Parco Tindari verso la riqualificazione e la candidatura ai luoghi del cuore FAI

Parco Tindari

Su proposta del Capo Area del Settore Servizi alla Città, Domenico Musacchia, condivisa dal vice Sindaco e Assessore al Verde ed al Decoro Urbano, Fabio Giambrone, è stata approvata, nel corso della riunione di Giunta dell’11 giugno scorso, la Delibera n.104, avente per oggetto la “partecipazione al 9° censimento “I luoghi del cuore” – bando per la selezione degli interventi, promossi dal FAI, Fondo Ambiente Italiano al fine di valorizzare il “Parco Tindari” – Autorizzazione al cofinanziamento degli interventi di riqualificazione previsti – Approvazione del progetto delle opere da realizzare”.

“E’ intenzione dell’Amministrazione comunale – si legge nella delibera – di partecipare al 9° censimento al fine di valorizzare il Parco Tindari e iniziare un virtuoso processo di riqualificazione e fruizione pubblica del bene, per restituire alla cittadinanza un polmone verde attualmente non utilizzato”.

“L’obiettivo principale – si legge ancora – è quello di strutturare un progetto di “messa in rete” o “messa a sistema” delle numerose aree verdi esistenti nel quartiere per genesi, tipologia, identità, destinazione ed utilizzo, attraverso elementi lineari di fruizione, rappresentati per lo più da piste ciclabili, percorsi ciclopedonali, spazi aggregativi e impianti sportivi per il tempo libero”.

“Una idea – ha dichiarato il Sindaco, Leoluca Orlando – che è allo stesso tempo di promozione della collaborazione fra pubblico e privato e di stimolo della partecipazione. Per accedere al finanziamento e sperare che sia quanto più alto possibile è importante infatti che i cittadini si mobilitino per votare e fare votare. In ogni caso un rinnovato impegno dell’amministrazione per il recupero e la fruizione di questa grande area verde”.

“Gli uffici – ha sottolineato il vice Sindaco, Fabio Giambrone – hanno fatto proprie le proposte elaborate dai cittadini del quartiere, impegnati per il recupero dell’area. Sono state uno stimolo importante e per questo continueremo a lavorare insieme fino al raggiungimento dell’obiettivo della riapertura”.

Le attività proposte sono in particolare:

  • Competizioni relative alla raccolta differenziata, accompagnati da momenti formativi, da organizzare nel corso dell’anno (“Tappiadi”, gara per la raccolta di tappi; “Cartoniadi” per il cartone e “Una pila per l’Ambiente”) che premino le scuole/classi vincenti con premi da utilizzare su Parco Tindari, da svolgere in occasione della Settimana Europea della Riduzione dei rifiuti e di LET’S CLEAN UP EUROPE;
  • Campionati cittadini studenteschi di corsa campestre da organizzare nel Parco coinvolgendo le scuole;
  • Gare di mountain bike;
  • Tornei sportivi all’interno e tra le scuole che vedano l’evento finale a Parco Tindari.

“Al fine di promuovere le competizioni sportive – prosegue la delibera – occorre prioritariamente provvedere alla riqualificazione del Parco Tindari, attraverso un insieme sistematico di opere consistenti nella sistemazione del manto erboso, nel rifacimento dei camminamenti pedonali e ciclabili, nella realizzazione di uno spazio di aggregazione e nella realizzazione dell’illuminazione”.

L’area oggetto di intervento ha una superficie di 11.600 mq, compresa tra via Pantalica, via Tindari e viale Piazza Armerina.

L’importo previsto è pari a €37.196,34, di cui verrà chiesto al FAI il finanziamento di € 20.000, mentre il cofinanziamento dell’Amministrazione comunale sarà pari ad € 17.196,34.

Paolo Caracausi e Massimo Giaconia, rispettivamente presidente e componente della III Commissione “Ville e giardini” del Consiglio comunale, intervengono in merito alla delibera di Giunta che ha previsto la partecipazione al bando FAI per il Parco Tindari. “La Commissione – ricordano – si era espressa a sostegno di questa iniziativa, che era stata promossa direttamente dai cittadini del quartiere e dall’Associazione ComPa. Insieme a loro ed in sinergia con l’Amministrazione, la Commissione sarà ancora parte attiva per individuare strumenti per la veloce apertura del parco alla libera fruizione”.

“Un’ottima notizia – commentano Caracausi e Giaconia – frutto delle tante firme raccolte e dell’impegno della nostra commissione, del vicesindaco Fabio Giambrone, dell’associazione Compa e di Danilo Lannino, ottimo conoscitore di Borgo Nuovo”.

“Il progetto prevede una manutenzione straordinaria dell’area – spiega Giaconia – che consentirà di riqualificarla attraverso interventi di sostenibilità ambientale e promozione dello sport”.

Il progetto inoltre prevede una pista da jogging, un secondo vialetto pedonale, un’area attrezzata, rastrelliere per le biciclette, panchine, cestini e una fontanella.

“L’approvazione in giunta consente di rispettare i termini previsti dal bando – conclude Caracausi – e bisogna ringraziare lo Iacp per aver ceduto le aree, ma adesso la sfida è continuare con la sinergia tra cittadini e amministrazioni ripetendo questi risultati anche negli altri quartieri della città”.

Print Friendly, PDF & Email