Palermo, prende corpo il progetto per rendere via Amari pedonale ed alberata

Intanto si avviano nuove pressioni su Ferrovie per la chiusura del cantiere dell'Anello Ferroviario

Un tratto di via E. Amari - ph. web

Un progetto innovativo e di restyling per via Emerico Amari, che collega il porto palermitano con la centralissima piazza Castelnuovo, per trasformarla in area pedonale, alberata ed elegante, un pò stile rambla, e consentire così, in sicurezza e senza il caos del traffico, il “passio” tanto amato da cittadini e turisti. Proprio ieri, in Giunta comunale, è stato presentato questo progetto, ed ora si attende la sua approvazione.

Il tratto interessato dalla trasformazione sarebbe quello compreso tra via Crispi e via Principe di Scordia, area che oggi è interessata dal cantiere ferroviario per il completamento dell’anello ferroviario. Entro luglio dovrebbero partire i lavori che saranno realizzati anche grazie alla collaborazione con la Camera di Commercio, e presto, probabilmente, i palermitani potranno percorrere questo asse viario che sarà riqualificato ed arricchito da arredi urbani, piante e illuminazione. Si partirà proprio da via Amari, direzione via P. Di Scordia e piazza Ignazio Florio, da qui si potrà continuare la passeggiata a piedi riprendendo la già pedonale via Principe di Belmonte.

Non meno importante sarà il collegamento col porto, ovvero di un percorso utile ed indispensabile a croceristi e turisti che approdano a Palermo via mare, e si dirigono verso il centro città.

In programma anche un nuovo provvedimento che punta a istituire una zona a traffico limitato nello storico mercato di via Montalbo che potrebbe entrare in vigore già nelle prossime settimane, con l’auspicio che si possa attuare un rilancio delle attività commerciali interessate.

“Via Montalbo – scrive il sindaco di Palermo, Leoluca Orlando, nel suo profilo social – sarà pedonale per favorire la rinascita del mercato storico. La Giunta lo ha già deciso e nei prossimi giorni saranno stabiliti gli orari e le modalità della chiusura al traffico”.

Print Friendly, PDF & Email