Pallanuoto. Il TeLiMar si aggiudica il derby in casa contro i Muri Antichi per 8-3

Telimar - pallanuoto

Torna alla vittoria il TeLiMar e lo fa davanti al suo pubblico. Il derby contro la Famila Muri Antichi di Catania finisce 8-3. Alla Piscina Olimpica Comunale di Palermo agli ordini degli arbitri Baretta e D’Alessio il match si gioca molto sul piano fisico, con i padroni di casa capaci di capitalizzare il risultato del secondo parziale, gestendo bene l’aggressività degli etnei; il rientro di Di Maio e Fabiano, inoltre, permette al team dell’Addaura di allungare nell’ultimo quarto, vincendo con un buon margine sugli avversari.

È una battaglia innanzitutto sul piano psicologico, che vede il TeLiMar sbloccare il risultato con Giliberti a uomini pari a 2’29 dal termine del primo parziale, che si chiude in parità con il goal in superiorità allo scadere di Zovko.

Nel secondo tempo i ragazzi allenati da Piccione si portano sul 3-1 con Lo Cascio su uomo in più a 6’20, con un tiro imprendibile da centrocampo di Di Patti a 5’01 e con il goal di Lisica in superiorità a 2’26. I catanesi provano ad accorciare le distanze con Zovko che va in rete dal palo in superiorità per il 4-1.

Prosegue la guerra di nervi tra le due compagini siciliane, con la seconda metà del match che resta a reti inviolate fino a 2’18, con Zovko che segna la tripletta di giornata a uomini pari e porta la Muri Antichi sul 4-3.

Anche Rigore trasformato per il 5-3 a 4’38 dal termine da Fabiano, che a 2’41 segna su uomo in più su assist di Lisica e porta i padroni di casa sul 6-3. Il TeLiMar allunga ancora con una doppietta di Giliberti, con il primo goal in superiorità e il goal in controfuga servito alla perfezione dal capitano Di Patti, per l’8-3. Spazio nel finale anche per Cartaino, che sostituisce un Sansone autore di un’ottima prestazione tra i pali.

Da registrare l’espulsione definitiva di Scebba (Muri Antichi) per brutalità nel quarto tempo.

Lino Mesi, Direttore Sportivo TeLiMar: “Una partita non bellissima, dove il peso del risultato ha condizionato la prestazione delle due squadre; ma occorrevano i tre punti per riprendere un poco di fiducia nei nostri mezzi. E i tre punti sono arrivati. Adessoci aspetta una trasferta difficile, ma sono certo che l’affronteremo col giusto mix di determinazione e serenità. Questo è ciò che manca nelle varie fasi delle partite. E, se nei momenti difficili riusciamo a mantenere la calma e la tranquillità, alla lunga il valore di questa squadra esce fuori”.

Parziali: 1-1; 3-1; 0-1; 4-0.

Superiorità: TeLiMar 4/6 + 1 rigore; Muri Antichi 2/7.

Il tabellino

TeLiMar: 1. Sansone, 2. Lisica (1), 3, Galioto, 4. Di Patti F. (1), 5. Di Maio, 6. Geloso C., 7. Giliberti A. (3), 8. De Caro 9. Lo Cascio (1), 10. Puglisi, 11. Fabiano (2), 12. Lo Dico, 13. Cartaino – Allenatore: Antonio Piccione

Muri Antichi: 1. Ruggieri, 2. Fellner, 3. Nicolosi, 4. Zovko (3), 5. Leonardi, 6. Aiello, 7. Scebba, 8. Belfiore, 9. Castagna, 10.Paratore, 11.Zummo, 12.Reina, 13.Calarco – Allenatore: Giovanni Puliafito

Arbitri: Andrea Baretta di Latina e Biagio D’Alessio di Quarto (NA).

Print Friendly, PDF & Email