Manifesta 12, annunciati i progetti per il programma 5x5x5

manifesta 12
Il teatro Garibaldi di Palermo, foto by Gabriele Modica

Sono quindici i progetti 5x5x5 selezionati per Manifesta 12, la biennale europea d’arte contemporanea che si terrà a Palermo dal 16 giugno al 4 novembre 2018. I progetti selezionati sono stati scelti tra i 188 pervenuti, hanno caratteristiche multidisciplinari e riguardano attività culturali che si aprono alle realtà locali. “5x5x5” è stato infatti concepito per favorire uno scambio di conoscenze professionali tra comunità artistiche e culturali di Palermo e network di artisti, produttori culturali, accademici e istituti educativi.

Un programma ricco che prevede, inoltre, la partecipazione di giovani artisti internazionali e collaborazioni con le Università, tra cui l’Accademia di Belle Arti di Brera, l’Accademia di Belle Arti e la Scuola Politecnica di Palermo, ma anche di altre realtà accademiche internazionali, tra cui il Doha Institute for Graduate Studies del Qatar, e l’École Spéciale d’Architecture di Parigi.

Il programma degli eventi della Manifestazione sarà ripartito in due grandi sezioni che vedono appunto gli “Eventi Collaterali di Manifesta 12” e il “Programma 5x5x5”.

«Il programma 5x5x5 è una nuova sezione degli eventi paralleli di Manifesta, un modello pensato per offrire un’ulteriore opportunità di collegamento tra il territorio locale ed esperienze internazionali, in particolar modo ideata per stimolare le giovani generazioni di studenti, artisti e professionisti. Abbiamo infatti selezionato 5 artisti, 5 gallerie, 5 istituti educativi con progetti in grado di permanere e radicarsi con la città». Con queste parole, Hedwig Fijen, direttrice di Manifesta, spiega il significato e l’origine del “5x5x5”.

Il bando per il programma 5x5x5 di Manifesta 12 era rivolto infatti ad artisti, gallerie e istituti educativi, invitati a presentare un progetto per il programma parallelo della Manifestazione, non solo a tema, ma pensato anche in collaborazione con le realtà artistiche palermitane.

Tali progetti saranno promossi attraverso i canali ufficiali di Manifesta 12: sito web, guida, social network e app ufficiale della Biennale.

Per quanto concerne la distribuzione geografica dei progetti selezionati, ecco alcuni dati: il 13% dalla Sicilia, il 27% dall’Italia, il 40% dall’Europa e il 20% da altri paesi.

A seguire i Progetti selezionati raggruppati nelle tre categorie di riferimento:

“5x artisti”: Collectif Corps Citoyen, El Aers – The Wedding Project (Tunisia); Collective Intelligence, Il Traffico (Finlandia); Didem Erk, I wish I could not be traced in the archives (Turchia); Joe Highton and Victor Ruiz Colomer (Gran Bretagna e Spagna); Marcello Maloberti, Circus Palermo (Italia).

5x gallerie”: Annet Gelink Gallery, tegenboschvanvreden and Martin van Zomeren, As far as hands can reach (Paesi Bassi); Galleria Continua, Berlinde de Bruyckere (Italia, Cina, Francia e Cuba); Exile, EXILE X Summer camp: ‚May the bridges I burn light the way‘ (Germania); Galleria Franco Noero, The Beheading (Italia); Galleria Lia Rumma, Ceiba Garden Project_2017 (Italia).

5x scuole”: Accademia di Belle Arti di Brera, Accademia di Belle Arti di Palermo e Scuola Politecnica, The hidden City (Italia); DOHA Institute for Graduate Studies, Practices of Unlearning: coloniality, Knowledge and Migration (Qatar); MASS Alexandria, Sometimes I Think I Can See You (Egitto); Royal Institute of Art di Stoccolma, Decolonizing Architecture advance course, The Heritage of Fascist Architecture (Svezia); École Spéciale d’Architecture di Parigi, Ingruttati Palermo (Francia).