martedì, 4 Ottobre 2022
spot_img
HomearteMostre, fino al 23 maggio alla Real Fonderia alla Cala la personale...

Mostre, fino al 23 maggio alla Real Fonderia alla Cala la personale di Eugenia Affronti

Palermo. Alla Real Fonderia alla Cala, lo scorso venerdì 13 maggio, è stata inaugurata
Coppie di parola e…di fatti!”, la mostra personale di pittura di Eugenia Affronti, con testi e cura di Margherita Musso.

L’esposizione, che riunisce 12 recenti acrilici su tela dell’artista, è incentrata su 12 coppie famose della storia e della letteratura, rivisitate secondo le peculiari cifre stilistiche dell’Affronti, nota sia per i suoi paladini sia perché arricchisce ogni suo quadro con i simboli più iconici della sua Sicilia e della sua Palermo: limoni, cassate e cannoli o pale di fico d’India.

“Coppie di parola e…di fatti!” è una speciale innovazione nel percorso artistico di Eugenia Affronti che ha deciso di rendere meno solitario il suo pupo-paladino e di rappresentare 12 coppie famose della storia e della letteratura – da Adamo ed Eva a Dante e Beatrice, da Romeo e Giulietta a Franca ed Ignazio Florio – nel suo modo poco sui generis e
carico di un’ironia mista a malinconia. Ma è bene ribadire anche che è una speciale ed azzardata evoluzione perché ha rinominato a modo suo i protagonisti delle coppie e ha acconsentito di dare voce alle sue coppie con risultati a volte imprevedibili, a volte esilaranti.

La pupara Eugenia che, secondo definizione, è colei che modella e costruisce i pupi siciliani, ha permesso, quindi, alla curatrice di diventare oprante, ossia di dare parola ed animare i suoi pupi-paladini e le loro compagne di vita (o di disavventura), e di immaginare cosa si sarebbero detti – nel caso di dialoghi – o cosa avrebbero pensato – nel caso
delle poesie – se fossero vissuti nella contemporaneità, in un posto a caso (tipo mPalermu) o avessero parlato un italiano misto a un dialetto (il palermitano).

A ben rifletterci, il tema dei duelli e delle scene agonistiche che opponevano opposte fazioni è alla base degli antichi riti di fertilità che accomunano ogni tradizione e cultura e dai quali ha tratto forte l’opra dei pupi, cui la pittrice palermitana pare ispirarsi spesso. Ogni rappresentazione teatrale e teatralizzata, oggi come nel passato, culminava
sempre in scontri tra Mori e Saraceni, amici e nemici ma, anche, come nel caso di “Coppie di parola e…di fatti!” tra coppie che si contendevano l’amore di una fidanzata o di una sposa. Tra le 12 coppie rappresentate da Eugenia Affronti compare pure quella di Romeo e Giulietta, che è stata parte del repertorio dei pupari dell’Europa Meridionale: l’artista palermitana l’ha rinominata “Rometto e Giuliea” proprio per corroborare il fatto che si ispira
alla tradizione, alla storia e ai personaggi della letteratura ma li rispolvera, a tratti li contamina, adattandoli alle sue esigenze comunicative ed espressive: in particolare, Eugenia Affronti si è resa paladina tra i paladini, anche allo scopo di stimolare l’osservatore e il lettore a ragionare sul suo personale rapporto di coppia identificandosi con una
o più delle figure rappresentate o distaccandosene nettamente.

L’esposizione, con patrocinio gratuito del Comune di Palermo, sarà visitabile, tutti i giorni, dal 13 al 23 maggio, dalle 10 alle 13:30 e dalle 15 alle 18:30, a ingresso libero.

Info: 371.5729045 – panormitania@gmail.com.

CORRELATI

Ultimi inseriti