Per la 38^ edizione delle Orestiadi di Gibellina, questa sera in scena Il mio nome è Caino

Ninni Bruschetta - Il mio nome è Caino

Domenica 7 luglio, alle ore 21:15, al Baglio Di Stefano – Cretto di Burri, a Gibellina è in programma il terzo appuntamento che chiude il lungo week end di inaugurazione della 38^ edizione del Festival Internazionale delle Orestiadi. In scena questa sera “Il mio nome è Caino” di Claudio Fava con Ninni Bruschetta: un racconto di fantasia e realtà di un testimone diretto e anche vittima della furibonda guerra di mafia siciliana.

Ninni Buschetta ne interpreta prima il maleficio e la follia, poi riesce a riconoscere in lui anche una normalità, una formazione, una cultura e persino un mestiere: “affrontare questo testo da attore richiede all’interprete la più rigorosa ‘sospensione del giudizio’ per poterne restituire la crudeltà, la freddezza e persino l’ironia. E ancora di più perché questo personaggio ha una sua normale, direi naturale umanità, la sua mente viziata ha una folle ma sorprendente sensibilità e mostra il lato più debole del male, finendo di fatto per decretarne la sconfitta”, racconta Bruschetta.

Da quest’anno è possibile acquistare il biglietto on line sul sito fondazioneorestiadi.it e cliccando sullo spettacolo scelto, poi seguire le istruzioni per l’acquisto. Per chi preferisce acquistare il biglietto cartaceo, attive le prevendite: a Trapani alla Libreria del Corso, a Palermo da Modusvivendi Libreria e la libreria Easy Reader.

Biglietto intero 15€ – Biglietto ridotto 10€ (Studenti universitari, under 25, residenti nel Comune di Gibellina – Pagina Istituzionale, Soci Pro Loco UNPLI, Possessori biglietto Parco Archeologico di Selinunte e Cave di Cusa, Possessori biglietto Teatro greco di Siracusa – Fondazione Inda Stagione 2019, CRAL dipendenti Regione Siciliana con tessera in corso di validità). L’abbonamento a tutti gli spettacoli* ha un costo unico di 65€ e si potrà acquistare al botteghino del Festival a partire dal 5 luglio.

* escluso lo spettacolo “Fire&Light” del Teatro del Fuoco

Print Friendly, PDF & Email