Palermo, continuano le attività di controllo sulle misure anti Covid nei luoghi della movida

polizia municipale
Polizia Municipale

Palermo. Prosegue, in raccordo con la Questura, l’attività della Polizia Municipale finalizzata al controllo del rispetto delle misure di contrasto alla diffusione del Covid 19 nei contesti della movida. Quattro pattuglie, due in Centro storico, una nel quartiere Politeama e un’altra nel quartiere Libertà hanno portato a termine 168 controlli ed elevato 5 verbali per mancato uso di mascherina.

Le pattuglie hanno anche eseguito controlli in cinque locali della zona, sanzionandone due.

Nel primo, in via Emerico Amari, all’atto del sopralluogo il pubblico esercizio svolgeva illecitamente l’attività di ristorazione all’aperto, priva della prescritta concessione di suolo pubblico.
Gli agenti hanno dato comunicazione di notizia di reato perché invadeva e occupava arbitrariamente con tavoli, sedie e ombrelloni, una porzione di mq. 110 di area pubblica, pari a circa il 50% della carreggiata, al fine di trarne profitto.
Le contestazioni elevate sono state:
– Art. 20 CdS per occupazione abusiva di suolo pubblico, con verbale di euro 178.
– Mancato rispetto dei termini prescritti dal Regolamento Comunale Dehors, con verbale di
euro 350.
– Locale sprovvisto della prescritta DIA sanitaria esterna con verbale di
euro 1.000.

Il secondo locale, in via Maqueda, sebbene autorizzato all’attività di asporto di cibi cotti, all’atto del controllo ispettivo, esercitava illecitamente l’attività di somministrazione di alimenti e bevande ai tavoli. E’ stato multato con verbale di euro 5.000.

Per il sindaco Leoluca Orlando, “venerdì sera in città vi è stato un sostanziale rispetto dei provvedimenti che abbiamo adottato per contrastare l’epidemia. Resta comunque alta l’attenzione e la vigilanza perché prosegua il rispetto delle norme, che vuol dire rispetto per la salute e per la vita propria e dei propri cari”.

Il vicesindaco Fabio Giambrone ha ringraziato gli agenti e il Comando della Polizia municipale “per il prezioso lavoro svolto in collaborazione con le Forze dell’ordine a tutela della legalità e della salute dei cittadini”.