Spazio Brass – Darius Brubeck Quartet

Darius Brubeck Quartet
Darius Brubeck Quartet

Continui applausi e sold out per il concerto “Darius Brubeck Quartet plays music of Dave” andato in scena al Real Teatro Santa Cecilia a Palermo per la stagione concertistica della Fondazione The Brass Group ed inserito nel programma di Palermo Capitale della Cultura 2018.

Intervistato per Spazio in Brass, il format creato dalla collaborazione tra la Fondazione The Brass Group e il Giornale Cittadino Press, il musicista Darius Brubeck, figlio di uno dei più grandi artisti e compositori di musica jazz al mondo, Dave Brubeck, dichiara «Sono felice ed emozionato di esibirmi a Palermo, dove suono per la prima volta e dove mio padre, Dave è salito sul palco del Brass nel 1988, ben 30 anni fa»

… continua dopo il video …

Un’esibizione quella del Teatro Santa Cecilia che he ha visto protagonisti oltre al figlio del leggendario musicista apiano, anche Dave O’Higgins al sax, Matt Didley al contrabasso e  Wesley Gibbens  alla batteria. Il Quartet ha presentato composizioni originali del repertorio di Dave Brubeck fino a giungere al famosissimo “Take Five”

Darius Brubeck ha sicuramente una storia alle spalle di grande musica, figlio d’arte, in tournée in tutto il mondo, oltre ad essere compositore ed autore, è professore universitario, e gira in concerto anche con i fratelli Chris e Dan. Memoria storica dunque tra le note di composizioni del padre, il pubblico presente nello storico teatro palermitano è stato “inebriato” dalle note ed improvvisazioni tipiche della musica jazz in un concerto unico.

Ricordiamo,  che nel 1954 Brubeck diventò il primo musicista jazz dopo Louis Armstrong ad apparire sulla copertina diTime. Il magazine assieme alla sua foto annunciò “The bird of a new kind of jazz age in the U.S.”. Ed e’ il 1959 l’anno in cui viene pubblicato quel disco capolavoro, probabilmente tra i 10 dischi da isola deserta per molti jazzisti, che è Time Out.  Dave Brubeck, che con il suo west coast jazz, diventa straordinario divulgatore del jazz e per questo spesso criticato da chi amava pensare ad un genere esclusivamente afroamericano, puro e incontaminato.

Dave è stato un precursore di quello che oggi chiameremo contaminazione tra gli stili e sonorità diverse, coinvolgendo un pubblico sempre più ampio. Formidabile pianista e compositore, è divenuto la storia del piano jazz. E di certo il figlio Darius si è rivelato all’altezza del compito arduo di far risuonare i capolavori scritti dal padre, regalando una serata di classe musicale cristallina al pubblico felice del Real Teatro Santa Cecilia.

Riprese video per la Fondazione The Brass Group Antonio Del Popolo

Print Friendly, PDF & Email