Messina, il sindaco De Luca fa pedinare la Renault 4 arrivata dalla Francia e bloccata ad Aci Trezza

De Luca: “I Governi sopra le nostre teste continuano a prenderci in giro”

Renault 4 francese bloccata in Sicilia
Renault 4 francese bloccata in Sicilia

“Chi sostiene che le foto che fanno riferimento alle centinaia di macchine transitate a mezzanotte sullo stretto di Messina sono false, è un depistatore oltre che un imbroglione. Ho fatto rintracciare una comitiva di francesi che su una Renault 4 hanno attraversato indisturbati l’Italia e ieri, verso mezzanotte, hanno attraversato lo Stretto di Messina. Li abbiamo fatti pedinare attraverso la Polizia Municipale di Messina, sezione giudiziaria e in seguito bloccati ad Acitrezza dai carabinieri e dalla polizia municipale locale, mentre cercavano di ricongiungersi con un’altra comitiva di francesi. Dopo il blocco li abbiamo fatti mettere subito in in quarantena”. A riferirlo è il Sindaco di Messina, Cateno De Luca.

“Non solo a causa di certi inetti che sono al posto di comando – continua il Primo cittadino – ci stiamo infettando, ma in violazione delle leggi ci stanno anche avvelenando, facendo entrare chiunque in Sicilia, senza alcuna tracciabilità, per come previsto dalle ordinanze del Presidente della Regione Siciliana e dai DPCM. Stasera – conclude il Sindaco Peloritano – attendo alle ore 20:00 il Presidente Musumeci al porto di Messina rada San Francesco, perché, se non così, le sue ordinanze sarebbero carta igienica. Ribadisco che è inutile continuare a protestare dai Social network, occorre scendere in trincea e sporcarsi le mani”.


Di seguito i dati che il Sindaco De Luca ha reperito per tramite della sezione giudiziaria della Polizia Municipale di Messina:

Autovettura Renault 4
Imbarcata sulla Caronte ore 00:20

Distretto Francese 56
(localita VANNES – Francia)

L’autovettura è stata revisionata l’ultima volta il 31/10/2019.
A bordo: 3 giovani, 2 maschi ed una donna, ed un cagnolino.


Questa sera in diretta Facebook sulla pagina De Luca Sindaco di Messina ed in contemporanea su RTP canali 17, 117, 646 e 868 e su TCF canale 113, si parlerà anche di questo.

Print Friendly, PDF & Email