Saracena Volley: Mauro Silvestre torna sulla panchina. Clara D’Arrigo è la nuova palleggiatrice

clara d'arrigo
clara d'arrigo

Dopo l’annuncio del ritorno di Mauro Silvestre sulla panchina della Saracena Volley, la società della costa tirrenica mette a segno il primo colpo di mercato con l’arrivo della nuova palleggiatrice. Si tratta della giovanissima Clara D’Arrigo, classe 2001.
Una giovane di grande prospettiva entra nella famiglia della Saracena Volley a disposizione del tecnico argentino che, nel suo modo di allenare, predilige i giovani ambiziosi e desiderosi di crescere e migliorarsi.

Cresciuta nel Cus Messina, dopo due stagioni in Serie C con il Team Volley Messina, lo scorso anno ha fatto parte del gruppo dell’Akademia Sant’Anna in Serie B2.
“Sono molto felice di essere alla Saracena – ha detto Clara d’Arrigo. Ho scelto questa società perchè è una società che ha delle ambizioni ed obiettivi importanti e che punta sui giovani. Quando ho parlato con il presidente Luca Leone ho capito che ci sono dei progetti ben precisi per il futuro. Mi aspetto da questa stagione una crescita complessiva sia dal punto di fisico che mentale e tecnico. So che quest’anno ci sarà mister Silvestre, un allenatore preparato e di livello, che sono sicura mi consentirà di crescere. Dal mio punto di vista spero di poter dare un contributo importante per il raggiungimento degli obiettivi della società”.

La società è sul mercato e, nei prossimi giorni, ufficializzerà le riconferme ed i nuovi acquisti.
“Dopo l’annuncio del ritorno di mister Mauro Silvestre – ha detto il presidente Luca Leone – abbiamo deciso di iniziare il mercato dalla palleggiatrice e di affidare così la regia alla giovane e talentuosa Clara D’Arrigo, ambiziosa e desiderosa di crescere e che incarna al meglio l’essenza della nostra società. Sono sicuro che potrà dare un ottimo contributo e che potrà ulteriormente migliorare grazie all’esperienza di mister Mauro Silvestre. Nei prossimi giorni proseguiremo il mercato per aggiungere i tasselli necessari per poter così allestire una squadra competitiva in grado di fare bene e puntare ai vertici della classifica”.