Sicilia Democratica. Costituito a Palermo il gruppo consiliare con Finazzo, Lombardo e La Corte.

Si è costituito oggi, 17 dicembre, a Palazzo delle Aquile a Palermo, il gruppo consiliare di Sicilia Democratica con la presentazione dei tre consiglieri che hanno deciso di “entrare” nel nuovo e nascente soggetto politico. Si tratta di Orazio La Corte e Maurizio Lombardo che provenendo dal Movimento “Leva Democratica”di fatto si “federano” e di Salvatore Finazzo che lascia l’UDC. La presentazione è stata fatta dal Segretario Regionale del partito, On. Lino Leanza e dal Commissario Provinciale di Palermo, On. Totò Lentini.

sd5

Un contesto di collaborazione e di condivisione, finalizzato ad un evidente progetto sociale: sono questi i punti messi in rilievo durante l’incontro dall’On. Leanza, per il quale «da adesso, con i tre consiglieri, di fatto è stata messa una pietra significativa per fare in modo che in provincia di Palermo e a Palermo in modo particolare, ci sia il massimo investimento di Sicilia Democratica. Tutti gli atti saranno votati con assoluta lealtà e convinzione – ha precisato – ed è fondamentale sia l’alleanza organica con il PD, basata su rapporti forti e di condivisione, indirizzati al cambiamento e all’interesse della città, sia la collaborazione costruttiva con l’Amministrazione».
Ha partecipato alla seduta, il Presidente del Consiglio Comunale Totò Orlando che ha fatto gli onori di casa. Presente anche il Sindaco di Godrano Matteo Cannella, anche lui aderente al progetto di Sicilia Democratica che ha manifestato l’importanza di individuare interessi comuni tra la grande città e i piccoli comuni, «Bisogna affrontare il problema della valorizzazione dei comuni che vivono perennemente in stato di emergenza e bisogna dare delle risposte effettive affinché il cittadino possa riavvicinarsi alla politica».
Piene di fiducia ma anche ricche di concretezza alcune delle precisazioni fatte dai tre consiglieri. Orazio La Corte ha messo in luce la necessità di stabilire, prima di tutto, una linea comune tra la Regione e il Comune, poi un percorso di collaborazione tra il Sindaco Leoluca Orlando e il partito ed infine un chiaro confronto costruttivo tra Sicilia Democratica e il PD, «oggi, durante il consiglio comunale, comunicheremo in aula la costituzione di Sicilia Democratica. Tutti gli atti condivisi nella massima lealtà saranno votati, ma atti non condivisi non saranno votati. Ora in Consiglio Comunale c’è un nuovo partito il quale pretende il rispetto dei ruoli e della politica per il bene della cittadinanza ».
«Questa è una nuova realtà – dichiara Maurizio Lombardo – sono fiero di farne parte e darò il mio contributo».

sd4
Significativa la precisazione di Salvatore Finazzo «Quello che mi ha spinto ad aderire al Partito è la presenza di persone serie ed è questo che mi fornisce lo stimolo per costruire e guardare avanti».
Per l’On. Totò Lentini «oggi si celebra una giornata di enorme importanza per la città di Palermo: si inizia finalmente un’attività consiliare di grande diligenza e di grande responsabilità. Vogliamo inserirci, insieme al governo della città, in un contesto di forte crescita, in cui i servizi siano efficienti e ci sia soprattutto sviluppo lavorativo. Per ciò che riguarda Sicilia Democratica, stiamo già da ora organizzando, per il mese di gennaio, l’incontro per la costituzione della segreteria provinciale al fine di eleggere il segretario provinciale, il segretario cittadino e i membri che contribuiranno al direttivo. Il nostro Partito – ha precisato Lentini – si muove in sinergia tra la politica del Palazzo e la politica fuori le mura, punta alla condivisione e al coinvolgimento dei cittadini. Insomma la Politica con la P maiuscola».

sd2
l’On. Totò Lentini

All’incontro hanno partecipato anche diversi Consiglieri di Circoscrizione. Tra questi anche il Presidente della II circoscrizione di Palermo, Antonio Tomaselli, per il quale «Sicilia democratica è un soggetto politico nuovo che nasce per dare voce al territorio e quindi – ha precisato – non posso che esserne coinvolto in primis, essendo inserito nell’ambito di una circoscrizione, simbolo della città, che è quella di Brancaccio, di Padre Puglisi, ma anche la circoscrizione della periferia, di ingresso alla città di Palermo. Il segnale che quindi vogliamo dare è quello di rivolgere l’attenzione verso quelle persone che operano nel territorio, sia dal punto di vista istituzionale sia dal punto di vista sociale e certamente, l’obiettivo è quello di avvicinare la gente alla politica.

sd9
Il Presidente della II Circoscrizione Antonio Tomaselli

«Con l’inizio dell’anno nuovo – ha concluso Leanza – faremo organismi di partito con una assemblea e ci muoveremo con la disponibilità che ci contraddistingue e alla luce del sole. Sono convinto che faremo un grande partito fatto da persone serie e perbene ».