San Vito lo Capo, al via la I edizione del Festival del cinema italiano

Dal 29 settembre al 3 ottobre al via la Prima edizione del Festival con documentari e dibattiti su cambiamenti climatici, sostenibilità, energia, produzione agricola del futuro, sfruttamento del mare. Al Palafestival - Teatro “Frate Anselmo Caradonna”

moschella e mulè
moschella e mulè

Cambiamenti climatici e loro conseguenze, approvvigionamento energetico, transizione agroecologica, sfruttamento dei mari e gli effetti sulla sostenibilità del pianeta e sul nostro futuro. Sono questi i grandi temi al centro dei documentari italiani in concorso al Festival del Cinema Italiano, dal 30 settembre al 4 ottobre a San Vito lo Capo, in Sicilia, organizzato da A&D Comunicazione.

Il Festival, alla sua prima edizione e che ha scelto Paolo Genovese come direttore artistico per la parte cinematografica, dedica anche un grande spazio ai temi ambientali in una apposita sezione curata da MedReAct. Saranno presentati in concorso 4 documentari: “La lunga rotta” di Roberto Lo Monaco, “Soyalism” di Stefano Liberti e Enrico Parenti “The Climate Limbo” di Elena Brunello, Regia di Francesco Ferri e Paolo Caselli, “Tra il mare e la terra” di Marco Spinelli.

Al migliore tra questi, scelto dalla giuria composta dai giornalisti Stefano Amadio, Arianna Finos, Annamaria Piacentini, sarà assegnata la “Stella d’argento”.

I film saranno, inoltre, motivo per approfondire alcune tematiche di cui si parlerà, a margine di ogni proiezione, con scienziati, esperti e attivisti.

L’appuntamento si avvale del patrocinio di: Ministero dell’Ambiente, Regione Sicilia, Comune di San Vito Lo Capo, Centro Sperimentale di Cinematografia, Riserva Naturale dello Zingaro; il sostegno di Mibact e del Comune di San Vito Lo Capo.

Programma del Festival 

proiezioni di film in concorso

29/09 – PADRENOSTRO, regia di Claudio Noce 

30/09 –  SEMINA IL VENTO, regia di Danilo Caputo 

             IL REGNO, regia di Francesco Fanuele 

01/10 –  GUIDA ROMANTICA A POSTI PERDUTI, regia di Giorgia Farina 

             LA VACANZA, regia di Enrico Iannaccone 

02/10 –  NON ODIARE, regia di Mauro Mancini 

             PARADISE, UNA NUOVA VITA, regia di Davide Del Degan 

Cortometraggi in concorso: 

30/09 –  IL RICORDO DI DOMANI, regia di Davide Petrosino 

             U’SARCINALE,regia di Ernesto Censori 

01/10 – UNA COSA MIA, regia di Giovanni Dota

             IL NOSTRO TEMPO, regia di Veronica Spedicati 

02/10 –  UNA SIGNORA CON SESAMO, regia di Giuseppe Moschella.  Il corto è visibile su Rai Cinema Channel – Rai play per un anno intero. “Una signorina con sesamo” (15′) con Mario Pupella ed Emanuela Mulè -in collaborazione con Nuovo Imaie di Roma, Centro Tau di Palermo e Kalos Edizioni, direttore fotografia Daniele Ciprì.  Semifinalista al Los Angeles Cinefest,e Cortoconfine IFF (Brescia), finalista al Salento International Film Festival e Festival Cinemator di Carros, Diversity Feedback Film Festival di Toronto, Targa Argento al MareFestival di Salina Premio Troisi 2019, Festival Tulpani di seta nera 2020.

I CATCH YOU, regia di Lorenzo Mannino 

La sezione dedicata ai temi ambientali è curata da MedReAct. Prevede la proiezione di documentari in concorso, seguita da dibattiti condotti da scienziati ed esperti.  

30/09 –  LA LUNGA ROTTA, regia di Roberto Lo Monaco 

·      GLI OCEANI SERBATOIO DI VITA E OSSIGENO PER IL PIANETA, ne parleranno Carlo Cerrano, Domitilla Senni, Federico Gelmi e Roberto Lo Monaco 

01/10 – THE CLIMATE LIMBO, di Elena Brunello, regia di Paolo Caselli e Francesco Ferri 

·      LE CAUSE E GLI EFFETTI DEL CLIMA CHE CAMBIA, ne parleranno Domenico Gaudioso, Giuseppe Onufrio ed Elena Brunello 

02/10 – SOYALISM, regia di Stefano Liberti ed Enrico Parenti 

·      SIAMO PRONTI PER LA TRANSIZIONE AGROECOLOGICA?, ne parleranno Luca Colombo, Giovanni Dara Guccione ed Enrico Parenti 

03/10 – TRA IL MARE E LA TERRA, regia di Marco Spinelli 

·      IL CINEMA E LA CULTURA A SOSTEGNO DELL’AMBIENTE, cinema per l’ambiente, un impegno concreto. 

I convegni 

30/09 –  IL MIO ALBERTONE, a cent’anni dalla nascita, c’è un po’ di Sordi in ognuno di noi 

01/10 – COVID: E SE FOSSE UN’OPPORTUNITÀ?, manuale per un cinema più forte nella pandemia 

02/10 – TUTTO FILM E BOTTEGA, il cinema italiano dall’artigianato all’industria 

La Giuria, composta da Massimiliano Bruno, Presidente, Michela Andreozzi, Matilde Gioli, Edoardo Leo, Rolando Ravello Paolo Kessisoglu, premierà le opere in concorso e assegnerà le “Stelle d’argento al cinema italiano”al:

Miglior film – Migliore opera prima – Miglior documentario – Miglior cortometraggio 

Migliore attore protagonista – Migliore attore non protagonista – Migliore attrice protagonista 

Migliore attrice non protagonista – Premio personaggio dell’anno – Premio del pubblico 

La Giuria per i documentari, composta da Stefano Amadio, Arianna Finos, Annamaria Piacentini, assegnerà la “Stella d’argento” al miglior documentario. 

Durante la cerimonia di chiusura di sabato 3 ottobre verranno assegnati il Premio Vittorio Gassman e il Premio Franca Valeri. 

Madrina della Prima Edizione, Agata Alonzo, volto noto degli appassionati che seguono le trattative del calciomercato attraverso le news di Sportitalia. 

L’accesso al PalaFestival per le proiezioni e i dibattiti è gratuito. È però necessario prenotare la partecipazione per il rispetto della normativa anticovid.
Questo il link per le prenotazioni: technipes.com/macchine.html

Le tavole rotonde saranno inoltre trasmesse in diretta streaming sulla pagina Facebook del Festival del Cinema Italiano.

Per gli altri film e corti in concorso il programma è online sul sito del Festival, al link festivaldelcinemaitaliano.com/