sabato, 3 Dicembre 2022
spot_img
HomesportMondiali Windsurfer: nel Golfo di Mondello, Albaria e Valdesi in gara 400...

Mondiali Windsurfer: nel Golfo di Mondello, Albaria e Valdesi in gara 400 atleti di 24 nazioni

Mondello è pronta a tornare capitale del windsurf mondiale per una settimana che si preannuncia ricca di spettacolo e vitalità grazie ai campioni della storica tavola a vela “Windsurfer” che riempiranno di allegria ed entusiasmo la spiaggia e il mare della borgata marinara. Di scena da mercoledì fino a domenica i Campionati del Mondo della classe Windsurfer con circa 400 concorrenti provenienti da 24 nazioni in gara.

Tantissimi gli sforzi organizzativi del club Albaria (nel suo 40° anno di fondazione). Il club presieduto da Alessandro La Monica e con il deus-ex machina Vincenzo Baglione è al lavoro da mesi per rendere tutto perfetto ed accogliente. Un evento questo Mondiale “Windsurfer” organizzato in sinergia con altre entità locali, tra cui il Roggero di Lauria e la società Mondello Italo-Belga con il sostegno del Dipartimento per lo Sport della Presidenza del Consiglio dei Ministri e dell’Assessorato Turismo della Regione Siciliana.

Ai 360 atleti qualificatisi nei 5 continenti, se ne sono aggiunti altri grazie all’assegnazione di specifiche “wild-card” messe a disposizione dall’organizzazione. Parecchi surfisti internazionali hanno iniziato in questi giorni a saggiare il campo di regata di Mondello, tutti pronti a darsi battaglia per salire sul podio nelle quattro categorie di peso, oltre alla nutrita flotta femminile che annovera oltre 60 partecipanti.

Sono previste regate delle specialità course-race (regate di flotta), slalom, freestyle e in chiusura domenica, la “long-distance” da Mondello ad Isola delle Femmine. Dopo l’edizione svoltasi a Torbole nel 2019 (la prima sotto l’egida di World Saling Federation) il Windsurfer ritorna nel tempio delle tavole a vela dell’Albaria, organizzatore di diverse edizioni del Windsurf World Festival dal 1986 e dei Mondali Mistral nel 1992. 

Grande attesa per vedere all’opera atleti di grande fama tra campioni olimpionici, mondiali, giovani emergenti e vecchie glorie rimasti tutti legati a vario titolo a Palermo e alla sua spiaggia di Mondello. Fra questi l’olandese Stephan Van den Berg (primo Oro ai Giochi di Los Angeles nel 1984) Chris Sieber (Oro nel 2000 ai Giochi di Sidney), e l’australiano Tim Gourlay (vincitore a Torbole tra i leggeri all’ultimo Mondiale del 2019). Numerosi gli atleti di casa a caccia di un posto sul podio, dagli olimpici Riccardo Giordano e Parco Wirz ai più giovani Antonino Cangemi, Paco Cottone, Alberto Gange, Laura Linares, Adriano La Monica (neo campione italiano under 19), Marco e Massimiliano Casagrande, e Alessandro Alberti fresco campione italiano a Vieste. 

La manifestazione è stata presentata nella sede del Roggero di Lauria. Sono intervenuti Andrea Vitale presidente del Lauria a fare da padrone di casa, Alessandro La Monica presidente del club Albaria, l’assessore comunale allo Sport, Sabrina Figuccia, il presidente internazionale della classe windsurf, Maurizio Bufalini, Antonio Gristina, amministratore delegato della società Italo-Belga, i rappresentanti della Federvela, Ignazio Florio Pipitone e Beppe Tisci e il direttore tecnico dell’Albaria, Vincenzo Baglione.

**

Completata la registrazione dei concorrenti, saranno mercoledì 350 i regatanti di 25 nazioni a prendere il via alle 11.30 circa nel golfo di Mondello alle prime prove della course-race del Campionato del mondo della tavola della storica classe windsurfer, la più diffusa al mondo. La manifestazione organizzata dal club Albaria con la collaborazione del Lauria, del Clubino del Mare, della società Italo-Belga e da altri enti, si concluderà domenica 9 ottobre con l’ultima regata una “long distance” sul percorso Mondello-Isola delle Femmine-Mondello.

La complessa operazione di peso di ogni atleta per la suddivisione in categorie, tra leggeri, medio leggeri, medio pesanti, e pesanti e la conseguente compilazione delle liste di appartenenza ha richiesto molto tempo. Ma più della metà dell’intera flotta dei partecipanti è scesa in acqua nel pomeriggio per saggiare venti e correnti del golfo, con grande dispiegamento di mezzi a mare per assistenza. Un buon test in vista dell’apertura di programma per mercoledì mattina. Previsto un massimo di tre prove. Visto il grande numero di concorrenti, a gareggiare per la prima volta in un campo di mare a parte, saranno le sessanta donne, solitamente impegnate in regata assieme agli uomini.

Il lungomare tra Valdesi e la sede del Lauria da giorni è un fiorire di colori, di vele, di tavole su rastrelliere in spiaggia e di un apparato organizzativo con gazebi e stand a supporto dell’organizzazione, mentre nella sede in villa del Lauria sono state allestite segreteria, giuria, area accoglienza.

Martedì sera intorno alle 20 nella spiaggia, il party di benvenuto ad atleti ed accompagnatori. 

CORRELATI

Ultimi inseriti