Palermo, cambio al vertice alla PM. Fuori Marchese, rientra Messina

Riorganizzata dalla giunta comunale la macchina amministrativa. Cambiano alcuni capiarea

Palazzo delle Aquile - Palermo

Sarà stato il numero esiguo di multe, solo 14 in un giorno elevate dalla task force di 200 caschi bianchi per combattere l’abbandono illecito dei rifiuti, che ha contribuito alla rimozione dei vertici della Polizia Municipale di Palermo da parte del sindaco Orlando.

Fuori il comandante Gabriele Marchese che viene sostituito da Vincenzo Messina, già comandate circa due anni fa. Ma lo spostamento di Marchese e del suo vice Galatioto non pare una punizione, visto che Gabriele Marchese farà il vicesegretario generale del Comune, mentre Luigi Galatioto sarà a capo area dello Sportello unico Attività produttive (Suap).

Dopo il cambio degli assessori avvenuto nelle settimane scorse, la giunta vara la riorganizzazione della macchina comunale e decreta il cambio di alcuni capiarea – a breve dovrebbero essercene altri. A Marchese e Galatioto nel valzer delle sostituzioni ci sono: Sergio Maneri che dalle Partecipate passa all’Urbanistica, Domenico Verona dal Patrimonio passa alle Culture. Roberto Raineri e Maria Anna Fiasconaro vanno rispettivamente alla Direzione generale e alla Scuola.

Riconfermati negli incarichi Licia Romano capo di gabinetto, Bohuslav Basile alla ragioniere generale, Domenico Musacchia al Decoro urbano e Verde, Alessandra Autore alle Attività sociali, Nicola Di Bartolomeo alla Rigenerazione urbana, Giulio Geraci avvocato capo.

Print Friendly, PDF & Email