venerdì, 22 Ottobre 2021
spot_img
HomePalermoMisure anticovid: la nuova Ordinanza di interruzione al transito pedonale e veicolare

Misure anticovid: la nuova Ordinanza di interruzione al transito pedonale e veicolare

Nuova ordinanza anche sul divieto di vendita e consumo di cibi e bevande ed interventi in materia di modifica orari di vendita di cibi e bevande anche per asporto

Palermo. Il sindaco Leoluca Orlando ha emanato ieri l’ordinanza n.100 che dispone dal 26 giugno 2021 e fino al 31 luglio 2021 compreso, secondo i luoghi, i giorni e gli orari di seguito indicati – con possibilità di reiterazione e di modificazione in ragione dell’evolversi anche della situazione epidemiologica:

INTERRUZIONE TRANSITO PEDONALE E/O VEICOLARE

Nelle sotto indicate strade e piazze negli orari stabiliti qualora si verifichi un affollamento all’interno di ciascuna area tale da non consentire l’effettuazione dei servizi di polizia di cui all’articolo 55 del DPCM del 2 marzo 2021: Piazza Sant’Anna:

  • Via Lattarini/Piazza Sant’Anna;
  • Piazza Sant’Anna/Via Cagliari;
  • Piazza Croce dei Vespri/Piazza Aragona
  • Piazza Croce dei Vespri/Vicolo Valguarnera

Gli accessi e deflussi a Piazza Sant’Anna nei punti sopra indicati saranno individuati secondo le indicazioni stabilite in sede tecnico operativa.

Giorni: 26 e 27 giugno, 3, 4, 10, 11, 17,18 24, 25 e 31 luglio 2021 dalle ore 18:00 alle ore 02:00

Piazza Magione:

  • Via Rao angolo Via Pardi;
  • Via Filangeri angolo Via Rao;
  • Vicolo Caccamo all’Alloro
  • Via dei Risorti angolo Via della Vetreria;
  • Via della Vetreria angolo Via dello Spasimo;
  • Via Castrofilippo angolo Via Riso;
  • Via Riso angolo Via della Vetreria;
  • Via Magione angolo Via Botta.

Gli accessi e deflussi a Piazza Magione nei punti sopra indicati saranno individuati secondo le indicazioni stabilite in sede tecnico operativa.

Tutti i giorni: dal 26 giugno al 31 luglio 2021 dalle ore 18:00 alle ore 2:00

Mercato della Vucciria:

  • Via Maccheronai/Piazza San Domenico (accesso);
  • Discesa Caracciolo/Via Roma (accesso);
  • Via Pannieri/Corso Vittorio Emanuele (accesso);
  • Vicolo Mezzani/Corso Vittorio Emanuele (accesso);
  • Via Argenteria/Vicolo Paterna (deflusso);
  • Via dei Coltellieri/Vicolo della Rosa Bianca (deflusso);
  • Vicolo Mezzani/Via dei Frangiai (deflusso).

Giorni: 26 e 27 giugno, 3, 4, 10, 11, 17,18 24, 25 e 31 luglio 2021 dalle ore 18:00 alle ore 2:00

Resta sempre consentita la possibilità di accesso e deflusso agli esercizi commerciali legittimamente aperti nel rispetto delle norme anticovid e del divieto di assembramento.

Divieto di vendita e consumo di cibi e bevande e interventi in materia di modifica orari di vendita di cibi e bevande anche per asporto

Il sindaco Leoluca Orlando ha emanato inoltre anche l’ordinanza n.101 con la quale conferma integralmente l’Ordinanza Sindacale n. 92 del 11 giugno 2021 – (Divieto di somministrazione e vendita di bevande in bottiglie di vetro o altri materiali il cui utilizzo improprio risulta idoneo a minacciare la incolumità personale) – ed ordina, inoltre, sull’intero territorio comunale dal 26 giugno 2021 e fino al 31 luglio 2021 compreso e nei giorni e negli orari di seguito indicati:

26, 27 giugno, 2,3 4, 9, 10, 11, 16, 17, 18, 23, 24, 25, 30 e 31 luglio 2021

alle ore 01:00, il divieto assoluto di vendere per asporto cibi e bevande di qualsiasi natura;

alle ore 01:30, il divieto di consumo di cibi e bevande all’aperto e la chiusura di tutti gli esercizi commerciali e dei pubblici esercizi autorizzati alla vendita di cibi e bevande.


Nei giorni 28, 29, 30 giugno, 1, 5, 6, 7, 8, 12, 13, 14, 15, 19, 20, 21, 22, 26, 27, 28 e 29 luglio 2021

alle ore 00:30, il divieto assoluto di vendere per asporto cibi e bevande di qualsiasi natura;

alle ore 01:00, il divieto di consumo di cibi e bevande all’aperto e la chiusura di tutti gli esercizi commerciali e dei pubblici esercizi autorizzati alla vendita di cibi e bevande.

***

“L’ordinanza del sindaco Orlando che fino al 31 luglio mette sostanzialmente i lucchetti ai locali commerciali e pubblici esercizi nelle zone della movida notturna è l’ascia della morte sulle attività produttive di un primo cittadino che di fronte alla propria incapacità di assicurare il decoro urbano, la quiete pubblica e la sicurezza dei
palermitani, si rifugia nei divieti. Vietare anziché amministrare. Orlando scarica sui titolari di locali e ristoranti tutto il peso del suo malgoverno, facendo pendere sulla loro testa sanzioni amministrative pecuniarie da 500 a 5.000 euro. Un provvedimento che danneggia solo i locali in regola visto che quando abbassano le saracinesche poi prolifera un pò di tutto, con l’alcol venduto dagli ambulanti. Il contrasto alla movida selvaggia va fatto con forza ma in sinergia con le Forze dell’ordine, inutile farlo con le lancette dell’orologio quasi a rievocare un oscuro e deprimente clima da coprifuoco che nessuno vuole più tornare a vivere”. Lo dichiara Alessandro Anello, consigliere comunale della Lega e vice presidente della Commissione attività produttive.

“Le ordinanze del sindaco assunte come misura estrema alla degenerazione cui stiamo assistendo, seppur necessarie, rischiano di penalizzare esclusivamente le attività commerciali in regola con le licenze e le autorizzazioni, se non saranno parallelamente supportate da azioni di controllo del territorio che scoraggino i fenomeni di vendita abusiva di cibo e bevande. I fenomeni di malamovida sono l’esito diretto di una politica che sino ad oggi non ha amministrato la nostra città con “l’interesse della formica”, quello che ti fa costruire con lungimiranza. La riqualificazione del centro storico sarebbe dovuta passare attraverso un progetto culturale di ampio respiro, volto alla valorizzazione del patrimonio immobiliare, delle botteghe storiche, degli antichi mestieri. Un progetto che non avrebbe dovuto basarsi esclusivamente su una pedonalizzazione senza regole, che invita al bivacco svilendo il
valore del bene comune, bensì capace di moltiplicare le occasioni di socializzazione, confronto culturale, e la virtuosa convivenza tra tutte le fasce della popolazione, dalle famiglie ai giovani, e tra turisti e residenti, con un’attenzione concreta verso il decoro
urbano”. Lo ha detto Rosalia Viviana Lo Monaco, Capogruppo M5S a Palazzo delle Aquile.

CORRELATI

Ultimi inseriti