Pedonalizzazioni, caos al Consiglio comunale che restituisce la proposta di delibera

dissuasori a scomparsa
nuovi dissuasori a scomparsa a palermo

“Ho preso atto del fatto che oggi il Consiglio comunale, in assenza di contraddittorio con l’assessore competente, ha restituito agli uffici una delibera importante per l’istituzione di aree pedonali necessarie a sostenere l’attività di esercenti e imprenditori. Ho chiesto agli assessori di dare la massima disponibilità a partecipare ai lavori del Consiglio comunale per spiegare il contenuto e l’importanza di questa, come di tutte le delibere che vengono
proposte dalla Giunta, concordando con la Presidenza dello stesso Consiglio una o più sedute. Nel merito di questo provvedimento sono comunque certo del sostegno che la maggioranza del Consiglio comunale darà alle pedonalizzazioni e che sarà presto individuato il modo più agile perché queste possano essere istituite”. Lo dichiara il sindaco di Palermo, Leoluca Orlando.

“Che la città sia ormai senza una guida, con una maggioranza andata in frantumi è cosa evidente. Riteniamo particolarmente grave che per una delibera importante a sostegno dei commercianti come quella inerente alle pedonalizzazioni non fosse presente in Aula l’assessore Catania. Orlando e la sua Giunta sono al capolinea. È ora che vadano a casa”.
Lo dichiarano i consiglieri comunali M5S Antonino Randazzo, Concetta Amella e Viviana Lo Monaco.

Dopo il voto del Consiglio comunale che ha restituito la proposta di delibera sulle pedonalizzazioni, Marianna Caronia ha dichiarato: “Ennesima bocciatura per l’Assessore Catania e per l’arroganza della sua parte politica. Ennesima dimostrazione che l’Amministrazione Orlando non ha più alcuna maggioranza e che anzi una buona parte di chi l’ha sostenuta in passato non nasconde l’insofferenza per comportamenti e atti sempre più arroganti. Quanto ancora dovrà durare questa agonia? A questo punto mi sembra che non sia più rinviabile la discussione di una mozione di sfiducia individuale all’Assessore, in modo che tutto sia finalmente chiaro e ciascuno si prenda le proprie responsabilità”.

“Il voto di oggi che restituisce all’Amministrazione il provvedimento sulle pedonalizzazioni, all’attenzione del Consiglio dal 20 giugno, conferma la linea di rottura provocata il giorno prima. La convergenza di Italia Viva sulle posizioni della minoranza delinea un quadro politico nuovo all’interno del Consiglio, ma assolutamente chiaro. Si sta costruendo e sperimentando quell’asse cui accennava recentemente Faraone in una sua intervista. Evidentemente per qualcuno il progetto è cambiato. Gli attacchi continui all’assessore alla
Mobilità e alle scelte politiche della Giunta e della maggioranza nascondono una visione diversa di città. Il progetto elaborato nel 2017 per qualcuno non c’è più. Chiedo al sindaco, garante della maggioranza e del progetto, di prenderne atto per capire come continuare questa esperienza di governo”. Lo dichiara Barbara Evola, capogruppo in Consiglio comunale di Sinistra Comune.

“Già oggi il voto sarebbe stato tardivo, perché è surreale trovarsi in estate inoltrata a discutere di un provvedimento che avrebbe già dovuto essere più che efficace. Si è scelto di non decidere e di restituire l’atto: un passo del tutto incomprensibile, che doveva, al limite, essere proposto due mesi fa e non oggi. Per questo pensiamo che sia grave  che Italia Viva abbia votato insieme alla Lega, a Fratelli d’Italia e al resto delle opposizioni. Si tratta, semplicemente, di una ripicca politica nei confronti di un assessore: non sarà l’assessore stesso, però, a subirne le conseguenze ma, casomai, la città. Al di là della dimensione politica della frattura, invito la Giunta a proseguire con le ordinanze per tutti gli spazi previsti in delibera e a verificare la corretta messa in opera delle isole pedonali fin qui disposte”.
Lo dichiara il consigliere comunale di Sinistra Comune, Fausto Melluso. 

Dichiarazione del sindaco Orlando al 6 agosto

”Il Consiglio comunale ha dato sostegno alla necessità di provvedimenti urgenti che facilitino la pedonalizzazione e l’occupazione di suolo pubblico per le imprese e gli esercenti di locali pubblici. Si procederà ora, su indicazione degli assessori competenti che già hanno in sinergia fra loro redatto numerose proposte di pedonalizzazioni ad hoc, ad ulteriori provvedimenti. È necessario certamente che prosegua comunque l’iter, condiviso dall’intera Giunta comunale ed espressione del programma del Sindaco, per la revisione del PGTU, perché le pedonalizzazioni si affermino come strumento per il rilancio delle attività produttive e la vivibilità in tutti i quartieri di Palermo e non solo nel centro storico e non solo in tempi di emergenza”.
Lo ha dichiarato il sindaco Leoluca Orlando dopo il voto del Consiglio comunale di oggi pomeriggio che ha dato mandato di procedere alle pedonalizzazioni finalizzate a favorire le imprese nel rispetto delle misure anti Covid-19.

“Oggi in aula abbiamo dato il nostro contributo decisivo al voto dell’odg che consente la pedonalizzazione di alcune piazze della città al fine di sostenere le attività commerciali.
Una misura utile, ma incompleta se non si da seguito anche all’atto di indirizzo che blocca il ripristino di  ztl e zone blu. Cosa se ne fanno le attività commerciali di piazze pedonali se i cittadini vengono scoraggiati ad arrivarci e a parcheggiare gratis? Queste le affermazioni del leader dell’opposizione ed esponente nazionale di +Europa Fabrizio Ferrandelli.

“Settimana prossima abbiamo ottenuto una seduta con l’amministrazione al fine di far attuare questi due atti di indirizzo votato dal consiglio comunale. Riterremo grave – continua Ferrandelli – la disapplicazione della volontà del Consiglio. Molti cittadini sono convinti che il voto della mia mozione abbia determinato il ritiro delle ordinanze che il Sindaco invece ad oggi disattende, creando così confusione e rottura istituzionale. Proveremo con la prossima seduta a ribadire la nostra volontà pressando l’amministrazione”.