Metti una sera a Palazzo: un inedito viaggio con Viva Sevilla!

Palermo natalizia e di fine d’anno non è solo scintillii di luci e vetrine addobbate, ma anche colore rosso legato alla forza della voce e al calore

il poeta Federico Garcia Lorca al pianoforte, foto anni '30.
il poeta Federico Garcia Lorca al pianoforte, foto anni ’30.

della tradizione e della poetica musicale di Spagna. Ed è nel ritrovato salotto pedonale di Piazza Bologni, a Palazzo Alliata di Villafranca, uno dei tanti gioielli cinquecenteschi che la città offre, che il 29 dicembre alle ore 19 le grandi porte sono aperte al pubblico per scoprire un inedito Garcia Lorca in musica. “Viva Sevilla!”, questo il titolo dell’evento, è una prima serata imperdibile per la sua unicità. Praticamente un viaggio alla scoperta della tradizione spagnola in canto e allo svelamento di un inedito, quanto versatile, Federico Garca Lorca; poeta principalmente, ma anche drammaturgo, e qui in veste di musicista come arrangiatore di canti e sonorità della tradizione iberica. A offrirci questa inconsueta, ma allettante, divagazione spagnola un interessante duo voce e pianoforte costituito da Serena Dominici, mezzosoprano, e Rosanna Safina, pianista, che, nel vasto panorama degli appuntamenti palermitani, riservano un regalo inatteso al grande pubblico con non poche sorprese d’interesse per la platea di appassionati della letteratura, come della critica musicale, e per gli addetti ai lavori. “Viva Sevilla!” è una celebrazione di charme per Palermo ed è un omaggio bivalente che coniuga il bello del linguaggio universale delle note con le magie della tradizione e che riporta all’ascolto, a 80 anni di distanza dalla sua tragica scomparsa, il grande poeta spagnolo. Un viaggio, dunque, quest’appuntamento. Un’immersione di bellezza che dalla Spagna si sposta all’Europa per salutare, nel pieno centro del Cassaro antico, e in uno spirito di unione e rinnovata amicizia, l’ultimo scampolo dell’anno. Ad ogni modo, e per fornire qualche anticipazione, la serata è divisa in due momenti: il racconto della Spagna popolare, tra voce e pianoforte intrisi di ritmi flamenchi, filastrocche e temi antichi, come pure delle melodie malinconiche di canciones tratte dalle raccolte dello

Rosanna Safina, pianoforte
Serena Dominici
Serena Dominici, mezzosoprano

stesso Garcia Lorca e Manuel De Falla, nella prima parte, e, la seconda, con arie tratte da capolavori ad ambientazione spagnola di Mozart (Le Nozze di Figaro), Rossini (Il Barbiere di Siviglia) e Bizet (Carmen). L’esibizione concertistica prevede una durata di un ora circa, con un piccolo contributo d’ingresso di € 3,00 devoluto alla P.A.V. Associazione Palazzo Alliata di Villafranca Onlus. Appuntamento a Palazzo Alliata, dunque, incitati anche dalle suggestive parole di invito – tratte dal memoriale, edito da Neri Pozza (2015), dal titolo: “Il Mediterraneo era il mio regno. Memorie di un aristocratico siciliano.” – di Francesco Alliata di Villafranca “… potevi essere andato a Timbuctù o in Patagonia, avere visto cose meravigliose e passato momenti unici. Ma quando, tornato a Palermo, salivi su per il corso e cominciavano ad apparire i balconi a petto d’oca del nostro Palazzo, il Palazzo Villafranca, allora  l’emozione che era diventata più intensa, mano a mano che ci avvicinavamo a piazza Bologni, si trasformava in pura felicità. Solo in quel momento il viaggio che avevi appena fatto e la casa che ti aspettava prendevano un senso. …”.

 

Print Friendly, PDF & Email