mercoledì, 17 Luglio 2024
spot_img
HomeappuntamentiQuarta edizione dell'infiorata a Misilmeri

Quarta edizione dell’infiorata a Misilmeri

Un evento in onore del Corpus Domini all'insegna della tradizione che unisce arte, fede e bellezza della natura

Sabato 10 e domenica 11 giugno, si svolgerà a Misilmeri la quarta edizione dell’Infiorata in onore del Corpus Domini, una tradizione che unisce arte, fede e bellezza della natura. L’Infiorata consiste nel realizzare dei tappeti di petali di fiori di diverso colore, sistemati a formare raffigurazioni a tema eucaristico e religioso, lungo il percorso della processione con il Corpo di Cristo. L’Infiorata è anche un’occasione per costruire e vivere la comunità, coinvolgendo i gruppi parrocchiali, le confraternite, le famiglie e i cittadini.

L’organizzazione dell’evento è curata dalla Confraternita del SS Sacramento, guidata dal Superiore pro-tempore, Azzaretto Antonino,insieme a tutti i componenti del Consiglio; direttore generale Mons. Rosario Francolino; direttore artistico Prof. Enzo Garofalo. La manifestazione, prevede la realizzazione di 22 quadri floreali lungo il corso IV aprile.

La notte dell’Infiorata sarà sabato 10 giugno, dopo la celebrazione eucaristica delle ore 18:30. Durante l’allestimento dei quadri sarà offerta la pizza, lo sfincione, la maglietta a tutti i partecipanti e tante altre sorprese. La domenica 11 giugno alle ore 19:00 ci sarà la concelebrazione eucaristica in chiesa Madre, seguita dalla solenne processione che toccherà le quattro parrocchie.

La prima edizione dell’Infiorata di Misilmeri, si svolse nel 2018, grazie al Superiore pro-tempore della Confraternita, in carica quell’anno, Gaetano Orlando Conti che, coinvolgendo nel progetto i gruppi parrocchiali, la Confraternita del San Giuseppe, la
Confraternite Maria SS Immacolata, la Confraternitedel SS Crocifisso del 33, i gruppi parrocchiali della Chiesa Madre, la San Vincenzo de Paoli di Misilmeri e della Famiglia Corso Francesco, realizzarono sette quadri e la preghiera venne animata da alcune suore.

Così, nei successivi anni, la manifestazione culturale ricca di significato, che incarna la creatività umana nonchè la devozione religiosa viene organizzata dalla Confraternita, con un lavoro certosino che dura quasi un anno, e prende sempre più corpo. Basti pensare che nel 2018 vennero realizzati 7 quadri, mentre oggi ne vengono realizzati 22.

“È un modo per ringraziare il Signore del raccolto e celebrare la sua presenza nell’Eucarestia – dice il Superiore pro-tempore della Confraternita, Antonino Azzaretto -. È un invito a partecipare alla vita della Chiesa e a testimoniare la propria fede. È un’espressione di gioia e di festa per tutta la comunità”.

“I quadri – precisa Azzaretto – vengono ideati e realizzati dai singoli gruppi, che dedicano diversi giorni nella preparazione del quadro e sostengono spese per acquistare i fiori. A loro va il nostro ringraziamento per la devozione con cui preparano l’incontro con Gesù Eucaristico”.

CORRELATI

Ultimi inseriti