Pallanuoto. Il TeLiMar dà spettacolo, ma è il Pescara a spuntarla a Palermo per 11-10

Telimar Palermo - Pescara
Telimar Palermo - Pescara

Inizia con una sconfitta di misura il Campionato del TeLiMar, che in casa viene battuto dal Pescara per 11-10. La rete del sorpasso arriva a 5” dalla sirena con un rigore trasformato da Di Fulvio al termine di un match combattuto fin dai primi minuti di gioco. Il club dell’Addaura paga la mancata incisività nei primi due parziali e l’assenza degli squalificati under 20, che avrebbero permesso alla squadra di Antonio Piccione di risparmiare le forze per gli ultimi due infuocati parziali.

Il sindaco Leoluca Orlando dà il via alla partita. Sblocca il risultato D’Aloisio che approfittando di una superiorità numerica spiazza Sansone per lo 0-1 a 3’49. I padroni di casa reagiscono con Lo Cascio che a tu per tu con Cappuccio non perdona e a 2’02 segna l’1-1, con cui si chiude il primo parziale grazie anche alla bella prestazione tra i pali del numero 1 TeLiMar.

In avvio del secondo tempo, D’Aloisio sorprende la difesa non ancora schierata. Il Pescara allunga con un tiro angolato di Provenzano per l’1-3. Il club dell’Addaura accorcia, però, le distanze con Lisica per il 2-3. Sono i ragazzi palermitani a chiudere in attacco, non riuscendo, tuttavia, a cambiare il risultato.

Nell’intervallo, esibizione delle syncronette di Aquademia. La seconda metà del match si apre, invece, con Di Fulvio subito in rete per il 2-4. Ribatte il TeLiMar con Galioto. Il Pescara, però, è reattivo e segna con D’Aloisio il 3-5. La partita è aperta, con Lo Cascio in superiorità numerica per il 4-5 a 4’48. Gli abruzzesi cercano di nuovo l’allungo con Di Fulvio per il 4-6. È Lisica con un potente tiro centrale a tenere i giochi aperti con il risultato che si aggiorna sul 5-6 a 3’35. Lo stesso croato firma la rete del pareggio, ma il solito D’Aloisio ribatte per il 6-7 su uomo in più. A 22” dal termine Occhione in superiorità chiude il parziale sul 7-7.

Il sorpasso arriva con il classe ’99 Giliberti a uomini pari all’inizio dell’ultimo quarto di gioco. Con un rigore fischiato per fatto di Di Patti, il Pescara agguanta il pareggio con Di Fulvio e si porta in vantaggio con D’Aloisio in controfuga. Giliberti rimette tutto in discussione segnando due reti in poco meno di due minuti. Il punteggio è di 10-9, ma la partita non è ancora finita. Delas riapre i giochi sul 10-10 a 2’15 dalla fine. A 5’’ dalla sirena altro rigore assegnato al Pescara. A trasformare è Di Fulvio per il 10-11 definitivo.

Antonio Piccione, allenatore TeLiMar: “Peccato per come è finita, ma sono contento di quello che hanno mostrato in campo i ragazzi. Certo, abbiamo pagato lo scotto dei primi due tempi non molto incisivi in attacco. E quando eravamo in vantaggio a due minuti dalla fine, bastava forse non sbilanciarsi in avanti per non prendere gol. La squadra ha, in ogni caso dato il massimo e con lo spirito combattivo che ci contraddistingue prepareremo per bene in settimana la prossima sfida, che ci vedrà in trasferta contro l’ostico Arechi Salerno”.

Marcello Giliberti, Presidente TeLimar: “Sono completamente soddisfatto per la tribuna strapiena con il sindaco presente, frutto dell’immenso lavoro che abbiamo sviluppato nell’ambito della pallanuoto. La partita è stata bella, combattuta, leale, tonica. Vittoria per il Pescara meritata, anche se il pareggio sarebbe stato il risultato più giusto”.

 

Fischio d’inizio alle ore 15,00 agli ordini degli arbitri: Mauro Luciani e Carmelo Polimeni

Parziali: 1-1; 1-2; 5-4; 3-4

Superiorità numeriche: TeLiMar  2/6; Pescara 2/5 + 2 rigori.

Il Tabellino

TeLiMar: 1. Sansone, 2. Lisica (3), 3, Galioto (1), 4. Di Patti F. (Cap.), 5. Occhione (1), 6. Di Falco, 7. Giliberti A. (3), 8. Di Patti R., 9. Lo Cascio (2), 10. Puglisi, 11. Lo Dico R., 12. Raineri, 13. Cartaino – Allenatore: Antonio Piccione

Pescara N e PN: 1.Cappuccio, 2. Di Nardo, 3.Sarnicola, 4. Di Fulvio (4, di cui 2 rigori), 5. De Ioris, 6. Magnante, 7. Giordano, 8. Provenzano (1), 9. Di Fonzo, 10. D’Aloisio (5), 11. Delas (1), 12. Micheletti, 13. Febbo – Allenatore: Francesco Mammarella