M’illumino di meno: il 6 marzo anche a Palermo luci spente in piazze e monumenti

L’invito di Caterpillar, quest'anno, è quello piantare un albero

locandina m illumino di meno palermo
locandina m illumino di meno palermo

Il 6 marzo torna M’illumino di meno, l’iniziativa dedicata all’ambiente per sensibilizzare al risparmio energetico e a uno stile di vita più sostenibile, poiché la necessità di prendere coscienza del nostro impatto sull’ambiente è appunto uno dei temi più attuali e dibattuti.

M’illumino di Meno

M’illumino di Meno è la Giornata del risparmio energetico e degli stili di vita sostenibili lanciata da Caterpillar e Radio2 nel 2005.

L’edizione 2020

E’ dedicata ad aumentare gli alberi, le piante ed il verde intorno a noi. L’invito di Caterpillar, quest’anno, è quello piantare un albero, perché essi si nutrono di anidride carbonica e sono lo strumento naturale per ridurre la principale causa dell’aumento dei gas serra nell’atmosfera terrestre, e quindi dell’innalzamento delle temperature. Alberi e piante, quindi, emettendo ossigeno, filtrano le sostanze inquinanti, prevengono l’erosione del suolo, e regolano le temperature. 

Caterpillar, per l’occasione, invita Comuni, scuole, aziende, associazioni e privati a piantare un tiglio, un platano, una quercia, un ontano o un faggio. Ma anche rosmarino, il ginepro nano, una salvia, un’erica o una pervinca major, insomma, tutto quello che si può piantare su un balcone, come ad esempio anche un geranio, la maggiorana, il basilico, timo e prezzemolo, oppure, le viole del pensiero, ortensie e petunie o l’erba gatta.

L’appello è quello di riuscire a piantare un filare di 500.000 alberi che, simbolicamente, possa condurre da Pino Torinese ad Alberobello.

Quest’anno poi M’illumino di Meno precede i festeggiamenti dell’8 marzo – Festa della Donna, e qui Caterpillar lancia una “Super Mission”: far arrivare il messaggio di M’Illumino di Meno a due figure femminili che, in questo momento, rappresentano a livello globale l’impegno per la salvaguardia del pianeta, ovvero, Greta Thunberg e Jane Fonda.

All’atto pratico, le lampadine ad incandescenza che Caterpillar invitava a cambiare con quelle a risparmio energetico, adesso, semplicemente, non esistono più. Ma spegnere le luci e testimoniare il proprio interesse al futuro dell’umanità è soprattutto un’iniziativa concreta e molto partecipata.

Si spengono sempre le piazze italiane ed i monumenti come la Torre di Pisa, il Colosseo, l’Arena di Verona; i palazzi simbolo d’Italia: Quirinale, Senato e Camera; e tante case dei cittadini. Si sono spenti per M’illumino di Meno la Torre Eiffel, il Foreign Office e la Ruota del Prater di Vienna.

In molti Musei si organizzano visite guidate a bassa luminosità, nelle scuole si discute di efficienza energetica, in tanti ristoranti si cena a lume di candela, in piazza si fa osservazione astronomica approfittando della riduzione dell’inquinamento luminoso. E tante sono le librerie che aderiscono all’iniziativa organizzando dei reading o altri eventi a luci spente.




INIZIATIVE A PALERMO

Comune e AMG Energia aderiscono a “M’illumino di meno”. Si spegne per un’ora il Teatro Massimo, AMG Energia pianta nuovi arbusti

Venerdì 6 marzo le luci del Teatro Massimo verranno spente per un’ora per testimoniare la piena condivisione della città di Palermo al tema della riduzione dei consumi energetici e di un loro ripensamento. Comune di Palermo e AMG Energia aderiscono anche quest’anno a “M’illumino di meno”, giornata del risparmio energetico e degli stili di vita sostenibili, dedicata, in particolare, quest’anno ad aumentare la presenza di alberi e piante nelle città.

Invito raccolto da AMG Energia, società partecipata del Comune che si occupa di energia, distribuzione metano e di gestione degli impianti di pubblica illuminazione cittadini: nell’ex area industriale di via Tiro a Segno dove ha sede la società sono stati piantati nuovi arbusti.

Si spegne per un’ora il Teatro Massimo

Attraverso gli operatori di AMG Energia, il Comune di Palermo con la condivisione della Fondazione Teatro Massimo, spegnerà uno dei monumenti simbolo della città: dalle 19 alle 20 di venerdì si spegneranno le luci della facciata del teatro aderendo così all’invito lanciato dalla manifestazione di contribuire al risparmio energetico e ad una gestione più sostenibile delle risorse naturali a difesa dell’ambiente e del pianeta. 

Nuove piante nella sede di AMG Energia

AMG Energia ha deciso di mettere in pratica l’invito che quest’anno caratterizza la giornata e cioè quello di piantare un albero per accrescere il verde presente in città, nei luoghi dove si vive e si lavora rendendo la sostenibilità un elemento della propria quotidianità.

Nell’area di via Tiro a Segno, nella storica officina industriale dove veniva prodotto il gas manifatturato e oggi sede degli uffici della società, sono stati piantati nuovi arbusti, un evonimo e una thevetia, donati dall’Orto Botanico e piante di viburno acquistate dai dipendenti. Un’iniziativa di cui si sono fatti promotori gli stessi dipendenti, che se ne prenderanno cura, condivisa dai vertici aziendali.

Luci spente anche a Palazzo delle Aquile e piazza Pretoria

Domani (venerdì 6 marzo) spegneranno le luci anche Palazzo delle Aquile, di piazza Pretoria, e la Fontana, oltre a quelle del Teatro Massimo. Si allunga la lista dei luoghi simbolo della città che, a partire dal tardo pomeriggio, verranno spenti per testimoniare la piena condivisione della città di Palermo al tema della sostenibilità, della riduzione dei consumi energetici e di un loro ripensamento.

Si spegneranno, quindi, in modo simbolico – dalle 18 alle 20 – le luci di Palazzo delle Aquile e di piazza Pretoria, e dalle 19 alle 20, quelle del Teatro Massimo, in piena condivisione con il messaggio che caratterizza la manifestazione: contribuire al risparmio energetico e ad una gestione più sostenibile delle risorse naturali a difesa dell’ambiente e del pianeta. AMG Energia, società partecipata del Comune che si occupa di energia, distribuzione metano e di gestione degli impianti di pubblica illuminazione cittadini, ha messo a dimora anche piante donate dal Vivaio comunale e dall’Orto Botanico.

A Palermo, inoltre, segnaliamo… (in aggiornamento)

Venerdì 6 marzo a Le Cattive (ingresso Passeggiata delle Cattive -Porta Felice) in programma una cena a lume di candela e un menu scelto ad hoc per i propri ospiti e per il Pianeta. Per info e prenotazioni  091 6198374 | info@lecattive.it

In Provincia…

Anche Campofelice di Roccella aderisce all’iniziativa – la giornata del risparmio energetico e degli stili di vita sostenibili, ideata nel 2005 da Caterpillar e Rai Radio2 per chiedere ai propri ascoltatori di spegnere tutte le luci che non sono indispensabili. Un’iniziativa simbolica e concreta, cui il Comune di Campofelice di Roccella partecipa dal 2016, che fa bene al pianeta ed ai suoi abitanti.
In quest’ottica, il Comune di Campofelice di Roccella, in collaborazione con il Lions Club Termini Himera Cerere, simbolicamente spegnerà le luci pubbliche della Piazza Garibaldi, del Castello Torre Roccella e del Lungomare del Mediterraneo dalle ore 18:00 alle ore 20:00.
Con lo stesso spirito, anche la cittadinanza è invitata a fare lo stesso nelle abitazioni con un orario ridotto, 3 minuti  dalle ore 19:57 alle ore 20:00.