Polizia Municipale. Avviso pubblico elenco organizzazioni cui devolvere beni mobili confiscati

La Polizia Municipale, rende noto che il 7 marzo 2016 e’ stato pubblicato nella sezione “Bandi e Avvisi” del sito istituzionale l’avviso pubblico per la formazione di un elenco di organizzazioni, senza scopo di lucro, cui devolvere beni mobili confiscati ai sensi dell’art. 20 della L.689/81 dalla Polizia Municipale di Palermo (che si allega).

Tale bando è aperto, e dunque fino al prossimo 31 marzo 2017 le organizzazioni interessate potranno presentare domanda per acquisire beni a titolo gratuito (generi alimentari e merce non deperibile):organizzazioni di volontariato, associazioni di promozione sociale e cooperative sociali,  che operino nel territorio di Palermo senza scopo di lucro, ed abbiano, come oggetto della loro attività, l’esclusivo perseguimento di finalità di solidarietà sociale a favore di terzi nei seguenti settori: assistenza sociale, assistenza socio-sanitaria, tutela dei diritti civili e  protezione civile.

Le domande non dovranno essere ripresentate dalle associazioni che hanno già partecipato alla precedente selezione e che sono state inserite utilmente nell’elenco pubblicato del D.D. N. 387/2016 (che si allega).

Saranno escluse da tale destinazione le forme associative o individuali di impresa.

Gli interessati dovranno formalizzare la propria manifestazione di interesse, utilizzando apposito modello scaricabile dal sito e quivi allegato trasmettendolo, corredato della documentazione ivi indicata, entro 30 giorni dalla data di pubblicazione all’albo pretorio dell’avviso suddetto al seguente indirizzo:

Comando di Polizia Municipale di Palermo

Servizio  Sicurezza Sedi e Controlli Stradali

Via Dogali, 29

90139 – PALERMO

La trasmissione della manifestazione d’interesse potrà avvenire: con consegna a mano presso l’Ufficio protocollo del Comando, via mail certificata (mobilitasicurezzapm@cert.comune.palermo.it) o via raccomandata A/R.

In base alle richieste pervenute, verrà redatto apposito elenco, da cui attingere in caso di devoluzione di beni sequestrati/confiscati. La devoluzione sarà effettuata secondo un regolare ordine di rotazione e, in relazione alla devoluzione di generi alimentari deperibili, si terrà conto delle quantità sequestrate in relazione alla ricettività del soggetto individuato e sarà data precedenza ai soggetti che offrono gratuitamente pasti pronti. L’elenco così compilato verrà pubblicato sul sito istituzionale dell’Ente e aggiornato con cadenza annuale entro il 31 marzo di ogni anno.