”Quasi eroi”, la nuova stagione del Teatro Biondo. Dal 21 ottobre

Teatro Biondo di Palermo, Sala Grande
Teatro Biondo di Palermo (particolare della Sala Grande).

Il prossimo 21 ottobre si alzerà il sipario su Quasi eroi, la nuova stagione del Teatro Biondo di Palermo, che la direttrice Pamela Villoresi ha presentato ieri insieme al presidente Giovanni Puglisi al Sindaco di Palermo Leoluca Orlando, all’Assessore al Turismo, Sport e Spettacolo della Regione Sicilia Manlio Messina e all’Assessore alle Culture del Comune di Palermo Mario Zito.

Sarà una stagione ricca di novità e di progetti speciali, nonostante le limitazioni imposte dalle norme per il contenimento del Covid 19, che fino a dicembre non permetteranno di accogliere più di 200 spettatori a spettacolo.

Sono previste 11 produzioni, 5 ospitalità e alcuni progetti speciali di rilievo internazionale, che coinvolgeranno, tra gli altri, la regista Irina Brook e la Compagnia di Pina Bausch.

La stagione sarà inaugurata il 21 ottobre con Viva la Vida di Pino Cacucci nella messa in scena di Gigi Di Luca interpretata da Pamela Villoresi, che dopo la sera della prima, lo scorso marzo, è stata vista da un solo spettatore in sala per tre repliche e da più di 10.000 spettatori in streaming durante il lockdown.

Tra le produzioni di punta: Il misantropo di Molière diretto da Fabrizio Falco con una compagnia di giovanissimi interpreti siciliani, un visionario omaggio a Federico Fellini nel centenario della nascita, con la compagnia NoGravity di Emiliano Pellisari, il debutto palermitano del nuovo spettacolo di Emma Dante, Misericordia, il ritorno al Biondo di Galatea Ranzi con un testo di Erri De Luca, la sorprendente performance sulla Metamorfosi di Kafka, che Lorenzo Gleijeses interpreta diretto da Eugenio Barba, e ancora Maria Paiato che racconta il grande architetto Carlo Scarpa, la trilogia completa Santa Samantha di Rosario Palazzolo, Furiosa Scandinavia di Antonio Rojano, rivelazione della nuova drammaturgia spagnola, che ha ricevuto il prestigioso Premio Lope de Vega, Fronte del porto nella versione contemporanea di Alessandro Gassman e Bengala a Palermo, il progetto di Daniela Morelli sulla comunità indiana di Palermo, che doveva debuttare lo scorso maggio.

Previsto anche il Progetto 100 Sicilie, che nell’arco di un triennio si occuperà di autori come Gesualdo Bufalino, Leonardo Sciascia, Andrea Camilleri, Michele Perriera e Salvo Licata e di nuove scritture, con una sezione dedicata a Franco Scaldati, di cui andrà in scena una nuova edizione de Il cavaliere Sole.

Stagione 2020-2021

“Quasi eroi”

Spettacoli 2020

dal 21 ott. all’8 nov. 2020 – Sala Grande

Viva la vida

liberamente tratto dall’omonimo romanzo di Pino Cacucci

progetto, adattamento e regia Gigi Di Luca

con Pamela Villoresi

e con Lavinia Mancusi (Chavela Vargas, musiche di scena)

e Veronica Bottigliero (La Pelona, body painter)

dal 18 al 29 nov. 2020 – Sala Grande (prima nazionale)

Il misantropo

traduzione Cesare Garboli

regia Fabrizio Falco

regista assistente Davide Cirri

con Davide Cirri, Fabrizio Falco, Claudio Pellegrini, Alice Canzonieri, Rita Debora Iannotta, Doriana Costanzo, Giovanni Arezzo, Luca Carbone, Costantino Buttitta

dal 3 al 13 dic. 2020 – Sala Grande

In nome della madre

di Erri De Luca

regia Gianluca Barbadori

con Galatea Ranzi

dal 29 dic. 2020 al 6 gen. 2021 – Sala Grande(prima nazionale)

Fellini Dream

uno spettacolo di Emiliano Pellisari

con Graziano Piazza e un cast in via di definizione del quale faranno parte giovani interpreti siciliani

e con i danzatori della NoGravity Company

Spettacoli 2021

gennaio 2021

Il delirio del particolare

di Vitaliano Trevisan

regia Giorgio Sangati

con Maria Paiato

e con Carlo Valli e Alessandro Mor

gennaio 2021

Furiosa Scandinavia

di Antonio Rojano

traduzione Marta Bevilacqua regia Javier Sahuquillo

febbraio 2021

Misericordia
scritto e diretto da Emma Dante

luci Cristian Zucaro

con Italia Carroccio, Manuela Lo Sicco, Leonarda Saffi, Simone Zambelli

produzione Teatro Biondo Palermo / Piccolo Teatro di Milano – Teatro d’Europa / Atto Unico – Compagnia Sud Costa Occidentale

febbraio 2021

Una giornata particolare del danzatore Gregorio Samsa

regia e drammaturgia Eugenio Barba, Lorenzo Gleijeses e Julia Varley

con Lorenzo Gleijeses

musiche originali e partiture luminose Mirto Baliani

marzo 2021

La pazza di Chaillot

di Jean Giraudoux

adattamento Letizia Russo

con Manuela Mandracchia, Giovanni Crippa

e con Filippo Borghi, Romina Colbasso, Emanuele Fortunati, Ester Galazzi, Andrea Germani, Riccardo Maranzana, Francesco Migliaccio, Maria Grazia Plos, Jacopo Morra regia Franco Però

marzo 2021

Piazza degli Eroi

di Thomas Bernhard

regia Roberto Andò

con Renato Carpentieri, Imma Villa,

Silvia Ajelli, Paolo Cresta, Francesca Cutolo, Stefano Jotti, Valeria Luchetti, Vincenzo Pasquariello, Betti Pedrazzi, Enzo Salomone

marzo 2021

Fronte del porto

di Budd Schulberg con Stan Silverman

traduzione e adattamento Enrico Ianniello

con Daniele Russo e Antimo Casertano, Orlando Cinque, Sergio Del Prete, Francesca De Nicolais, Vincenzo Esposito, Ernesto Lama, Daniele Marino, Biagio Musella, Edoardo Sorgente, Pierluigi Tortora, Bruno Tràmice

scene Alessandro Gassmann

marzo 2021

Orgoglio e pregiudizio

di Jane Austen

adattamento teatrale di Antonio Piccolo

regia Arturo Cirillo

con Arturo Cirillo, Valentina Picello, Riccardo Buffonini, Alessandra De Santis, Rosario Giglio, Sara Putignano, Giacomo Vigentini, Giulia Trippetta

aprile 2021

La classe

di Vincenzo Manna

regia Giuseppe Marini

con Claudio Casadio, Andrea Paolotti, Brenno Placido

e con Edoardo Frullini, Valentina Carli, Haroun Fall, Cecilia D’Amico, Giulia Paoletti

aprile 2021

Baccanti

di Euripide

traduzione e adattamento Laura Sicignano e Alessandra Vannucci

regia Laura Sicignano

supervisione alla coreografia Roberto Zappalà

con Vincenzo Pirrotta, Manuela Ventura, Franco Mirabella, Filippo Luna, Alessandra Fazzino, Egle Doria, Silvio Laviano e 2 attrici in via di definizione

musiche originali eseguite dal vivo Edmondo Romano

aprile 2021

Santa Samantha Vs

sciagura in tre mosse

Lo zompo con Rosario Palazzolo

Mari/age con Alessio Barone, Delia Calò, Chiara Italiano, Viviana Lombardo, Sabrina Petyx

La veglia con Filippo Luna

testo e regia Rosario Palazzolo

maggio 2021

Bengala a Palermo (prima nazionale)

di Daniela Morelli

regia Marco Carniti

con Lucia Sardo

musiche Mario Incudine

Progetti speciali

da ottobre 2020

The House of Us

un progetto di Irina Brook

in collaborazione con la “Facoltà di Psicologia” dell’Università degli Studi di Palermo

The House of Us è un progetto teatrale della regista Irina Brook, figlia del regista Peter Brook e dell’attrice Natasha Parry, che prende spunto dal preoccupante fenomeno dell’Hikikomori, individuato in Giappone qualche anno fa ma diffuso capillarmente in tutto il mondo occidentalizzato.

Gli Hikikomori sono ragazzini e ragazzine che hanno deciso di ritirarsi dalla vita sociale, rinchiudendosi nelle loro stanzette e mantenendo con l’esterno una ridotta comunicazione attraverso i dispositivi elettronici, pc e smartphone.

Attraverso un laboratorio, la cui prima fase – che avrà luogo a novembre 2020 – coinvolgerà 10 giovani artisti selezionati a seguito di un bando lanciato la scorsa primavera, Irina Brook realizzerà una sorta di drammaturgia della clausura, che terrà conto anche delle esperienze personali dei ragazzi e delle ragazze, delle storie di confinamento scaturite dalla pandemia del Covid-19. Lo scopo è quello di tracciare una geografia emozionale ed esistenziale dell’autoreclusione giovanile, per capirne le motivazioni e le cause, e per dare al teatro e all’arte una funzione sociale e terapeutica. Per questi motivi il progetto, che prevede diverse fasi di lavoro, alcune trasmesse online ed altre aperte al pubblico, e la presentazione di una messa in scena finale, sarà realizzato in collaborazione con la “Facoltà di Psicologia” dell’Università degli Studi di Palermo.

da novembre 2020

palermoWpalermo

Avranno luogo dal 2 al 7 e dal 9 al 14 novembre 2020 i primi due laboratori finalizzati alla realizzazione del progetto palermoWpalermo a trent’anni dal debutto del memorabile spettacolo di Pina Bausch dedicato alla città di Palermo.

Quattro storici danzatori del Tanztheater Wuppertal Pina Bausch– Julie Shanahan, Andrey Berezin, Daphnis Kokkinos e Nazareth Panadero – lavoreranno con due gruppi di circa 10 interpreti siciliani, selezionati tra quelli che hanno risposto al bando lanciato dal Biondo la scorsa primavera.

La collaborazione tra il Teatro Biondo di Palermo e la Pina Bausch Foundation proseguirà nella primavera del 2021.

Progetto 100 Sicilie

In via di definizione in base alle proposte che perverranno dagli artisti siciliani e alle future disposizioni per il contenimento del contagio da Covid-19.

aprile 2021

Scritture siciliane

Il Teatro Biondo aprirà un cantiere di ricerca e produzione triennale dedicato ad alcuni scrittori rappresentativi della nostra tradizione novecentesca – tra gli altri Leonardo Sciascia, Gesualdo Bufalino, Andrea Camilleri, Michele Perriera – e alle nuove scritture per la scena di giovani autori. Il progetto prevede la realizzazione di letture, anche in streaming e in video, e la messa in scena di spettacoli che saranno proposti al pubblico in una specifica rassegna.

primavera/estate 2021

Franco Scaldati poeta di Palermo

A otto anni dalla scomparsa del grande poeta e drammaturgo siciliano, il Teatro Biondo dedicherà a Franco Scaldati un laboratorio finalizzato alla conoscenza e alla valorizzazione della sua lingua e del suo immaginario poetico. Condotto, tra gli altri, da Claudio Collovà, Mario Incudine ed Enzo Venezia, il laboratorio coinvolgerà attrici e attori palermitani. Sono previste sessioni aperte al pubblico e letture, anche per porre in dialogo Scaldati con altri importanti autori siciliani. Un cantiere di lavoro articolato e in costante dialogo con la città di Palermo, che culminerà nella messa in scena di una nuova edizione de Il cavaliere Sole, uno dei testi più “musicali” e visionari di Scaldati.