Palermo, Maratona vinta da Lo Piccolo. Solidarietà per le vittime francesi

Grande partecipazione per la ventunesima edizione della maratona ‘Città di Palermo’ che si è svolta oggi 15 novembre 2015 nel Capoluogo e che ha visto protagonisti più di 1700 atleti provenienti da ogni parte del mondo.

In occasione degli attentati terroristici che hanno colpito Parigi, prima della partenza è stato osservato un minuto di silenzio in ricordo delle vittime. In prima fila gli atleti francesi supportati  da un grande applauso di solidarietà da parte di tutta la gente accorsa sulle note della Marsigliese.

Il via è scattato intorno alle 9.15 dallo stadio di atletica “Vito Schifani”  con un percorso lungo complessivamente 21.097 chilometri e il vincitore è stato il palermitano Filippo Lo Piccolo.

L’atleta tesserato per il Good Race Team ha chiuso con il tempo di 2h44’03, precedendo di una manciata di secondi un altro palermitano Massimo Buccafusca del Marathon Monreale (2h45’11). Terzo l’outsider Salvatore Lanuzza (Polisportiva Milazzo) che alla sua prima maratona ha fermato il crono a 2h47’15.

Tra le donne si attendeva Cinzia Sonsogno (Podistica Capo d’Orlando), invece, è venuta fuori la giovane polacca Silwia Bondara (Jacekbiega Running Team) che ha chiuso in testa con il crono a 3’18’43. Seconda Stella Grasso (Acli) in 3h21’58, terza proprio la Sonsogno in 3h22’53. Simona Vassallo (Marathon Altofonte) ha vinto la corsa femminile.

In precedenza si era chiusa la mezza maratona. La sfida è stata tra l’altofontino, Alessio Terrasi (Cus Palermo) e il marocchino della Polisportiva Menfi ’95, Mahamed Idrissi, che si è aggiudicato la gara con il tempo di 1h 13’39.

Infine soddisfazione anche per la “Camminata del sorriso Crai spa che ha visto protagonisti circa 2000 bambini delle scuole elementari e medie di Palermo lungo un percorso di tre chilometri, accompagnati dai loro genitori. Una non competitiva per creare un’occasione di attenzione e solidarietà sulla Thalassemia.

Un aspetto sociale della manifestazione, completato  da un gruppo di medici e pazienti che, nell’ambito della giornata mondiale del diabete, hanno partecipato alla  passeggiata e  da dieci atleti che hanno “gareggiato” con un gruppo di bambini autistici. Sfida nella sfida invece quella tra gli uni-maratoneti di Unicredit che per l’ottavo anno consecutivo è stato main-sponsor della manifestazione

Print Friendly, PDF & Email