martedì, 27 Luglio 2021
spot_img
HomeculturaPresentata la stagione del teatro "Al Massimo". Prezzi ridotti di biglietti e...

Presentata la stagione del teatro "Al Massimo". Prezzi ridotti di biglietti e abbonamenti

Patrizia Pellegrino e Stefano Masciarelli
Patrizia Pellegrino e Stefano Masciarelli

Palermo 15.9.2013 – Presentato ieri, alla stampa, al Teatro “Al Massimo” di Palermo, il calendario della stagione teatrale 2013/2014 . Ospiti gli attori Patrizia Pellegrino, Stefano Masciarelli, Pippo Pattavina e il soprano Anita Venturi. Sono intervenuti anche il maestro Michele De Luca, il vice presidente vicario del consiglio comunale, Nadia Spallitta, ed il consigliere di amministrazione del Teatro “Al Massimo”, Giovanni Paterna, delegato dal Comune di Palermo che ha una quota di partecipazione del 15% sul teatro.
Il calendario delle rappresentazioni inizia l’8 novembre con un classico della comicitá, ultima opera scritta da Moliere, “Il malato Immaginario” interpretato da Pippo Pattavina; il 22 novembre Patrizia Pellegrino e Stefano Masciarelli porteranno in scena “Qualcuno è perfetto”; il 13 dicembre sarà il turno di Massimo Ghini e Elena Santarelli con la commedia “Quando la moglie va in vacanza” portata al successo dall’adattamento cinematografico di Billy Wilder; breve stop per le vacanza natalizie ed il 3 gennaio si riprenderà con Pino Caruso ne “Il berretto a sonagli” di Pirandello; il 31 gennaio Graziano Galatone, Noemi Smorra e Giò di Tonno porteranno in scena il musical “I promessi sposi – Opera moderna”; il 21 febbraio sotto la regia di Carlo Buccirosso, la “sabrinona nazionale” Sabrina Ferilli con Maurizio Micheli e Pino Quartullo saliranno sul palcoscenico ne “I signori… Le patè de la maison”; Il 7 marzo Enrico Guarneri in “Un figlio maschio”; il 21 marzo sarà la volta dell’operetta “Scugnizza” con Elena D’Angelo, Umberto Scida ed il soprano Anita Venturi. Il 4 aprile tornerà il musical, tratto dall’omonimo film di Steven Benet “Sette spose per sette fratelli” con Flavio Montrucchio e Roberta Lanfranchi; a chiudere il calendario sarà la commedia “L’importanza di chiamarsi Ernesto” di Oscar Wilde con Geppy Gleijeses, Mariangela Bargilli e Lucia Poli.

Aldo Morgante, direttore artistico del teatro "Al Massimo"
Aldo Morgante, direttore artistico del teatro “Al Massimo”

“Cosi come abbiamo fatto da 40 anni, – ci ha detto il direttore artistico Aldo Morgante – ancora una volta il Teatro Al Massimo è riuscito a creare un cartellone fatto da grandi compagnie di prosa, grandi musical, magnifiche operette e splendide commedie. Siamo coscienti che la crisi economica colpisce tutti e penalizza soprattutto il teatro, quest’anno abbiamo deciso di abbattere, anche se di poco, il prezzo di biglietti e abbonamenti rispetto lo scorso anno anche se, comunque, sono rimasti invariati da 4 anni. Purtroppo il teatro privato come il nostro, fa tanta fatica per continuare a proporre cartelloni importanti come quello della stagione che sta per iniziare. quello che più colpisce è la sordità degli enti come la provincia o la regione che pare abbiano dimenticato quanto è importante investire nel teatro e nella cultura. Il nostro teatro da lavoro a tante persone ma a beneficiarne sono anche le attività come alberghi e ristoranti che ricevono tanta gente ogni volta che va in scena uno spettacolo. Invitiamo il pubblico palermitano a regalarsi un momento di puro piacere venendo a vedere gli spettacoli che proponiamo.

Patrizia Pellegrino
Patrizia Pellegrino

A Patrizia Pellegrino, abbiamo chiesto cosa le piace di Palermo: “di Palermo adoro la gente. Ogni volta che vengo a Palermo, ho l’impressione di essere tra persone che mi conoscono da tanto. Cammino per la città e c’è sempre un clima gioiosa che mi circonda. Per noi attori ma soprattutto per me è importante il consenso del pubblico in teatro ma quando riscuoti il consenso del pubblico anche quando non stai lavorando, quello è il massimo.”
La stessa domanda l’abbiamo rivolta a Stefano Masciarelli: “Oltre il clima che è strepitoso, a Palermo mi sento di casa. Ho fatto tanti spettacoli con la mia band ed ho anche la suocera palermitana. Manco dal teatro dal ’96 quando portai “I cavalieri della tavola rotonda” ed ora ritorno con una fantastica commedia comica. ”

Ninni Ricotta

CORRELATI

Ultimi inseriti