lunedì, 27 Settembre 2021
spot_img
HomesocialeSociale: grazie al contributo del Rotary Club Palermo, si amplia la mensa...

Sociale: grazie al contributo del Rotary Club Palermo, si amplia la mensa Don Orione

In un frangente così difficile, come l’attuale momento di pandemia, il Rotary Club Palermo ha scelto di finanziare l’ampliamento delle attrezzature professionali della cucina della Mensa Don Orione, tra cui un armadio refrigerante inox, un armadio dispensa, un pensile e tavoli per preparazione.

Il Presidente Vincenzo Autolitano, in collaborazione con i past-President Fabio Di Lorenzo e Salvatore Varia, ha scelto di finanziare questo progetto, in continuità con quello avviato lo scorso anno da alcuni Club dell’Area Panormus, proprio con l’intenzione di incidere concretamente sulle misure di contrasto alla povertà.

La mensa, gestita dalla Caritas della Parrocchia Madonna della Provvidenza, è presente attivamente sul territorio cittadino già da alcuni anni, ma, proprio per l’incremento della mancanza di lavoro e della povertà, si sono resi necessari ampliamenti e ristrutturazioni per potere aumentare i pasti caldi che vengono offerti quotidianamente a vecchi e nuovi poveri, tanto da raggiungere ad oggi i 180 pasti giornalieri, anche grazie alle donazioni del Rotary.

La necessità maggiore per la mensa era infatti poter conservare adeguatamente le grandi quantità di cibo fresco proveniente anche da sequestri effettuati dalla Guardia di Finanza o da altre forze dell’ordine, che altrimenti sarebbe stato impossibile accogliere e conservare senza le nuove attrezzature.

In occasione della consegna, il Parroco Don Domenico Napoli ha esposto i propri programmi di solidarietà e ha guidato il Governatore del Distretto Rotary 2110 Sicilia-Malta, Alfio Di Costa, alla visita delle varie strutture ampliate del Centro Don Orione, pronte ad accogliere un centro ascolto, un poliambulatorio e un dormitorio.  

Alla fine, la visita della cucina della mensa, in piena attività, con i volontari impegnati nella preparazione dei pasti caldi per i numerosi utenti, già in attesa nel primo pomeriggio, in fila sul marciapiede.

CORRELATI

Ultimi inseriti