Misure antiCovid, sempre in vigore a Palermo il divieto di stazionamento in centro

mappa palermo restrizioni anti covid
mappa palermo restrizioni anti covid

Palermo. Resta sempre in vigore l’ordinanza sindacale n.165 del 12 dicembre scorso che dispone il divieto di stazionamento in centro fino al 15 gennaio 2021. Il provvedimento potrà essere reiterato o modificato in ragione dell’evolversi della situazione epidemiologica.
Nel dettaglio, le misure adottate per il contrasto e il contenimento sul territorio comunale del diffondersi del Covid-19 prevedono il divieto di stazionamento per le persone, dal lunedì alla domenica dalle ore 11 e fino alle ore 22 nelle seguenti zone della città:

Quartiere Tribunali Castellammare

Perimetro: Via Lincoln – Piazza Giulio Cesare – Via Maqueda – Via Cavour – Piazza XIII Vittime – Via Filippo Patti – Litorale (dal prolungamento ideale di Via Filippo Patti al prolungamento di Via Lincoln) ricadenti nella 1^ Circoscrizione.

Quartiere Palazzo Reale Monte di Pietà

Perimetro: Corso Tukory – Corso Re Ruggero – Piazza Indipendenza – Corso Calatafimi – Vicolo a Porta Nuova – Corso Alberto Amedeo – Piazza Vittorio Emanuele Orlando – Via Volturno – Piazza Giuseppe Verdi – Via Maqueda ricadente nella 1^ Circoscrizione.

Quartiere Politeama Libertà

Perimetro: Via Filippo Patti- Piazza XIII Vittime – Via Cavour – Piazza Giuseppe Verdi – Via Volturno – Piazza Vittorio Emanuele Orlando – Via Giovanni Pacini – Limite (ex sede) della strada ferrata PA/TP – Delimitazione ovest impianti ferroviari delle stazioni Lolli e Notarbartolo – Via G. Damiani Almeyda – Via Piersanti Mattarella – Muro di cinta di Villa Trabia – Piazza Luigi Scalia – Via Giorgio Montisoro – Via Libertà – Piazza Francesco Crispi – Via delle Croci – Recinzione nord-ovest dell’Ucciardone – Piazza Carlo Giachery – Via Cristoforo Colombo – Linea perpendicolare a Via Cristoforo Colomba condotta dal cancello (accesso nord) dell’area portuale al mare – Litorale (da detta linea all’asse prolungato di Via Filippo Patti) – Via Sampolo – Via Salvatore Puglisi – Via Andrea Cirrincione – Via Vincenzo Fuxa e suo prolungamento ideale al Muro di cinta del Parco della Favorita – Piazza Leoni – Vie dei Leoni – Viale Emilia – Via Empedocle Restivo – Via Marche – Viale delle Alpi – Via Daidone – Via Umberto Giordano – Via Notarbartolo ricadenti nella 8^ Circoscrizione.

È, comunque, fatta salva la possibilità di solo attraversamento e di accesso e deflusso agli esercizi commerciali legittimamente aperti – che dovranno indicare all’esterno degli stessi il numero massimo di clienti che possono essere contemporaneamente presenti all’interno, e tutte le altre attività consentite dal D.P.C.M. nonché alle abitazioni private, avendo cura in ogni caso di rispettare il distanziamento interpersonale di almeno un metro e l’utilizzo dei dispositivi di sicurezza personali.

E’ poi possibile, nelle zone interdette dal provvedimento, attendere in fila all’esterno, nel rispetto del previsto distanziamento interpersonale di almeno un metro, prima di accedere all’interno degli esercizi commerciali.

Si fa espressa riserva di adottare, con successivo provvedimento, e previo confronto con le organizzazioni di categoria, l’ipotesi, per gli esercizi pubblici, dell’orario continuato o di una diversa articolazione degli orari di apertura e chiusura degli stessi.

Salvo che il fatto costituisca reato, le violazioni sono punite con la sanzione amministrativa pecuniaria da quattrocento a mille euro.

***

FRASCA POLARA: “SOSPENDERE ISOLA PEDONALE IN VIA RUGGIERO E VIA LIBERTA’ NEI FINE SETTIMA

“Il divieto di stazionamento deciso dal Sindaco nelle vie del centro si è rivelato del tutto inutile. Lo dimostrano gli assembramenti che da mesi si registrano nella zona del Politeama- afferma il presidente dell’VIII Circoscrizione Marco Frasca Polara -. L’unica cosa da fare è sospendere l’isola pedonale in vigore il sabato e la domenica in via Libertà e via Ruggiero Settimo. Da tempo chiedo al Sindaco di intervenire in tal senso, ma fino ad ora ha fatto orecchie da mercante. Si tratta dello stesso provvedimento adottato lo scorso mese di marzo durante il lockdown, quando il numero dei contagi a Palermo era contenuto. Adesso che siamo in piena emergenza sanitaria – conclude – questa limitazione è più che mai necessaria e urgente”.

***


Di seguito il testo di una video-dichiarazione del sindaco, Leoluca Orlando, registrata davanti ai cancelli di un istituto scolastico cittadino

 
“La situazione dei contagi è stato accertato, è preoccupante in Sicilia e nella nostra città. Il comportamento incosciente di tanti ha determinato questo esplodere di contagi e di morti. È la ragione per la quale torno ancora una volta a rivolgere un invito a tutti al massimo di cautela e di prudenza. Quella cautela e quella prudenza alle quali mi sono ispirato disponendo la chiusura fisica delle scuole, come si può vedere dai cancelli di questo splendido istituto scolastico della nostra città, ma disponendo anche la possibilità e necessità di procedere con attività scolastiche a distanza. Coniugare il diritto alla salute ed il diritto alla scuola è lo scopo e l’impegno di tutti noi. Per questo voglio ancora una volta chiedere di avere cura della propria salute ed invitare tutti gli operatori scolastici a sottoporsi oggi al tampone, domani al vaccino, secondo un criterio di priorità che ho affermato dovrà essere riconosciuto nei provvedimenti del governo nazionale. Invito tutti gli operatori della scuola che hanno fatto, fanno e faranno un ottimo servizio alla nostra comunità ed alla comunità scolastica in particolare, di sottoporsi al tampone, per potere in sicurezza tornare alla scuola di presenza. E occorre che i genitori smettano di tenere comportamenti incoscienti e poi lamentare che i loro figli non possono andare a scuola in presenza. Un poco di coerenza e tanto impegno per salvaguardare il diritto alla salute nostra e dei nostri cari”.