Movida e controlli a Palermo, Orlando: ”Bene riduzione degli assembramenti”

movida
movida

La Polizia Municipale ha svolto due sere fa alcuni controlli, nell’ambito degli interventi finalizzati al contenimento del COVID-19 ed al contrasto degli assembramenti durante la movida, operando a piazza Garraffello, via Mazzini, via La Lumia, via D. Daita e via N. Morello.

In via Mazzini gli agenti hanno denunciato il gestore di un pub dopo aver riscontrato l’occupazione abusiva di suolo pubblico per circa 80 metri quadrati. 
Dagli accertamenti è emerso che il locale era privo di autorizzazioni sanitarie per l’esterno e che violava il regolamento sui Dehors. Le sanzioni elevate ammontano a oltre 1500 euro.

Sempre in via Mazzini, quattro giovani sono stati sanzionati per un importo di 400 euro ciascuno perché non mantenevano la distanza di sicurezza e non indossavano alcuna protezione delle vie respiratorie.

Nelle altre zone controllate la normativa COVID è stata rispettata.

Inoltre, in un intervento congiunto con i Carabinieri della Stazione Oreto predisposto per il rispetto delle misure di contenimento del virus COVID-19, la P.M. ha chiuso un negozio di alimentari per gravi violazioni della normativa relativa alla tutela della salute pubblica e ha denunciato i gestori elevando sanzioni per oltre 11.800 euro.

Al momento del sopralluogo il negozio era aperto al pubblico. I gestori effettuavano attività di vendita al dettaglio di prodotti alimentari e non. All’interno, gli alimenti messi in vendita, destinati all’alimentazione umana erano in evidente cattivo stato di conservazione ed in ambienti in condizioni precarie dal punto di vista igienico sanitario, senza tracciabilità ed etichettatura, e la maggior parte dei prodotti era senza data di scadenza. Un annesso locale non autorizzato era utilizzato per il confezionamento di alimenti di origine animale e di prodotti ittici che venivano venduti come freschi. Dagli accertamenti sulla documentazione è stata riscontrata la mancanza delle autorizzazioni sanitarie, del piano di controllo HACCP e dell’attestato di alimentarista per la manipolazione della merce.

Su disposizione dell’autorità giudiziaria gli agenti e i carabinieri hanno effettuato il sequestro preventivo dei locali in attività, dei prodotti alimentari in cattivo stato di conservazione detenuti all’interno e dell’intera attrezzatura utilizzata per l’illecito confezionamento.

Fase 2. Orlando: “Bene riduzione assembramenti”

“Voglio esprimere il mio apprezzamento per tutti quei palermitani che fino ad oggi hanno dimostrato senso di responsabilità evitando in questi giorni inutili assembramenti e inutili passeggiate. Questo ha permesso di evitare episodi come quelli di lunedì sera, frutto tanto di tardiva comunicazione delle nuove norme quanto di una scarsa percezione del perdurare di una situazione di pericolo. Allo stesso desidero ringraziare tutte le forze dell’ordine e la Polizia municipale che portano avanti un lavoro di controllo sul territorio a difesa della salute di tutti e di ciascuno. Credo sia legittimo il desiderio di passeggiare per la città, ma credo sia legittimo aspettarsi da tutti senso di responsabilità per evitare pericolosi assembramenti e inutili rischi. Nei giorni scorsi con estrema chiarezza ho fatto appello a questo senso civico, a questa forma di tutela personale e collettiva, augurandomi che gli apprezzabili comportamenti dimostrati negli ultimi giorni dai palermitani continuino, evitando altri provvedimenti di chiusura di alcune zone della città da parte mia”. Lo ha dichiarato il sindaco Leoluca Orlando.