Monreale: stop alla posa della maiolica sul Beato Puglisi e così viene offerta a Palermo

La storia infinita per l'apposizione di una maiolica, già realizzata e dedicata alla memoria di Padre Pino Puglisi.

Il Sindaco di Monreale Pietro Capizzi, lo aveva promesso lo scorso 4 ottobre al nostro quotidiano ma a tutt’oggi non ha mantenuto l’impegno assunto: questa, in sintesi, la triste vicenda della maiolica dedicata al Beato Pino Puglisi realizzata a Santo Stefano di Camastra dal Maestro Pippo Madè in collaborazione con il Maestro Carmelo Elmo.

Avevamo raccontato già i risvolti della vicenda, nel maggio scorso e ancora una volta il nostro collaboratore Rosario Lo Cicero Madè, presidente dell’Associazione Culturale Festina lente, promotrice del recupero di Chiasso Beato Pino Puglisi e del tentativo di posa della maiolica sul Beato Pino Puglisi interviene su un nulla di fatto da parte dell’amministrazione comunale che per bocca del primo cittadino aveva promesso una rapida soluzione ad una questione che si trascina da un decennio: «nonostante il Comune di Monreale, sei mesi fa, mi abbia chiesto uno stampato di comodato d’uso, prontamente consegnato al Vice Sindaco Giuseppe Cangemi, da allora il nulla. Poi, lo scorso mese, il sindaco Capizzi ha promesso una accelerazione nella posa della maiolica  ma ad oggi ancora nulla. E’ sconcertante ».

E qui la dolente decisione della famiglia Lo Cicero Madè e di tutta e dell’A C Festina lente «vista la situazione che si è venuta a creare a Monreale, preso atto delle mancate risposte, per non dire delle clamorose bugie, dell’Amministrazione guidata dal Sindaco Avv. Pietro Capizzi e preso atto dello stato di solitudine e di pericoloso isolamento al quale siamo stati posti da anni, preso ancora atto che a questa Amministrazione sembra palesemente non interessare completare la bonifica, avviata a nostre spese, in Chiasso Beato Pino Puglisi, abbiamo inviato una email al Sindaco di Palermo Prof. Leoluca Orlando, Primo Cittadino del Capoluogo nel quale siamo nati e nel quale, sino al 2004, abbiamo abitato, e deciso di affidare a lui la maiolica dedicata al Beato visto che il Sindaco Capizzi non si è prodigato nel farci firmare il comodato d’uso, nemmeno dopo l’intervento dell’Arcivescovo Mons. Michele Pennisi ,che ringraziamo, e dello stesso Leoluca Orlando, da noi coinvolto come Presidente dell’ANCI».

A margine della vicenda interviene anche il consigliere comunale Giuseppe Guzzo (FI) «Quello della maiolica realizzata dal Maestro Pippo Madè in collaborazione con il Maestro stefanese Carmelo Elmo, è sicuramente una situazione che tocca tutta la Comunità monrealese ed in particolare quella che come me, ben conosce l’impegno personale profuso da Rosario Lo Cicero Madè nella riqualificazione e la bonifica di un’area, quella appunto del’ex Chiasso Procida, oggi Chiasso Beato Pino Puglisi che, con l’installazione della maiolica andrebbe ad arricchire e valorizzare una parte della Città che non ha alcuna attrazione per turisti e visitatori in genere. Con il massimo delle sconforto e non comprendendone i motivi, devo associarmi al disappunto di Lo Cicero e biasimare il pessimo comportamento del Sindaco e del Vice Giuseppe Cangemi i quali, a me personalmente, hanno più volte riferito che la situazione era ormai definita e che avrebbero convocato il presidente della AC Festina lente, per la firma del comodato d’uso».

Attendiamo ulteriori sviluppi, sperando ci sia ancora margine per un ripensamento e per la giusta risoluzione al problema.

Print Friendly, PDF & Email