Palermo. Il Circo de los Horrores, nonostante la morte della giovane trapezista, conferma la tappa.

Nonostante la tragedia che il 23 settembre ha colpito la famiglia Zoppis, co-produttori insieme a Manuel e Rafael Gonzales, del Circo de los Horrores, L’organizzazione ha confermato la tappa palermitana dello show alla Fiera del Mediterraneo da domani, venerdì 26, e fino a domenica 19 ottobre.
Un tragico incidente ha coinvolto la moglie ed i figli di Corty Zoppis. Lungo il tratto autostradale Palermo-Catania, nei pressi dello svincolo di Buonfornello, Il suv guidato da Heidi Faggioni Zoppis, con a bordo le figlie Sabine ed Ivelise ed il figlio più piccolo di 13 anni, si è ribaltato incastrando tra le lamiere i quattro familiari. Non sono serviti i soccorsi del 118 per la 17enne trapezista Ivelise che è deceduta per gravi lesioni all’addome. Gli altri tre occupanti del veicolo sono ricoverati in gravi condizioni negli ospedali di Palermo e Termini Imerese.
Secondo la dura legge dello spettacolo “The show must go on”. Così, con il lutto nel cuore e con la preoccupazione per i familiari circensi ricoverati, la produzione continua la tournée non tradendo la grande aspettative del pubblico palermitano, che ha già acquistato i biglietti, per vedere lo spettacolo più innovativo degli ultimi anni che ha riscosso grande successo nelle tournée in Spagna, America Latina e a Miami, con più di 1.500.000 spettatori.
Lo show, ideato dalla famiglia circense dei Gonzalez e diretto da Suso Silva, ha sorpreso il pubblico e la critica. È una perfetta miscellanea tra teatro, circo e cabaret. Nella pista viene ricreato un antico cimitero gotico, smarrito e mezzo abbandonato, degli inizi del XIX secolo. Protagonista principale dello spettacolo, un personaggio della memoria dei film storici dell’orrore: Nosferatu de Burnau. Non mancano i riferimenti ad altri famosi film dell’horror ed in scena si presentano: morti viventi, mummie putrefatte, vampiri e pagliacci assassini. Il tutto condito da sana dose di umorismo che coinvolge gli spettatori in un gioco al massacro da cui escono esterrefatti e divertiti.
Particolarmente curato il repertorio musicale scelto per tracciare il cammino della storia: Bambine del Esorcista di Mike Oldfield ed il suo Tabularsbells, Carmina Murana, le melodie di Damian, Una notte nel Monte Pelado di Musorky la colonna sonora del film Uomo Elefante, ed il suo valzer istrionico che fa raggelare il sangue.
Gli spettacoli, sconsigliati ai minori di 12 anni, si terranno nei giorni di mercoledì e giovedì alle ore 21, il venerdì alle 22, il sabato, doppio appuntamento, alle 19 e alle 22 e la domenica alle 20. I biglietti, dai 16 ai 38 euro, possono essere acquistati presso il botteghino della fiera o su ticketone.

Print Friendly, PDF & Email