al via sito in inglese ed e-commerce”.
  • Mario Aberto Santana: “E’ la vittoria di tutti i palermitani. Con i compagni rinunciamo al premio stagionale”.
  • Il Sindaco Orlando: che ieri ha personalmente esposto la bandiera rosa-nero a Palazzo delle Aquile accanto a quelle istituzionali, “La promozione in serie C, di fatto, è il primo traguardo raggiunto di quel progetto iniziato la scorsa estate”.

Poi sono seguiti, sui social i commenti di tanti altri giocatori della squadra, compresi quelli che in passato hanno militato nel palermo e che non hanno mai dimenticato i colori rosa-nero.

Adesso si apre una grande opportunità per la città e per la squadra, sono sicuro che in serie C saremo ancora protagonisti, gli obiettivi che la società si è prefissata sono tanti. Nel mio piccolo continuerò a seguire la mia squadra e spero che lo stadio torni a riempirsi senza alcuna paura per la pandemia incombente. Auspico che durante l’Assemblea dei soci, Mirri e Di Piazza chiariscano la loro posizione e torni finalmente il sereno.

Forza Palermo sempre e comunque.

Curva Nord

P.S. Un plauso ai tifosi, che visto il momento particolare, non hanno voluto organizzare delle feste in piazza, per rispetto delle persone che non ci sono più a causa della pandemia.