Scuola. Presentato il progetto “Sotto una tenda siamo tutti nomadi”

Questa mattina è stato presentato il progetto “Sotto una tenda siamo tutti nomadi”, che, coordinato dalla “Fondazione Salvare Palermo ONLUS”, coinvolge gli alunni  dell’Istituto d’Istruzione Secondaria Superiore “Damiani Almeyda – Crispi”, del liceo artistico e dell’Istituto Comprensivo Nuccio.
L’iniziativa intende promuovere l’arte come strumento di conoscenza del patrimonio storico artistico e culturale. In particolare, il progetto riguarda lo studio delle edicole votive che si trovano all’interno dei quattro mandamenti del Centro Storico di Palermo, in particolare nel distretto scolastico dell’Albergheria e che versano in uno stato di totale abbandono.
Il progetto è nato con la collaborazione dell’Assessorato alla Scuola, Assessorato alla Cultura, Assessorato al Centro Storico e Assessorato alla Partecipazione e al Decentramento.
“Il progetto – ha detto l’assessora alla Scuola, Barbara Evola – suggella l’importanza di avvicinare i ragazzi alla conoscenza della propria città e dei quartieri storici come punto di crescita individuale e di  evoluzione sociale. La collaborazione fra Università, Comune di Palermo e  diversi attori del privato sociale, crea una sinergia che segue lo stesso obiettivo dell’Amministrazione Cittadina che della partecipazione, specialmente dei più giovani, ha fatto un suo cavallo di battaglia”.