Palermo: oggi il ricordo di Paolo Giaccone, il medico legale vittima della mafia

Paolo Giaccone, ph. Wikipedia

Era l’11 agosto 1982 quando Paolo Giaccone, Direttore dell’Istituto di Medicina Legale del Policlinico di Palermo, fu vilmente ucciso da cosa nostra perché si rifiutò di falsificare delle perizie, a causa delle quali aveva anche ricevuto pesanti minacce. Era un uomo onesto e rigoroso nella sua professione, insomma un esempio per tutti che merita un ricordo sempre vivo.

Questa mattina, a Palermo, si è svolta una commemorazione in suo ricordo che si è tenuta all’Istituto di Medicina legale dell’Università di Palermo, al Policlinico Universitario, proprio davanti al cippo eretto in suo onore. Per il Comune di Palermo era presente l’assessore Giuseppe Mattina.

in memoria del professore Paolo Giaccone, al Policlinico di Palermo

“Partecipando a questa cerimonia – ha dichiarato Mattina – l’Amministrazione comunale ha inteso onorare la memoria di un uomo, di un professionista, di un medico che ha perseguito fino in fondo, con rigore e trasparenza, i suoi compiti professionali, senza mai arretrare davanti alla minaccia mafiosa”.

“Il professor Giaccone – ha detto il sindaco Leoluca Orlando – è stato un esempio di professionalità unita all’etica e al rispetto della legalità, punto di riferimento della migliore società civile e professionale italiana”.

Print Friendly, PDF & Email