Monreale: Via Antonio Veneziano, tragedia sfiorata per un incidente stradale

Monreale 16.02.2017 – Tragedia sfiorata alle 9 di questa mattina, quando, nella centrale Via Antonio Veneziano, una Fiat Seicento, a causa di un improvviso e transitorio malore del conducente, ha sbattuto violentemente contro il muro, per poi arrestare la sua corsa contro un’altra autovettura posteggiata, sfiorando una anziana signora che stava transitando a piedi.
Più volte è stato segnalato al Comando di Polizia Municipale, sin dal lontano 2006, quando era allora Comandante il dott. Scalici, la pericolosità del tratto di Salita Sant’Antonio e della seguente Via Antonio Veneziano ma, gli appelli sono risultati vani.
C’è da anni, sempre allo stesso Comando di PM, un semplice e modesto progettino, stilato anche in collaborazione con il Commissario Mario Cusimano, che prevede il ripristino delle strisce pedonali in corrispondenza di Chiasso Beato Pino Puglisi (già Chiasso Procida) e un attraversamento pedonale sul lato opposto della carreggiata. Detto progetto non è stato mai messo in atto, per pura mancanza di volontà e per, udite udite, la mancanza di fondi necessari al ripristino delle strisce pedonali e alla creazione di un semplice e minuscolo percorso riservato ai pedoni.
A distanza di pochi minuti dall’incidente, abbiamo assistito ad una, civile, piccola sommossa popolare, presente anche un Consigliere Comunale, contro i due Agenti della Polizia Municipale presentatisi per i rilievi, i quali sono stati accusati, in qualità di istituzione che rappresentano, di non vigilare sulla zona.
A urlare la protesta contro la mancanza di sorveglianza, una giovane donna: “rischiamo ogni giorno la vita, questo luogo è sempre invaso da auto parcheggiate e non possiamo nemmeno transitare con i passeggini dei nostri bimbi”. La risposta da parte di una degli agenti, arrivata sul posto, non si è fatta attendere utilizzando anche delle parole che non hanno contribuito a rassenare gli animi.  In fin dei conti, i cittadini non chiedono altro che la PM svolga il proprio dovere presenziando la zona e vigilando sulla sicurezza dei monrealesi.
Print Friendly, PDF & Email