Ottava Circoscizione. Intervista a Marco Frasca Polara il più giovane presidente

frasca polaraQuando si parla di “politica vicina ai cittadini”, il primo pensiero va al governo nazionale e poi a quello locale con in  testa il Sindaco. Ma in realtà i primi ad essere realmente vicini ai bisogni quotidiani dei cittadini sono i Consigli Circoscrizionali, con a capo i Presidenti, che giornalmente si adoperano per la soluzione di tutti quei “piccoli” problemi che per il singolo cittadino hanno una grande rilevanza .

Abbiamo voluto incontrare, per rivolgergli alcune domande,  Marco Frasca Polara Presidente dell’Ottava Circoscrizione, che con soli 35 anni, risulta essere anagraficamente il più giovane tra i suoi 7 colleghi.

D: Presidente, da circa due anni e mezzo è a capo della più popolosa circoscrizione di Palermo con oltre 120mila residenti. Come si coniuga la gestione delle “necessità” dei residenti, di quartieri così diversi tra loro come ad esempio il Politeama e Montepellegrino?

R: L’Ottava, è la circoscrizione che comprende il centro di Palermo, il cuore pulsante della città in cui operano la maggior parte delle attività commerciali di prestigio e nel contempo abbraccia i quartieri più popolari come quello “Montepellegrino” e  “Borgo Vecchio” che hanno delle caratteristiche molto diverse dal quartiere “Libertà” o  “Politeama”.
Nonostante le differenti caratteristiche, la nostra Circoscrizione è la più innovativa soprattutto nel campo della raccolta dei rifiuti. Infatti, la raccolta differenziata “porta a porta” a Palermo è partita proprio dall’Ottava Circoscrizione modificando, in parte, le abitudini dei residenti. L’avvio di questa innovazione ha significato un maggiore sforzo sia da parte della Rap, che da parte del Consiglio circoscrizionale che ha dovuto vigilare sul mancato conferimento dei rifiuti nei giorni prestabiliti e negli appositi spazi, da parte dei cittadini, e segnalare i disservizi alla partecipata.
A breve si attende l’avvio del secondo step della differenziata, che prevede il “porta a porta”  al “Borgo Vecchio” e il completamento della copertura della raccolta nel “Quartiere Politema”. Ovviamente effettuare la differenziata al “Borgo Vecchio”, sede del mercato storico, è una delle sfide più difficili.
Abbiamo anche chiesto al Consiglio Comunale di inserire i quartieri “Malaspina-Palagonia” e “Montepellegrino”, attualmente non serviti dal “porta a porta”, nell’ulteriore successivo step in modo da applicare la differenziata in tutta l’Ottava Circoscrizione.
Il nostro impegno è far capire ai residenti la grande importanza della raccolta differenziata. Per fare questo, oltre all’aiuto della Rap e alla vigilanza del Comando di Polizia Municipale che dovrà effettuare i controlli sul corretto conferimento dei rifiuti, è necessario avviare una campagna di sensibilizzazione che parta dalla scuola e arrivi ai condomini e ai mercati in modo che il progetto possa essere condiviso e applicato da tutti i cittadini anche se, al momento, nutrono una forte diffidenza nella raccolta differenziata.

 

D: Perchè avete deciso di cambiare la sede della Circoscrizione?

R: Questo è stato uno dei primi provvedimenti dall’insediamento del Consiglio. Abbiamo voluto cambiare sede alla Circoscrizione e scelto la Via Fileti per agevolare il progetto di riqualificazione urbana e per avere un rapporto ravvicinato con il popolare “Quartiere Montepellegrino”.
Con il completamento del palazzo di via Fileti – circa 200 appartamenti – e con l’apertura della strada su Via Rallo abbiamo unito tutto il “Quartiere Montepellegrino”.
Appena completato il grande caseggiato di via Fileti, abbiamo aperto al piano terra un grande Centro Civico che comprende i locali della Circoscrizione, un nucleo della Polizia Municipale,  una postazione anagrafica, la scuola dell’infanzia, il servizio di assistenti sociali e un nucleo cinofilo.
Abbiamo, inoltre, recuperato e aperto l’Asilo Rallo che era stato oggetto di vandalizzazioni.  A gennaio si sono aperte le iscrizioni e finalmente a settembre prossimo inizieranno le attività scolastiche. Per il momento, anche per evitare ulteriori vandalizzazioni, con l’aiuto dei cittadini abbiamo calendarizzato una serie di eventi, anche di carattere ludico, che ne precederanno l’entrata in funzione.
Abbiamo, anche, puntato al ripristino di alcune realtà di prestigio non valorizzate come il cimitero degli Inglesi che si trova in via Gulì e che versava in stato di assoluto abbandono. Lo abbiamo ripulito e riconsegnato ai palermitani grazie anche all’aiuto di alcuni studenti di “Palermo apre la porte” che hanno riscoperto delle epigrafi delle tombe in cui furono tumulati personaggi stranieri.

D: Quanto ha influito la crisi economica che ha investito realtà importanti come la Fincantieri e il Mercato ortofrutticolo presenti nella circoscrizione

R: C’è un problema economico e sociale derivante dalla mancanza di commesse ai Cantieri Navali con la conseguente ricaduta negativa sull’indotto che ha coinvolto anche gli abitanti della Circoscrizione. Infatti, sono aumentate le richieste di sussidio o bonus per quelle famiglie che vivono esclusivamente di lavoro legato alla Fincantieri. Grande riflesso negativo della crisi lo ha subito il mercato ortofrutticolo di via Montalbo che ha dovuto modificare la tipologia di prodotti venduti adeguando l’offerta alla domanda.

 D: Riapre la Fiera del Mediterraneo da sempre punto d’incontro e polo di scambio commerciale

R: Il comune ha riconsegnato l’area della Fiera nell’estate del 2012 e intende rilanciarla come polo congressuale e per attività economiche. Inizialmente il comune aveva avviato delle procedure per realizzare un Polo Multifunzionale con la formula del Project Financing ovvero cercando dei finanziamenti privati che, però, non ha sortito l’effetto desiderato. La risposta del mondo imprenditoriale, per la riqualificazione dell’area, non è stata adeguata  sicuramente a causa della congiuntura economica che investe tutto il paese.
Così l’assessorato alle attività produttive ha deciso di predisporre degli avvisi per l’affitto dei singoli padiglioni già ristrutturati dal Comune. I soggetti che richiedono la locazione dei padiglioni dovranno provvedere anche alle opere di ripristino e mantenimento del bene. I costi di tale opere verranno detratti dal canone di affitto.
Come Circoscrizione, abbiamo chiesto di realizzare un sistema di video sorveglienza all’interno dell’ex Fiera in modo da evitare le continue vandalizzazione. Un adeguato sistema di sicurezza consentirebbe, a fronte di una spesa iniziale, un congruo risparmio sui lavori richiesti per il ripristino delle strutture vandalizzate.
Per quanto riguarda l’area senza padiglioni chiamata “lunapark” – ultimamente locata al Circo degli Orrori ndr -, abbiamo chiesto all’assessore Marano, nei periodi di inutilizzo da parte dei privati, la concessione dello spazio per realizzare attività ludico, sportive e ricreative aperte alla cittadinanza.

 

D: Tre obiettivi primari per il futuro?

Completare il Centro Civico di Via Fileti.
Eliminare i rifiuti dalla Circoscrizione attivando la raccolta differemzata “porta a porta” condivisa e soprattutto praticata volontariamente dai residenti.
Migliorare la viabilità nell’Ottava Circoscrizione, implementando le piste ciclabili e i parcheggi per le biciclette in modo, così, da abbassare i livelli d’inquinamento soprattutto nel centro città.

 A margine dell’intervista, abbiamo chiesto a Frasca Polara, se ci sono elementi di criticità nella gestione della Circoscrizione. La risposta non si è fatta attendere. Più che una critica ci è sembrata una richiesta di aiuto per migliorare i servizi offerti ai cittadini:
Nel quotidiano, ci sono ostacoli di natura amministrativa. Soffriamo dell’assenza di una guida amministrativa della struttura che assista i lavori del Consiglio, che gestisca il personale e che couadiuvi il Presidente nel raggiungimento degli obiettivi. In pratica, oggi manca la figura del Dirigente che accoglie e attua l’indirizzo politico proposto dal Presidente così come esisteva prima. Prima esistevano 8 dirigenti che operavano ognuno nella propria Circoscrizione mentre adesso  ce n’è uno solo per tutte le Circoscrizioni. Tra l’altro, questo Dirigente, opera dal settore decentramento ben lontano, quindi, dalle realtà circoscrizionali. Altro esempio è lo sportello ai cittadini che necessita della presenza in circoscrizione di un dirigente che sovrintenda alla concessione dei bonus gas, bonus luce, dei benefici economici, dell’assegno spettante alle famiglie con oltre tre figli, all’assegno di maternità e altro.

 

Print Friendly, PDF & Email