sabato, 3 Dicembre 2022
spot_img
HomeevidenzaRiaprirà a Palermo il reparto di Cardiochirurgia Pediatrica

Riaprirà a Palermo il reparto di Cardiochirurgia Pediatrica

Dopo 12 anni verrà riattivato a Palermo, presso l’ARNAS/Civico di Palermo, il Reparto di Cardiochirurgia Pediatrica.

A darne notizia è Fabrizio Artale, Presidente dell’Associazione “Movimento per la Salute dei Giovani”, che, nel corso di questi lunghi anni, non si è mai arreso all’idea che le migliaia di pazienti del capoluogo siciliano, della provincia, ma anche dell’intera regione, non dovessero potere esercitare quel diritto alla salute sancito dalla Costituziobe, per colpa della burocrazia ma soprattutto per scarsa lungimiranza e attenzione ai problemi del territorio degli amministratori pubblici.

Finalmente l’Unità tornerà in funzione, grazie all’eccellente e attento operato del Direttore Generale Roberto Colletti e dai suoi collaboratori.

“Finalmente – dice Fabrizio Artale – l’ex ‘Reparto Marcelletti’, dell’Ospedale Civico di Palermo, si riaprirà per ospitare il vitale dipartimento che sarà coordinato dai magnifici professionisti dell’IRCCS Policlinico San Donato di Milano”.

“Questa bella notizia – continua Artale – mi dona tanta gioia e commozione perché giunge dopo incessanti richieste, una tenace battaglia e un ininterrotto impegno che ho condotto tra infinite difficoltà, solitudine, amarezze, sconforto ma soprattutto contro l’inerzia e l’indifferenza di tutti coloro che non hanno fatto nulla per continuare l’attività sanitaria, anche, dopo la scomparsa dell’amato Prof. Carlo Marcelletti”.

“Non ho mai smesso di lottare – prosegue Artale – non per sfida ma soprattutto per amore verso tanti piccoli sofferenti che hanno il diritto di essere curati in modo eccellente, anche, nella nostra terra”.

“Se il Buon Dio me lo concederá – conclude Artale -, sarò ancora in trincea per tutelare il ‘Diritto alla Salute, e per continuare vigorosamente la “buona battaglia” affinché questa indispensabile realtà sanitaria possa divenire un punto di riferimento per i piccoli e grandi ‘cuori speciali’ Siciliani”.

CORRELATI

Ultimi inseriti