Music for Drinkers sceglie il ”Tequila Sunrise”

Tequila sunrise
Tequila sunrise

Il secondo appuntamento di Music for Drinkers è dedicato al “Tequila Sunrise”. Cocktail molto fresco con una storia davvero particolare legata anche al mondo della musica degli anni settanta.

Le origini di questo drink risalgono alla fine degli anni trenta, quando il barman dell’Arizona Biltmore Hotel di Phoenix Gene Sulit, prepara un drink dissetante a base di tequila per un abituale cliente il quale era stato affascinato dall’alba vista sul deserto. Proprio per questo Sulit chiamò il drink “Tequila Sunrise”.

Tuttavia la versione più moderna del cocktail fu creata e modificata in alcuni ingredienti da Bobby Lozoff il quale la ridusse a tequila, succo d’arancia e granatina. Questo drink ha una storia molto interessante che riguarda l’ambiente musicale rock degli anni settanta.

Infatti, nel 1972 durante una festa organizzata in occasione di un tour dei Rolling Stones, il cantante Mick Jagger chiese proprio a Lozoff di preparagli un Margarita ed egli rispose chiedendo se avesse mai provato il suo Tequila Sunrise.

Il cantante, incuriosito, accettò di provarlo e gli piacque talmente tanto da soprannominare il tour “Cocaine & Tequila Sunrise Tour”. L’aperitivo divenne tanto famoso in quell’ anno che anche il gruppo musicale The Eagles compose una canzone proprio dal nome “Tequila Sunrise”.