Pasqua sui tetti allo Sperone, il Comune parte civile. Denuncia per speculazione commerciale

La nota di Amg Energia e i commenti dal Gruppo della Lega al Consiglio comunale di Palermo

sperone
Intervento interforze allo Sperone

Palermo. “L’Amministrazione comunale non soltanto si costituirà parte civile nei procedimenti già annunciati relativi ai reati compiuti durante la famosa “arrostuta” su un tetto dello Sperone, ma intende intraprendere una propria autonoma azione giudiziaria in tutte le sedi opportune per tutelare l’immagine della città. La notizia di tentativi di speculazione commerciale su quanto avvenuto è infatti un ulteriore elemento che conferma l’inciviltà delle persone coinvolte, così come aggravante del danno all’immagine della città. E’ ovvio che analoga iniziativa sarà intrapresa nei confronti di chiunque, in qualsiasi veste, partecipi a tali tentativi speculativi. Ho anche dato incarico agli uffici di verificare se da parte dell’Amministrazione o delle Partecipate vi siano rapporti di qualsiasi natura con qualcuno dei soggetti coinvolti al fine di valutare i provvedimenti da assumere”. Lo ha detto il sindaco Leoluca Orlando in relazione ai noti fatti accaduti a Pasqua e circa la “cessione dei diritti di immagine” per le interviste rilasciata da uno dei protagonisti della vicenda.

Violazioni Covid-19 a Pasqua, Giuseppe Spagnolo mai stato dipendente di AMG Energia

Da Amg Energia giunge la seguente nota: In riferimento ai fatti avvenuti a Pasqua sul tetto di un condominio allo Sperone e ai successivi sviluppi, AMG Energia Spa, storica Azienda del Gas di Palermo che si occupa di distribuzione metano e di pubblica illuminazione, precisa che il signor Giuseppe Spagnolo non è mai stato un dipendente della società.

“Restiamo già sbalorditi dal fatto che il Signor Spagnolo, colui che aveva fatto il video durante la grigliata sui tetti di un palazzo dello Sperone, abbia un’agenzia che ne cura l’immagine, di Palermo, così come riportato da alcune giornali – dichiarano Igor Gelarda, Alessandro Anello, Elio Ficarra e Marianna Caronia del gruppo consiliare della Lega a Palazzo delle Aquile -. Abbiamo chiesto se tale ditta abbia contratti in essere con il comune di Palermo, e lo abbiamo fatto con una richiesta ufficiale, cioè attraverso un accesso agli atti. Chiediamo che il sindaco, ma anche il Consiglio Comunale, stigmatizzi la paradossale vicenda, e tutti i suoi attori, anche in ragione del fatto che la città ha risposto in maniera assolutamente diligente rispettando le prescrizioni, e non può per il gesto di pochi essere messa alla berlina in modo imbarazzante agli occhi di tutta la nazione – concludono gli esponenti della Lega -. E’ una questione di principio alla quale siamo sicuri che il sindaco Orlando non resterà insensibile”.

Sull’argomento, leggi anche qui:

https://www.giornalecittadinopress.it/allo-sperone-grigliate-e-balli-sui-tetti-intervengono-le-forze-dellordine-video/?fbclid=IwAR2Rb1MUMn8jKDDLB15NqsalrMK3YVSjZFEoQvNTDoWyb5YrNwVmWkijidA