Rassegna Musiche senza confini. La drone music di Alfredo Giammanco

Il 18 aprile allo spazio Cre.Zi.Plus dei Cantieri Culturali della Zisa di Palermo

Alfredo Giammanco
Alfredo Giammanco

Sintetizzatori analogici e computer che rielaborano in tempo reale un singolo suono che, di volta in volta, diventa qualcosa di diverso. E’ questa la musica diAlfredo Giammanco, compositore palermitano che si esibirà, accompagnato dalla danzatrice Silvia Giuffrè, nell’ambito della rassegna “Musiche senza confini”giovedì 18  aprile alle ore 21.30, al Cre.zi.Plus dei Cantieri Culturali della Zisa di Palermo.

Il terzo appuntamento della rassegna di musiche altre, ideata e diretta a Mario Crispi e prodotta dall’Associazione Culturale Formedonda, ospiterà un concerto che riprende lo stile musicale della drone music. Uno stile che enfatizza l’uso di suoni, note o cluster estendendoli e ripetendoli, inventato negli anni sessanta dal compositore statunitense La Monte Thornton Young.

Silvia Giuffrè
Silvia Giuffrè

Nel corso della sua performance Alfredo Giammanco elaborerà in tempo reale un singolo suono, trasformandolo attraverso sintetizzatori analogici modulari e computer. A questa dimensione sonora si inserirà la coreografia di Silvia Giuffrè, nota danzatrice trapanese di danza contemporanea.

Alfredo Giammanco, musicista di origini palermitane ha studiato privatamente pianoforte e in seguito composizione, musica jazz e musica elettronica al Conservatorio di musica Antonio Scontrino di Trapani. Tra i suoi insegnanti: Paolo Mangoni, Vincenzo Palermo, Luigi Grassadonia, Giancarlo Bini, Luca Macchi, Salvatore Bonafede, Marco Gasperini. Già orchestrale per l’Orchestra della Nazionale Cantanti, (Enrico Ruggeri, Luca Barbarossa, Marco Masini, Paolo Vallesi). Ha collaborato anche con diversi musicisti come Marco Bortesi (bassista con Mietta, CCCP), Paolo Torelli (chitarrista con Paolo Belli), Roby Berti (batterista di Vasco Rossi ed Elisa), Valentina Ducreux (corista in RAI), Ricky Portera (chitarrista di Lucio Dalla). Nel 2010 entra a far parte de iMusicanti, insieme ai quali incide gli album “ARSURA” e  “Genti”. Ha vinto il “Premio Marcello Marino” con esecuzione di “Musiche per sintetizzatore, lappo altri congegni”. Attualmente si esibisce in live electronics con linguaggi contemporanei orientati verso i soundscape, strutturalismo e arte sonora con catene di sintesi elettroacustiche ibride tra comportamenti analogici e digitali. Nel 2018 Alfredo Giammanco ha dato alle stampe l’album “Dronescapes” per l’etichetta Nostress Netlabel.

Silvia Giuffrè, laureata in Filosofia presso l’Università di Palermo nel 1998 vince una borsa di studio per merito dalla London Contemporary Dance School di Londra e nel 2006 una Menzione speciale per il talento artistico al premio internazionale Palermo in Danza. Dal 1999 intraprende un percorso di studi sulla danza contemporanea in seno alla compagnia Moto Armonico Danza diretta da Betty e Patrizia Lo Sciuto. E’ interprete (sino ad oggi) di tutti gli spettacoli della Compagnia realizzati in collaborazione con gli Amici della Musica di Trapani. Studia a New York presso la Trisha Brown Dance Company dove frequenta anche il Movement Research.. E’ danzatrice nell’Ensamble di Micha Van Hoecke (Baccanti 2009) e partecipa insieme ad altri venti danzatori europei al gruppo di sperimentazione per la ricerca di Steve Paxton presso il Centre National de la Danse di Parigi, e con Mathilde Monnier a Vienna. Come danzatrice partecipa al film Mari con la regia di Michel Ferra, e come coreografa e danzatrice al film Un tango prima di tornare di Italo Zeus, con la fotografia di Daniele Ciprì. La sua prima creazione è Prendo il corpo in parola (2009). Collabora con il Teatro Biondo Stabile di Palermo nello spettacolo Anima, regia e interpretazione di Luciano Roman e in La chiamata regia di Salvo Tessitore. Dal 2013 lavora con la regista Emma Dante in qualità di attrice-danzatrice per varie opere liriche e teatrali (Teatro Massimo di Palermo, Teatro Alla Scala di Milano, Opera di Roma, Comunale di Bologna, Regio di Torino,  Edinburgh International Festival, Grand Théâtre di Ginevra) nell’opera di Strauss Feuersnot, in Gisela! di Hans Werner Henze, in Carmen di G.Bizet in scena al Teatro Alla Scala di Milano e nella Cenerentola di Rossini al Teatro dell’Opera di Roma. Nella stagione 2016/17 danza in Macbethcoproduzione del Teatro Regio di Torino, Edimburgh International Festival (Angel Herald Award) e Teatro Massimo di Palermo ed ancora in “La Voix Humaine” e Cavalleria Rusticana al Teatro Comunale di Bologna. Nel 2017 riceve una borsa di studio dall’Atelier de Paris per la masterclass condotta da Carolyn Carlson. Nel 2018 per il 54° Festival organizzato dall’Istituto Nazionale Dramma Antico è in scena nell’Eracle di Emma Dante al Teatro Greco di Siracusa. Ha curato la coreografia dell’opera lirica l’Elisir d’amore, regia di Natale De Carolis, rappresentata al Teatro Giuseppe Di Stefano nell’ambito del Luglio Musicale Trapanese anno 2018. 

Ingresso con consumazione

Print Friendly, PDF & Email