Palermo, protestano duemila forestali

Ieri davanti alla Presidenza della Regione, in piazza Indipendenza a Palermo, è stata indetta da parte dei forestali una manifestazione. A protestare, secondo gli organizzatori, circa 2 mila lavoratori del capoluogo siciliano e dei comuni della provincia.

A scendere in piazza con Flai-Cgil, Fai Cisl e Uila Uil sono stati i cosiddetti “settantottisti”: gli stagionali che effettuano le 78 giornate lavorative previste dalla legge. “Ne hanno portate a termine solo 28 e sono stati ‘sospesi’ dal lavoro – spiega il segretario della Flai Cgil di Palermo, Tonino Russo – Se entro un paio di giorni non tornano al lavoro non potranno coprire le 50 giornate di lavoro che ancora rimangono. Devono essere richiamati immediatamente. Il presidente Crocetta dopo tanti incontri e tante promesse non ha mantenuto gli impegni. La situazione è ormai drammatica. Arriveranno in piazza tutti i 3.150 lavoratori “settantottisti” , < continua Russo> dei tanti paesi della provincia. Da qui non intendono schiodare se non ci sarà una risposta. E domani si continua, è prevista un’altra manifestazione regionale, alle ore 16 sotto l’Ars, con i 9 mila stagionali siciliani delle 78 giornate: l’Aula è chiamata a votare la legge che sposta 19 milioni di euro dalla Crias ai forestali”.

Francesca Cottone