Solidarietà per il Questore Renato Cortese: domani Palermo scende in piazza

locandina appuntamento per sostenere renato cortese

Nei giorni scorsi la notizia che il Tribunale di Perugia ha condannato, in primo grado, a 5 anni di reclusione e con l’interdizione perpetua dai pubblici uffici Renato Cortese, fino a ieri Questore di Palermo, per il caso Shalabayeva, l’accusa sarebbe sequestro di persona con alcuni capi d’imputazione di falso ideologico. Cortese, ai tempi, era Primo Dirigente della Mobile a Roma, e la vicenda riguarda proprio l’espulsione dall’Italia di Alma Shalabayeva, la moglie del dissidente kazako Muktar Ablyazov, rimpatriata nel 2013 con la figlia di 6 anni. La donna e la figlia sono poi tornate in Italia e a Shalabayeva, nell’anno successivo, è stato riconosciuto l’asilo politico.

Cortese ha catturato Giovanni Brusca, Pietro Aglieri, Salvatore Grigoli, Bernardo Provenzano, e con l’hashtag sui social #iostoconcortese tanta gente, palermitana e non, si sta mobilitando per sostenere e difendere l’ex Questore di Palermo e, con lui, il suo operato che ha sempre mirato a garantire la sicurezza del territorio. E’ per questo che domani, lunedì 19 ottobre, a Palermo, è stato programmato ed autorizzato un appuntamento spontaneo che avrà inizio alle ore 16, a piazza Verdi.

All’incontro in piazza prenderanno parte associazioni, consiglieri e cittadini per ricordare il grande lavoro che Cortese ha svolto in questi anni proprio qui, nel capoluogo siciliano, il tutto nel rispetto dell’operato della Magistratura e nella speranza che se ne potrà riconoscere l’innocenza.

L’evento avverrà nel rispetto della normativa anticovid, obbligatorio l’uso della mascherina e il distanziamento sociale.

locandina appuntamento per sostenere renato cortese