venerdì, 19 Luglio 2024
spot_img
Homeletterarea''Sangue a falce'', il romanzo di Giovan Battista Ruffo sull'Anemia falciforme

”Sangue a falce”, il romanzo di Giovan Battista Ruffo sull’Anemia falciforme

Dopo la prima presentazione del romanzo di Giovan Battista Ruffo Sangue a Falce, novità editoriale di Spazio Cultura Edizioni, svoltasi a Roma nella sala ISMA del Senato della Repubblica il 19 giugno, in occasione della Giornata Mondiale dell’Anemia Falciforme, giovedì 27 giugno alle ore 18:30, l’autore incontrerà i lettori alla Fondazione Casa Lavoro e Preghiera dell’Istituto Padre Giovanni Messina, Via Padre Messina Giovanni, 1 – Palermo.

L’autore è Direttore U.O. Ematologia e Talassemia ARNAS Civico Di Cristina Benfratelli di Palermo e membro del Consiglio Direttivo SITE, e spiega “il mio impegno personale, attraverso il romanzo “Sangue a falce”, presentato in Senato proprio in occasione della Giornata mondiale insieme a clinici, rappresentanti istituzionali e associazioni di pazienti, è volto a sensibilizzare su questa malattia, convinto che solo con l’impegno di tutti si possano raggiungere grandi traguardi”.

All’incontro, oltre all’autore, saranno presenti: il Direttore Generale Dipartimento Attività Sanitarie Regione Siciliana  Salvatore Requriez che ha scritto la prefazione al libro, il Procuratore Generale Corte di Appello di Palermo Lia Sava  e l’editore Nicola Macaione. A moderare l’incontro sarà la giornalista Cristina Arcuri.

Il romanzo Sangue a falce racconta l’anemia falciforme attraverso una narrazione avvincente che intreccia storie di vita reale con il dramma della malattia. Ambientato a Palermo, una città da sempre crocevia di popoli dell’area mediterranea, il libro non solo mette a fuoco la sofferenza e le sfide affrontate dai pazienti, ma affronta anche temi cruciali come l’immigrazione clandestina e la tratta delle schiave provenienti dall’Africa subsahariana verso il nostro Paese. L’autore ha infatti spiegato: “Il romanzo utilizza il potere della narrazione per sensibilizzare il pubblico su una condizione complessa, mettendo in luce non solo le sfide mediche, ma anche le interconnessioni sociali e culturali”.

CORRELATI

Ultimi inseriti