Pallanuoto, il TeLiMar a Firenze per interrompere il digiuno di punti in A1

Telimar - Galioto, azione

Interrompere il digiuno. È l’imperativo del TeLiMar che domani, sabato 2 novembre, sarà impegnato alla Piscina Nannini di Firenze contro la Rari Nantes Florentia nella quinta giornata del Campionato Nazionale di Pallanuoto Maschile di Serie A1. Palla al centro alle ore 18,00 agli ordini degli arbitri Bianco e Guarracino.

I palermitani, al ritorno nella massima categoria dopo un’assenza protrattasi per 14 anni, sono ancora fermi a quota zero punti, ultimi in classifica. I ragazzi allenati da Ivano Quartuccio devono riprendere il buon ritmo che avevano mostrato con carattere alla Cittadella di Siracusa, mantenendo in equilibrio il match con l’Ortigia per quasi tre tempi, e scrollarsi di dosso la brutta parentesi del match visto all’Olimpica di viale del Fante sette giorni fa contro una forte, seppur abbordabile, Roma Nuoto.

«La prestazione di sabato scorso contro la Roma Nuoto non è stata all’altezza delle nostre potenzialità – spiega il vice-capitano TeLiMar, Fabrizio Di Patti -. Pur essendo sulla carta più forti dei capitolini, sono stati loro ad avere la meglio perché ci hanno messo la giusta grinta e sono riusciti a concretizzare quando serviva. In breve, non abbiamo giocato da squadra – ammette -, non abbiamo trovato la giusta connessione tra le nostre più che valide individualità. Il TeLiMar, però, è ben attrezzato e continuando a lavorare prima o poi riuscirà ad emergere». Analizzando le giornate fin qui disputate, il vicecapitano vede in ogni caso il bicchiere mezzo pieno: «Se pensiamo all’esordio, ad esempio – dice -, al di là dell’emozione che era palpabile e prevedibile, abbiamo giocato una partita intensa contro una delle formazioni più forti del Campionato e fino ad ora lo Sport Management ha avuto difficoltà solo contro di noi, segno che, pur avendo sbagliato l’approccio al match, siamo in grado di lottare quasi alla pari. Ovviamente, resta l’amaro in bocca per non aver pareggiato alla fine. Avremmo meritato la vittoria e l’avremmo potuta conquistare, se non avessimo sbagliato anche in questo caso l’approccio al primo quarto. Discorso diverso analizzando, invece, la sfida di Savona: «Personalmente – prosegue -, credo che il TeLiMar sia all’altezza della Rari Nantes, che ha strutturato una formazione al completo servizio di un paio di giocatori davvero forti. Dobbiamo ripartire dal carattere che ci abbiamo messo alla Cittadella di Siracusa, dove contro un’Ortigia nettamente superiore ce la siamo giocata fino a metà del terzo tempo».

Il TeLiMar troverà nel capoluogo toscano una RN Florentia ferma a quota 4 punti: debutto in casa contro l’imbattibile Pro Recco, poi il primo punto col Posillipo; alla terza giornata la vittoria contro il Quinto e sabato scorso è stata sconfitta in trasferta dallo Sport Management per 12-4. La partita di domani potrà segnare un punto di svolta per il Club palermitano: «Giocheremo contro una storica avversaria, che ha nei due mancini, Bini e Astarita, e nel centroboa straniero Lynde i suoi punti di forza. Bisogna dar poco peso ai pronostici – ricorda Di Patti -: solo se saremo capaci di restare concentrati e se lotteremo l’uno per l’altro, la vittoria sarà nostra».

«Il nostro gruppo è ben strutturato, si sta allenando bene – afferma il Presidente TeLiMar, Marcello Giliberti -,  e mi aspetto, seppur assente il nostro forte attaccante Mario Del Basso che sta finendo di recuperare un lieve infortunio, già a partire da questa da questa ostica trasferta contro la storica Florentia di vedere una vera squadra, performante e concreta. Soltanto in questo modo potremo venire fuori da questa situazione che non ci appartiene, considerati gli straordinari sacrifici operati dallo stesso giorno in cui abbiamo meritatamente conquistato la promozione in A1, l’eccellente strutturazione societaria e soprattutto perché lo dobbiamo all’intera città di Palermo, che ci segue con grande passione».

Le Formazioni

RN Florentia: 1.Cicali, 2.Chemeri, 3.Benvenuti, 4.Coppoli, 5.Vannini, 6.Lynde, 7.Turchini, 8.Dani, 9.Sordini, 10.Bini, 11.Astarita, 12.Di Fulvio, 13.Antonini – Allenatore: Roberto Tofani

TeLiMar: 1.Washburn, 2.Cesarò, 3.Galioto, 4.Di Patti, 5.Occhione, 6.Zammit, 7.Giliberti, 8.Saric, 9.Lo Cascio, 10.Maddaluno, 11.Draskovic, 12.Migliaccio, 13.Sansone  –  Allenatore: Ivano Quartuccio

Arbitri: Daniele Bianco di Rapallo e Antonio Guarracino di Napoli – Delegato: Vitiello

Print Friendly, PDF & Email